Google+

Il “fratello” di Meriam apre una nuova causa contro di lei. «Fanno qualunque cosa per trattenerla in Sudan»

luglio 1, 2014 Leone Grotti

La cristiana, che si trova ancora nell’ambasciata americana a Khartoum, non ha ancora ricevuto i documenti per espatriare contrariamente a quanto promesso dal governo

meriam-bbc-sudan-cristianiMeriam Yahya Ibrahim si trova ancora nell’ambasciata americana a Khartoum insieme al marito Daniel Wani e ai figli. La donna cristiana condannata a morte per apostasia e a 100 frustate per adulterio, scagionata in appello, nuovamente arrestata all’aeroporto per aver falsificato i documenti di viaggio e successivamente liberata, avrebbe dovuto ricevere il passaporto sudanese domenica. Ma questo non è avvenuto.

IL PASSAPORTO NON ARRIVA. Mentre i suoi legali stanno cercando di far cadere rapidamente l’accusa di falsificazione di documenti, si attende l’arrivo del passaporto sudanese. Il ritardo, come dichiarato da Antonella Napoli, presidente di Italians for Darfur, «potrebbe dipendere dal Ramadan, che è periodo di festa e le pratiche legali sono rallentate». Ma ieri un altro problema, l’ennesimo, è sorto a mettere in dubbio il futuro della cristiana.

Al-Samani-Al-Hadi-sudan-meriamNUOVO PROBLEMA. Il presunto fratello di Meriam, che lei non riconosce e che si era detto «arrabbiato» per non essere stato informato della scarcerazione della cristiana, ha fatto un esposto alla procura sudanese chiedendo ai giudici di dimostrare che lei è davvero sua sorella. Secondo l’avvocato Mohaned Al Nour, «non abbiamo ancora ricevuto niente di ufficiale ma la sessione [giudiziaria] dovrebbe avere luogo il 3 luglio». Per il legale «sembra che vogliano fare qualunque cosa per trattenerla in Sudan».

«O SI PENTE O DEV’ESSERE IMPICCATA». Al Samani Al Hadi Mohamed Abdullah, che nei giorni scorsi aveva promesso di «vendicarsi» nei confronti della sorella, in un’intervista alla Cnn aveva dichiarato: «I casi sono due o lei si pente, torna alla religione islamica, rientra nell’abbraccio della nostra famiglia e allora noi siamo la sua famiglia e lei è la nostra. Oppure rifiuta e deve essere impiccata».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. domenico b. says:

    Beh, l’islam sta veramente dando un bell’esempio di amore fraterno

    • EquesFidus says:

      Ma in tanto cosa fanno i cattolici ed i politici nostrani? Nulla, se non coprirsi gli occhi e girarsi dall’altra parte, favorendo così lorsignori. Chi non è contro è a favore, ricordiamocelo.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.