Google+

Il falso interprete delle commemorazioni per Mandela: «Avevo le allucinazioni, ho visto gli angeli»

dicembre 12, 2013 Chiara Rizzo

Ha fatto discutere Thamsanqa Jantjie, il finto interprete del linguaggio dei sordomuti accanto ai potenti della terra allo stadio Soweto. Oggi l’uomo ha rivelato: «Soffro di schizofrenia»

Ha bleffato per ore davanti alle telecamere di tutto il mondo, decine di migliaia di persone dal vivo, e mentre si trovava giusto al fianco dei potenti della terra. La storia dell’ormai solo presunto interprete del linguaggio dei sordomuti, durante la commemorazione per Nelson Mandela allo stadio Soweto di Johannesburg, ha già fatto il giro del mondo, dopo che Thamsanqa Jantjie è stato pubblicamente denunciato da Andries van Niekerg, portavoce del corrispettivo sudafricano dell’Istituto nazionale per i sordi, e responsabile personalmente della formazione degli interpreti nella nazione.

«AVEVO LE ALLUCINAZIONI». Ma se già di per sé la storia ha fatto scalpore, stanno stupendo molto di più l’intero pianeta le spiegazioni che Jantjie ha deciso di dare in un’intervista all’agenzia Associated Press e al quotidiano sudafricano The Star: «Ho lavorato in molte altre conferenze, ma sono in cura attualmente per schizofrenia». Mentre il mondo si chiede come abbia fatto Jantjie ad arrivare sul palco delle autorità, lui ha chiarito che è stato proprio mentre traduceva che «ho avuto l’attacco di panico e cominciato a vedere gli angeli ho cercato in ogni modo di contenerlo». Poi ha spiegato: «Quando ho avuto l’attacco di panico e cominciato a vedere gli angeli ho cercato in ogni modo di contenerlo».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana