Google+

Il fondo taglia-tasse scompare per la seconda volta

aprile 17, 2012 Redazione

Il Consiglio dei ministri ha approvato, dopo un paio di rinvii, la legge delega per la riforma fiscale. Ma per la seconda volta, come già successo a febbraio quando se n’era parlato in occasione del varo delle semplificazioni fiscali, è saltato ogni riferimento a un fondo per finanziare il calo delle tasse. Muore l’Ires, nasce l’Iri, rimane invariata l’Irpef.

“Per il fondo del calo delle tasse ancora una fumata nera. Il Consiglio dei ministri ha approvato, dopo un paio di rinvii, la legge delega per la riforma fiscale. Ma per la seconda volta, come già successo a febbraio quando se n’era parlato in occasione del varo delle semplificazioni fiscali, è saltato ogni riferimento a un fondo per finanziare il calo delle tasse, malgrado fosse previsto solo a futura memoria (…). Ha prevalso la linea del Tesoro, impersonata dal viceministro Vittorio Grilli, che sul punto aveva avuto un confronto anche teso in mattinata nel pre-vertice con il premier e i ministri economici. Palazzo Chigi, avendo rinunciato al fondo, ha messo però nero su bianco che, per effetto della delega, non ci sarà «nessun aumento della pressione fiscale». Obiettivo della delega è «razionalizzare il prelievo in funzione dell’equità e della rimozione di distorsioni: questo «comporterà una redistribuzione del prelievo» che, tuttavia, «resterà confinato all’interno dei singoli comparti»” (Avvenire, p. 6).

“La delega ridisegna in ogni caso il sistema fiscale. Cambia – e fortemente – il Catasto: i metri quadrati sostituiranno i vani e si prospetta una revisione periodica, su base triennale, delle rendite. (…) Dopo anni di precarietà viene stabilizzato il 5 per mille per il non profit. Per le imprese arriva l’Iri, l’imposta sul reddito d’impresa (al posto dell’Ires), e resta confermata l’Irap. Nessuna novità, appunto, sulle aliquote Irpef: resteranno dunque le attuali cinque. (…) La riforma dovrà ora essere attuata nel giro di «nove mesi», precisa il testo” (Avvenire, p. 6).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.