Google+

I tecnici tagliano e tassano ma l’indebitamento pubblico cresce

luglio 4, 2012 Francesco Amicone

L’indebitamento dello stato è ancora in crescita, nonostante le manovre del governo tecnico: diminuiscono le entrate e, con gli interessi sui titoli di stato alle stelle, volano le spese.

È il dato peggiore dal 2009, comunica l’Istat: il rapporto deficit/Pil del primo trimestre del 2012 è salito all’8 per cento, cresciuto di un punto percentuale rispetto al corrispondente trimestre del 2011.  A pesare sull’indebitamento pubblico, che nonostante le manovre del governo continua a crescere, «l’aumento della spesa per interessi dovuto alla salita nel corso del 2011 dei rendimenti sui titoli di Stato» e «il calo delle entrate causato dall’andamento negativo dell’economia», spiega l’Istat.

Nel primo trimestre 2012 le uscite totali dalle casse dello Stato sono aumentate, in termini tendenziali, dell’1,3 per cento. Le uscite correnti sono cresciute del 2,6 per cento, con interessi passivi che sono aumentati del 16 per cento. Le entrate totali sono diminuite, in termini tendenziali, dell’1 per cento, quelle correnti dello 0,2 per cento. Il saldo primario (l’indebitamento al netto degli interessi passivi) è risultato negativo e pari a 11.471 milioni di euro. L’incidenza sul Pil è stata del – 3,0 per cento. Il saldo corrente (il risparmio) è stato pari a – 21.952 milioni di euro, a fronte dei -17.120 milioni di euro nel corrispondente trimestre dell’anno precedente, con un’incidenza sul Pil del – 5,8 per cento.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
Pellegrinaggio iStoria-Tempi in Terra Santa

Tempi Motori – a cura di Red Live

La gamma degli scooter a ruote alte si equipaggia con nuove motorizzazioni Euro 4, più ricchi gli allestimenti di serie e arrivano anche nuovi colori, con finiture dedicate. Per i fashion addict ecco la versione Beverly by Police.

La punta di diamante della collezione off-road, adotta soluzioni tecniche all’avanguardia, sistemi di protezione delle articolazioni rivisti per migliorare le prestazioni e materiali di qualità.

Appassionati del pedale, delle 2 e delle 4 ruote (ma non solo...), questa rubrica è per voi. Se non sapete cosa fare date un'occhiata. Se sapete già cosa fare, potremmo farvi cambiare idea...

Spesso caratterizzate dalla propulsione ibrida, sono le vetture meno assetate del Pianeta. Con potenze da 68 a 442 cv e prezzi compresi tra 12.000 e 140.000 euro, percorrono sino a 167 km/litro.

In Galles con la Regina d'Africa per scoprire che insieme si può fare ogni cosa, off-road "vero" compreso, e che con il DCT il divertimento è ancora maggiore...

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana