Google+

Il fuco Macron o l’ape regina Le Pen

maggio 6, 2017 Alessandro Giuli

Se il tifo è legittimo – e noi anzi l’abbiamo incoraggiato – non sembra così appropriato spacciarsi per il cugino gigliato di Macron (vero Matteo Renzi?) o peggio illudersi di un effetto domino

macron-le-pen-ansa

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Dunque Emmanuel Macron. Il futuro riposa ancora sul grembo di Giove, ma è probabile che sarà lui l’inquilino dell’Eliseo, senza nulla togliere alla fresca affermazione della sfidante predestinata (a mai governare) Marine Le Pen. Il giovanotto centrista coccolato dall’establishment metropolitano ha un gran talento seduttivo, frequenta bene, comunica meglio, amoreggia con il conformismo francese come non hanno saputo fare i social-gollisti, campioni dei partiti tradizionali seppelliti dalla radicalizzazione globale. Le Pen è un’estremista dell’eurofobia, ma dietro la sua patina da erede rinnegata d’una dinastia nera si cela una buona dose di cinismo: il suo sogno non è l’Europa dei popoli, è un continente acefalo ridotto a espressione geografica in cui misurare in funzione anti tedesca l’ombra residuale della grandeur. Petit programme servito al popolo da un’ape regina che fin dal nome Marina/Myrina reca in sé il marchio della castrante dea-tiranna mediterranea.

E cosa si nasconde invece dietro gli occhi predatori di Macron, l’extraparlamentare dell’europeismo purchessia? Un nulla inamidato dalla sartoria parigina e ingigantito dalla nota lobby dei media spaventati dalla barbarie dei bifolchi lepenisti. Il massimo che gli si possa concedere è un tratto d’istintiva manipolabilità da parte del ceto medio nativo impoverito; quelli che “la France d’abord”, ma guai a strafare.

Detto ciò, in punta di filologia, in francese il termine Macrò sta per Pappone, da Pappus: maschera del vecchio gretto e lascivo che animava le antiche commedie Atellane, e che nel corso della storia s’è reincarnato di volta in volta in uomini anche giovani. Insomma Macrò e Marine, l’eterno fuco e la signora dell’alveare, sarebbero fatti l’uno per l’altra, peccato non l’abbiano capito prima, o forse sì?

Dall’Italia non è un bel vedere. E tuttavia una parte della farsa sta proprio qui, dove già va in scena l’appropriazione indebita della presumibile vittoria macronista. Se il tifo è legittimo – e noi anzi l’abbiamo incoraggiato – non sembra invece così appropriato spacciarsi per il cugino gigliato di Macron (vero Matteo Renzi?) o peggio illudersi di un ineluttabile effetto domino cisalpino. È la solita attitudine provinciale a muovere le improvvisate majorettes macroniste (maschi e femmine!), che chiameremo qui macronettes, ma con affetto.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Si infiamma il segmento delle hatchback sportive. La Renault non resta a guardare e risponde alle rivali più agguerrite del momento, vale a dire Ford Focus RS e Volkswagen Golf R, con la nuova generazione della Mégane RS. Attesa al debutto in occasione dell’imminente Gran Premio di F1 di Montecarlo, la media ad alte prestazioni […]

L'articolo Renault Mégane RS 2017: debutta a Montecarlo proviene da RED Live.

Con la nuova Micra, Nissan ha voltato pagina. La più recente generazione dell’utilitaria giapponese, presentata nel 2016, è infatti cresciuta nelle dimensioni – è più lunga di 17 cm e larga di 7 cm rispetto al vecchio modello – si è ispirata esteticamente alle SUV Qashqai e X-Trail, ha beneficiato di una linea aggressiva e […]

L'articolo Nissan Micra, si amplia la gamma proviene da RED Live.

Come uno scultore affina le proprie opere, così MINI dedica una serie di aggiornamenti ai modelli in gamma, concentrati principalmente sull’ampliamento delle dotazioni, delle combinazioni di colori e dell’offerta di motori. Protagonista principale è la crossover Countryman, ma beneficiano di una ventata di novità anche la hatchback e la Clubman. Le vetture in configurazione 2017 […]

L'articolo MINI model year 2017: una ventata di novità proviene da RED Live.

Ti guarda attraverso il finestrino semi abbassato, sorridendo sornione. Stringe tra le mani il volante di una Classe E (serie W211) del 2007 e, con malcelato orgoglio, ti dice che lui, con quell’auto, ha percorso 500.000 km limitandosi alla manutenzione ordinaria. Poi, quando scatta il verde, saluta con la manina e ti lascia lì, impietrito. […]

L'articolo Long run Mercedes-Benz E220d proviene da RED Live.

Continua l’offensiva Skoda nel segmento delle SUV. Dopo la Kodiaq, ecco debuttare in veste definitiva la Karoq, erede della conosciuta Yeti. Quest’ultima, sul mercato dal 2009, esce definitivamente di scena, cedendo il passo a una moderna, ma esteticamente più convenzionale, crossover dalle dimensioni compatte. 32 cm più corta della Kodiaq La nuova Karoq, “gemella diversa” […]

L'articolo Skoda Karoq: profumo di Tiguan proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana