Google+

Il “decreto Farinetti” e il dilettantismo delle prime mosse di Renzi

giugno 24, 2014 Paolo Togni

Credo che possa essere individuato nell’impreparazione tecnica dello staff di Palazzo Chigi il granello di sabbia che potrebbe vanificare le spinte alla velocità di Renzi e, alla lunga, la sua stessa capacità di rimanere al governo

La Presidenza della Repubblica avrebbe trattenuto, senza emanarlo, il decreto legge sulla riforma burocratica, per necessità di una approfondita revisione al terminar della quale sarebbero stati espunti gli “articoli Farinetti”, quelli cioè che sarebbero stati scritti per garantire il buon andamento degli affari della sua bottega e delle ditte collegate. Sarebbero stati cancellati 84 articoli, corrispondenti a 63 pagine, in quanto non omogenei col titolo del testo; e scusate se è poco.

Cosa poi c’entrassero le autorizzazioni semplificate per lo spaccio di mosto cotto o il finanziamento di implementazioni informatiche nelle aziende dedite alla commercializzazione di prodotti agricoli non è facile immaginare, ed evidentemente gli uffici della Presidenza (della Repubblica) non sono riusciti a comprenderlo. E quelli della Presidenza (del Consiglio) come hanno fatto a dare il via a un provvedimento così sgangherato? Credo che non basti ricordare le esigenze politiche senza inquadrarle in un contesto di profonda ignoranza delle problematiche giuridiche, delle regole per la formazione delle norme e dei vincoli imposti dalla Costituzione e dalle leggi alla decretazione d’urgenza.

La cosa più grave è quella presupposta: cioè che le norme espunte rispunteranno in qualche nuovo provvedimento del futuro prossimo. E per chi, come me, non è un apologeta dei comportamenti di Napolitano, immaginatevi quanto sia fastidioso dover fare affidamento su qualcosa di cui ho contestato l’esistenza, cioè sulla “correttezza istituzionale” del capo dello stato!

Credo che possa essere individuato nell’impreparazione tecnica dello staff di Palazzo Chigi il granello di sabbia che potrebbe vanificare le spinte alla velocità di Renzi e, alla lunga, la sua stessa capacità di rimanere al governo. Infatti la produzione di atti normativi qualitativamente insufficienti postula, se si vuole perseguire l’obiettivo dichiarato, doverli rielaborare e riavviare la procedura di approvazione: cioè perdere una buona quantità di tempo.

In sostanza, l’impressione di dilettantismo condito da una grande presunzione che le prime mosse di Renzi avevano suscitato viene confermata alla grande dagli ultimi avvenimenti. Né basta a superarla il numero di voti riportati alle europee: giustizia e verità, infatti, non sono frutto del volere della maggioranza, ma categorie della ragione.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. mauro scrive:

    Quelle norme, se le isoli dal decreto PA, sono sacrosante. Vorrei ben vedere se non fossero ripresentate.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana