Google+

Il fuco Macron o l’ape regina Le Pen

maggio 6, 2017 Alessandro Giuli

Se il tifo è legittimo – e noi anzi l’abbiamo incoraggiato – non sembra così appropriato spacciarsi per il cugino gigliato di Macron (vero Matteo Renzi?) o peggio illudersi di un effetto domino

macron-le-pen-ansa

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Dunque Emmanuel Macron. Il futuro riposa ancora sul grembo di Giove, ma è probabile che sarà lui l’inquilino dell’Eliseo, senza nulla togliere alla fresca affermazione della sfidante predestinata (a mai governare) Marine Le Pen. Il giovanotto centrista coccolato dall’establishment metropolitano ha un gran talento seduttivo, frequenta bene, comunica meglio, amoreggia con il conformismo francese come non hanno saputo fare i social-gollisti, campioni dei partiti tradizionali seppelliti dalla radicalizzazione globale. Le Pen è un’estremista dell’eurofobia, ma dietro la sua patina da erede rinnegata d’una dinastia nera si cela una buona dose di cinismo: il suo sogno non è l’Europa dei popoli, è un continente acefalo ridotto a espressione geografica in cui misurare in funzione anti tedesca l’ombra residuale della grandeur. Petit programme servito al popolo da un’ape regina che fin dal nome Marina/Myrina reca in sé il marchio della castrante dea-tiranna mediterranea.

E cosa si nasconde invece dietro gli occhi predatori di Macron, l’extraparlamentare dell’europeismo purchessia? Un nulla inamidato dalla sartoria parigina e ingigantito dalla nota lobby dei media spaventati dalla barbarie dei bifolchi lepenisti. Il massimo che gli si possa concedere è un tratto d’istintiva manipolabilità da parte del ceto medio nativo impoverito; quelli che “la France d’abord”, ma guai a strafare.

Detto ciò, in punta di filologia, in francese il termine Macrò sta per Pappone, da Pappus: maschera del vecchio gretto e lascivo che animava le antiche commedie Atellane, e che nel corso della storia s’è reincarnato di volta in volta in uomini anche giovani. Insomma Macrò e Marine, l’eterno fuco e la signora dell’alveare, sarebbero fatti l’uno per l’altra, peccato non l’abbiano capito prima, o forse sì?

Dall’Italia non è un bel vedere. E tuttavia una parte della farsa sta proprio qui, dove già va in scena l’appropriazione indebita della presumibile vittoria macronista. Se il tifo è legittimo – e noi anzi l’abbiamo incoraggiato – non sembra invece così appropriato spacciarsi per il cugino gigliato di Macron (vero Matteo Renzi?) o peggio illudersi di un ineluttabile effetto domino cisalpino. È la solita attitudine provinciale a muovere le improvvisate majorettes macroniste (maschi e femmine!), che chiameremo qui macronettes, ma con affetto.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

La sfida che attende la nuova Seat Arona, al debutto tra le SUV compatte, ricorda quella di Kung Fu Panda contro le “Leggende Leggendarie”. Una outsider dalle dimensioni contenute, agile, scattante e con tante frecce al proprio arco che affronta senza alcun timore reverenziale i “mostri sacri” della categoria. Forte di una vitalità, sia estetica […]

L'articolo Prova Seat Arona proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download