Google+

I pm allenati dai media truccano le partite per dare cappotto al premier

settembre 16, 2011 Luigi Amicone

Siamo come in un campionato di calcio taroccato, dove è inutile che le squadre scendano in campo (su convocazione dell’allenatore-elettore), giochino la loro partita (confronto parlamentare) e vinca il migliore (governa chi ha più voti). No, giocano alcuni magistrati allenati dai media e la massa dei cittadini-elettori sta a guardare. Al momento si prospetta un cappotto contro il leader del centrodestra

Dopo che bande di scalmanati avevano per l’ennesima volta assediato tutto il giorno il Parlamento, insultando e aggredendo i rappresentati eletti dal popolo, nella tarda serata di ieri i siti dei maggiori quotidiani nazionali (e le prime pagine odierne, per chi legga ancora i giornali) gridavano in esclusiva di Pulcinella una delle intercettazioni delle telefonate (“caso Tarantini”, in attesa delle altre centomila registrazioni) intercorse tra il presidente del Consiglio e l’ex direttore del quotidiano Avanti. Tutto ciò a riconferma che la pratica dello sputtanamento e della gogna hanno assunto in Italia forme così parossistiche e caricaturali da essere oggetto di una farsa irrefrenabile, diuturna, legale. E non è che ammettano: “E’ il commercio, bellezza, i clic e le tirature si fanno con le carte delle procure, le spiate, gli origliamenti e i buchi della serratura”. No, ammantano tutto lo sputtantour di “diritto all’informazione”.

E’ evidente che la Costituzione non c’è più, non c’è più alcuna distinzione tra un cittadino qualunque che finisce nei tabulati telefonici di un’inchiesta, testimoni, indagati; non c’è più alcuna presunzione di innocenza, nessuna necessità di fare processi nelle aule giudiziarie; non c’è più remora alcuna alla violazione della divisione dei poteri, della sovranità popolare, del diritto, della privacy, delle garanzie, del rispetto della dignità delle persone, eccetera. Siamo ormai come in un campionato di calcio completamente taroccato, dove è perfettamente inutile che le squadre scendano in campo (su convocazione dell’allenatore-elettore), giochino la loro partita (confronto parlamentare) e vinca il migliore (governa chi ha più voti). Niente di più insolito per una democrazia: giocano alcuni magistrati allenati dai media e la massa dei cittadini-elettori sta a guardare. Al momento si prospetta un cappotto contro il leader del centrodestra.

Ma non è escluso che via lui, risucceda quel che era cominciato con Totò Di Pietro e poi risuccesse al governo Prodi, con l’arbitro che decretò la fine del governo, si tolse la toga, indossò la casacca di partito, vinse la poltrona di europarlamentare e poi quella di sindaco di Napoli grazie al comitato elettorale di televisioni e giornali. Chissà, adesso, dopo vent’anni di dai e dai, magari può finalmente accadere che tra Napoli, Milano, Roma, Palermo e Bari, spunti una nazionale di fischietti e vinca lo scudetto. Complimenti. Continuate a mescolare crisi economica e odio per la politica. Scalmanati di piazza e ribalderia giudiziaria. Quando la miscela dei fuochi d’artificio esploderà, scommettiamo che, come la storia insegna, alla fine lo scudetto lo vince il caos o un fascismo qualsiasi?

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana