Google+

Il foglietto – Come topi nel cacio

ottobre 31, 2011 Redazione

I doveri del governo, certo. Ma che ne è delle altre forze interessate al bene del paese?

Pubblichiamo l’articolo del numero 43 di Tempi a firma di Lodovico Festa

 

Improvvisamente il festival di topini, toponi e topette in cerca di fettine di formaggio, solertemente impegnato a usare “lo straniero” per colpire Silvio Berlusconi, si è reso conto di come alcuni atteggiamenti provocassero guai a tutti, anche agli aspiranti approfittatori. E così il Corriere della Sera ha moderato la linea. Pierferdinando Casini si è smarcato dalle posizioni più antinazionali. Forse Emma Marcegaglia si renderà conto che la sua agitazione nevrotica, in previsione di una prossima uscita di scena senza gloria, va in qualche modo governata. Certo, chi usa per fini personali una qualche subordinazione nazionale segue un’impostazione ben collaudata nella storia. Ludovico il Moro ne fu esponente classico chiamando i francesi in Italia per contrastare veneziani e fiorentini, e assicurando così un paio di secoli di domini franco-spagnolo-austriaci sull’Italia.

 

Ma alla fine centocinquanta anni di unità nazionale aiutano, e di fronte ai comportamenti più sfrontati c’è ancora una reazione se non di responsabilità almeno di pudore. Al di là di quello che può e deve fare il governo, sarebbe opportuno che entrassero in campo quelle forze (imprenditori con senso della comunità, sindacalisti riformisti, organizzazioni del lavoro autonomo, cultura della responsabilità) che sono interessate alle soluzioni concrete delle questioni concrete, per favorire un confronto con esecutivo e opposizioni costruttive, efficace e non strumentale a poterini e poteroni, ambizioncelle e ambizioncione.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. paolo delfini scrive:

    IN MOMENTI COME QUESTI,QUANDO E’ EVIDENTE CHE L’ITALIA E’ SOTTO ATTACCO DA PARTE DELLA SPECULAZIONE INTERNAZIONALE, AVALLATA DAI NEOLIBERISTI,PENSO SIA IMPORTANTE CHE ANCHE LA CONFINDUSTRIA DIA BUON ESEMPIO E DIMOSTRI TRAMITE LA SUA PRESIDENTE DI VOLER BENE ALLA NAZIONE

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana