Google+

Il “ministero del futuro” dove si lavora per «organizzare il Bene del domani» (e la battuta di Churchill)

giugno 14, 2015 Emanuele Boffi

Uno strano reportage di Repubblica magnifica l’idea burgessiana del governo svedese come il paradiso in terra. E invece è il Mondo Nuovo

governo-svezia-2014-ansa

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola  (vai alla pagina degli abbonamenti) – L’inviato di Repubblica è stato a Stoccolma al Ministeriet foer strategi-och framtidsfragor, un ministero che il giornalista definisce «magico». «La mia missione è il futuro», ha spiegato Kristina Persson, titolare del dicastero il cui compito è «controllare come si progetta e ripensa la vita, dettare legge su come si resta o si diventa insieme sempre più moderni e solidali, come vincere con Saggezza e Bene» (le maiuscole sono dell’autore).

In questo luogo incantato, dove non esistono fannulloni ma solo «perfezionisti implacabili», si lavora ogni giorno per «migliorare l’Avvenire» e «organizzare il Bene del domani» affinché le forze del male (guarda caso: «Voldemort Putin») non prevalgano. Che poi, stringi stringi, significa vigilare che ogni azienda e segmento della società sia green e gay-friendly.

Il paradiso in terra, insomma, che è pur sempre un bell’obiettivo, se non fosse che qualche termine ricorda molto da vicino certi racconti di Philip K. Dick e certe pagine de Il seme inquieto di Anthony Burgess.

A noi vengono da ripetere le parole che pronunciò Winston Churchill al Mit di Boston in occasione del suo viaggio al termine della Seconda Guerra mondiale. Osannato come il salvatore della civiltà per aver sconfitto Hitler, dopo il discorso del rettore che prefigurava un futuro senza più guerre, dove il mondo avrebbe funzionato come un meccanismo perfetto, Churchill si alzò in piedi e pronunciò solo poche semplici parole: «Spero per allora di essere già morto».

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. Filippo81 scrive:

    Povera Svezia, che finaccia ! Invece di immaginarsi rosei futuri, gli svedesi si preoccupassero dell’islamizzazione strisciante del loro Paese,altrimenti il loro avvenire rischa di diventare un’incubo, altro che società ideale !

  2. Giannino Stoppani scrive:

    Poteva far superare all’Inghilterra la sua ora più buia un ottuso credente nel “mondo migliore”?

  3. Simone scrive:

    Le donne indossano la gonna, gli uomini pangaloni.
    Questo futuro perfetto è sessista e omofobo.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana