Google+

Il Giappone riparte dall’energia nucleare. Nel nuovo piano energetico prevista la possibilità di nuove centrali

febbraio 25, 2014 Leone Grotti

Il nuovo governo sconfessa quello precedente e il suo progetto di un Giappone “nuclear-free”: «È irresponsabile per un paese povero di risorse» rinunciare del tutto all’atomo. Presto la riattivazione di una dozzina di reattori

Il Giappone cambia ufficialmente linea, tornerà a fare affidamento sul nucleare anche se cercherà di ridurre «l’influenza dell’atomo» sulla sua politica energetica. Il governo di Shinzo Abe ha annunciato oggi a grandi linee il contenuto del suo “Basic Energy Plan”, seppellendo definitivamente la promessa dell’ex premier Naoto Kan, che nel 2012 aveva assicurato un «Giappone nuclear-free» entro il 2040.

NUOVE CENTRALI. A tre anni dall’incidente nucleare di Fukushima, il ministro per l’Industria Toshimitsu Motegi ha dichiarato che sarebbe «irresponsabile per un paese povero di risorse» rinunciare del tutto al nucleare e che il governo potrebbe costruire nuove centrali.
Il ministro ha anche aggiunto che Tokyo deve comunque ancora trovare «il mix migliore» tra nucleare ed energie rinnovabili, che sarà definito solo nei prossimi mesi.

34 MILIARDI DI DOLLARI. Prima che i 50 reattori nucleari del Giappone venissero momentaneamente fermati per verificarne gli standard di sicurezza, il nucleare forniva il 30 per cento del fabbisogno energetico del paese. Negli ultimi anni il governo ha ripiegato su maggiori importazioni di gas e petrolio, che comportano però una spesa per lo Stato pari ad almeno 34 miliardi di dollari in più. Ecco perché nei prossimi mesi dovrebbe essere riattivati almeno una dozzina di reattori nucleari.

CRITICHE DALL’EX PREMIER. In attesa che il nuovo piano energetico venga esposto nel dettaglio, l’ex premier Kan ha criticato il governo parlando al New York Times: «Non hanno imparato la lezione di Fukushima. Il Giappone era sull’orlo del precipizio ma ora vogliamo tornare al nucleare per ragioni economiche. Ma cosa succederà alla nostra economia se ci colpirà un altro disastro?».

NUOVO GOVERNATORE DI TOKYO. L’argomento è delicato, visto anche che la maggioranza della popolazione si è espressa attraverso sondaggi a maggioranza contro lo sviluppo dell’energia nucleare. Ma l’opinione pubblica non è così convinta di rinunciare all’atomo se è vero che a inizio mese è stato eletto governatore di Tokyo Yoichi Masuzoe, membro del partito al governo e aperto sostenitore della causa nucleare.
Ai suoi sfidanti, contrari alla costruzione precedentemente approvata di una nuova centrale, non è bastata la retorica anti-atomo per spuntarla.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. ErikaT says:

    tanto io so vegana, il pesce contaminato mangiatevelo voi se volete

    • michele says:

      Il pesce è contaminato da ben altre sostanze. Occhio ai nitrati se sei vegana, le verdure verdi ne abbondano e sono ben peggio di qualche micro Sievert.

  2. michele says:

    Bene, basta bruciare schifezze come gas e carbone. Aria pulita e spero nel nucleare di 4^ generazione. Le rinnovabili lasciatele ai polli che ci credono come gli italiani!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download