Google+

Il grillino mangia poco e spulcia il conto. È la dieta della trasparenza

febbraio 28, 2013 Redazione

L’istruttivo racconto della cena post elettorale dei militanti del M5S del Lazio. Menù striminzito, tirata d’orecchie ai giornalisti scrocconi, contestazione del conto e l’immancabile morale

Nulla sarà più come prima. Lo sappiano i cittadini, i politici di una vecchia e pure i ristoratori e i giornalisti. Lo dimostrano i militanti del Movimento 5 Stelle del Lazio che sul sito di Beppe Grillo raccontano l’istruttiva vicenda della cena di festeggiamenti dopo la vittoria che li ha visti protagonisti. Dopo il clamoroso successo alle elezioni, infatti, i militanti del M5S decidono di festeggiare con una cena, perché nemmeno i profeti della nuova era vivono di locuste e cavallette. Accade dunque che venga scelto un ristorante (senza primarie on line, purtroppo) e che si siedano a tavola circa 200 persone tra candidati, attivisti, simpatizzanti e qualche giornalista.

PORZIONI PARCHE. Il menù, scrivono nel post i militanti del M5S Lazio, «in porzioni davvero parche, era composto da focaccia al prosciutto, zucchine fritte, panini fritti ripieni due assaggi di primi, acqua, birra e vino». Conto richiesto 2.750 euro. Il grillino salta sulla sedia, prende in mano la calcolatrice e controlla voce per voce «visto che volevamo pubblicare la fattura on line, conoscendo le malizie di cui sono capaci certi giornalisti». Insomma, alla fine, il conto scende a 1.841 euro. Delle due, l’una: o il ristoratore era un ladro matricolato o i grillini sono dei braccini corti mica da ridere.

GIORNALISTI SCROCCONI E CONTO ALLA ROMANA. Ma la storia è istruttiva anche per i giornalisti, che oltre a essere sempre servi dei poteri forti evidentemente sono pure scrocconi. «Ci risulta che alcuni – scrivono infatti i militanti M5S – avrebbero consumato senza pagare: forse sono troppo ben abituati alle cene dei partiti pagati con i soldi dei rimborsi pubblici. Beh, con noi non funziona così». «Bisogna cominciare dalle basi, con il ristabilire le buone abitudini». È la dieta della trasparenza. Ed è appena cominciata.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana