Google+

I ministri degli Esteri Ue varano nuove sanzioni contro la Crimea

maggio 12, 2014 Chiara Rizzo

Colpite 13 persone e due società del campo energetico “non sistemiche” di cui sono stati congelati i beni. Sui referendum di ieri a Donetsk e Lugansk l’Ue ribadisce: «Non li riconosciamo»

spoglio delle schede del referendum separatista a Donestk

I ministri degli Esteri dei paesi Ue si sono incontrati oggi per stabilire nuove sanzioni nei confronti della Crimea. In particolare sono state colpite in quest’occasione anche due società nella regione e a Sebastopoli, delle quali sono stati congelate i beni.

13 LE PERSONE COLPITE. La lista delle persone e delle società colpite dalle nuove sanzioni sarà pubblicata oggi stesso nella Gazzetta ufficiale dell’Ue. Sono 13 le persone fisiche ritenute responsabili “di aver minato l’integrità territoriale dell’Ucraina o di aver ostacolato il lavoro delle organizzazioni internazionali”, mentre per quanto riguarda le due società confiscate si sa che operano nel settore energetico e che sono “non sistemiche”.

LA CONDANNA. I ministri degli Esteri hanno poi “preso nota con dispiacere della presenza del presidente Vladimir Putin alla parata militare a Sebastopoli il 9 maggio “e ribadito “la forte condanna per l’annessione illegale della Crimea”. Per quanto riguarda i referendum che sono stati autoproclamati e che si sono svolti ieri nell’est Ucraina, nelle regioni russofone di Donetsk e Lugansk, e che si sono chiusi con un plebiscito (il 95 per cento dei partecipanti ha votato sì alla separazione da Kiev), oggi “l’Unione europea non riconosce i referendum di ieri né altri futuri referendum illegittimi e illegali”. I ministri degli Esteri hanno espresso “forte sostengo” invece alle elezioni presidenziali che si terranno in Ucraina il 25 maggio.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana