Google+

Il canone Rai nella bolletta della luce. Il Governo smentisce

aprile 16, 2014 Chiara Rizzo

Il governo studia di separare la tassa dal possesso di un apparecchio tv, e di legarla al nucleo familiare o alla bolletta della luce, stimando così di recuperare 300 milioni di euro, di cui 150 andrebbero al Tesoro

Inserire il canone Rai nella bolletta telefonica: in questo modo il Governo punta a recuperare un’evasione, quella sulla tassa televisiva, che stima in 600 milioni di euro. Di questi, 300 verrebbero poi effettivamente ridestinati proprio alla Rai, altri 300 andrebbero al Tesoro. Si tratta di un provvedimento che il Governo potrebbe inserire nel decreto per gli 80 euro in busta paga per 10 milioni di lavoratori dipendenti e co.co.co. Il governo, però, smentisce: «È un’eventualità non prevista e di una notizia destituita di fondamento».

COPERTURE. La notizia era circolata nel primo pomeriggio e si sosteneva esistesse un provvedimento allo studio di Palazzo Chigi che puntava ad un recupero di risorse che offrissero le garanzie necessarie alla Corte dei Conti sulla copertura finanziaria. Un’altra delle soluzioni allo studio è quella proposta dal commissario per la Spending review Carlo Cottarelli di slegare il pagamento del canone all’acquisto di un apparecchio e di legarlo però al nucleo familiare. Oggi pagano il canone il 68,7 per cento dei nuclei familiari, cioé 16 milioni e mezzo, con un gettito nelle casse dello Stato di 1,5 miliardi di euro. Per il restante 26,5 per cento dei nuclei familiari, è stato calcolato appunto un gettito potenziale di 600 milioni di euro, e un più realistico gettito stimato di 300 milioni di euro, suddivisi 150 alla Rai e 150 al Tesoro.

DOMANI IL DEF IN AULA. Intanto oggi la commissione Bilancio della Camera ha concluso l’esame del Def, che domani sarà presentato dal relatore in Aula e poi verrà votato. Nel Def è contenuto anche la misura del taglio al cuneo fiscale, e nel testo è inserito un esplicito riferimento al fatto che si tratterà di una misura strutturale, sottolineando che il taglio del cuneo “è obiettivo di fondo della politica economica del governo” e che si realizzerà con un’ampliamento delle detrazioni Irpef per i redditi medio-bassi “i cui effetti, in termini di sostegno della domanda interna, sono associati al carattere strutturale e a regime di tale misura”.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana