Google+

Il business milionario dell’oro rosso. Ogni giorno rubate tonnellate di rame

ottobre 5, 2012 Chiara Rizzo

Mercoledì notte il furto di 800 metri di cavi di rame sulla linea ferroviaria tra Bari e la Basilicata ha portato alla paralisi dei collegamenti . Si tratta di un fenomeno diffuso: nel 2011 ci sono stati 7690 furti del valore di milioni di euro

Audace colpo dei soliti ignoti paralizza ferrovia. È accaduto ieri in Puglia, quando tutti i collegamenti interregionali da Bari, in direzione Potenza o Matera, sono stati soppressi. Migliaia di pendolari sono rimasti a piedi. Lavoratori, studenti, operai o pensionati non hanno avuto molto altro da fare che rassegnarsi a vivere diversamente il giovedì e il venerdì nero del trasporto pugliese. Durante la notte tra mercoledì e giovedì sono stati abilmente asportati ben 800 metri di cavi di rame sulla linea ferroviaria. Anzi, fortunate le ferrovie Appulo lucane che gestiscono la linea. A loro è andata bene: proprio mercoledì, Telecom Italia ha lanciato un grido disperato da Caltanissetta, dove la compagnia ha subìto dall’inizio dell’anno il furto di qualcosa come 11 chilometri di cavi di rame per un peso di sette tonnellate. A Siracusa, e sempre alla Telecom, sono stati rubati invece due chilometri di cavi per 800 chili, in circa 50 furti.
Si tratta di un vero e proprio “business”. Nel 2011, e solo dalla rete ferroviaria italiana, ci sono stati 1890 furti in cui sono stati “asportati” mille tonnellate di rame, una media di 3.200 chili al giorno. Per un valore complessivo da 3,2 milioni di euro: mica briciole. Oltre ai furti ai danni di Fs ci sono stati i 2.500 furti segnalati da Enel e i 3.300 da Telecom. Per un totale, quindi, di 7690 furti.

LADRI ABILISSIMI. Il fenomeno è uniformente diffuso dal nord al sud e sul podio delle regioni con maggior numero di furti c’è la Campania. A Caserta lo scorso 9 settembre si è verificato il maxi-furto dell’anno: sono stati sottratti 900 chili di rame dall’acquedotto campano. I ladri, riacciuffati poco dopo, erano due coniugi rumeni: lei era incinta al sesto mese, ma il pancione non le ha impedito il furto con destrezza. Sui mercati il rame è arrivato a costare 7,5 euro al chilo, ecco perché i soliti ignoti sono sempre a caccia dell’“oro rosso”.
I ladri di rame sono, secondo gli investigatori, estremamenti abili e secondo i rapporti sul fenomeno bastano circa 20 minuti, meglio se nottetempo, per rubare 50 chili di rame. Le protezioni in gomma che rivestono i fili che corrono accanto ai binari vengono eliminate in un secondo momento, con calma, quando la refurtiva viene portata nei nascondigli prima di essere rivenduta.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download