Google+

Il cancro al cinema, una ricerca svela il pessimismo del grande schermo

ottobre 4, 2012 Paola D'Antuono

Due studiosi italiani hanno esaminato 82 pellicole in cui i protagonisti sono malati di tumore. E hanno scoperto che ci sono molte differenze tra la realtà della malattia e la sua rappresentazione sul grande schermo.

82 film per dimostrare che il cinema non è la vita. Almeno quando si parla di malattia. Sembra strano dirlo ma è quello che hanno dimostrato due ricercatori italiani, Giovanni Rosti, dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso e Luciano De Fiore, dell’Università La Sapienza di Roma nello studio dal titolo Oncomovies: Cancer in cinema. I due studiosi hanno presentato il risultato della loro ricerca al congresso della Società europea di oncologia medica di Vienna, dimostrando che la rappresentazione del cancro sul grande schermo poco a che fare con la realtà della malattia.

DAL 1939 A OGGI. Rosti e De Fiore hanno esaminato 82 pellicole girate tra il 1939 e il 2012 (tra cui La gatta sul tetto che scotta, Erin Brockovich, Scelta d’amore, Gran Torino, Le invasioni barbariche) e ne hanno tratto interessanti conclusioni. In primo luogo, la differenza di età tra i malati nei film e nella vita reale. Sul grande schermo chi ha il cancro è mediamente una persona giovane, sui 40 anni, di elevata classe sociale, con un tumore molto raro e che nella maggior parte dei casi vanno sempre incontro alla morte. Il cinema poi non prende mai in considerazione il tumore alla mammella, che negli anni è diventata una malattia da cui sempre più donne guariscono.

QUANDO LA REALTA’ È MEGLIO DELLA FANTASIA. Lo scopo della ricerca è stato dimostrare quanto è sconosciuta alla settima arte questa malattia. Bisognerebbe, invece, avere una visione più realistica e meno melodrammatica del male, evidenziando per esempio i progressi fatti dall’oncologia, le cure sempre meno tossiche e invalidanti, le guarigioni molto frequenti e sopratutto il dolore dei pazienti, argomento troppo spesso ignorato, anche nella vita reale. Ma la ricerca non boccia del tutto il cinema, anzi come afferma De Fiore «Usare il grande schermo può servire ad aumentare l’attenzione sul problema e sulle nuove terapie disponibili. Inoltre può aiutare gli oncologi a prendere in considerazione alcuni aspetti della patologia che a volte trascurano nel corso del percorso terapeutico, ad esempio le conseguenze che la malattia può avere sulla sessualità, il rapporto medico-paziente, gli effetti collaterali delle terapie. O anche semplicemente a fare riflettere sul significato della vita e della morte».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana