Google+

I grillini sono così complottisti che tra un po’ ci diranno che yazidi e cristiani iracheni stanno morendo di freddo

agosto 21, 2014 Marco Margrita

Dopo Di Battista e Di Stefano tocca al consigliere regionale piemontese Davide Bono che semina dubbi sul video della decapitazione di James Foley.

tweet-bonoChe nell’universo grillino tiri forte il complottismo non è una novità. Nemmeno che regni la confusione (sia concesso l’eufemismo) sulle vicende del Medio Oriente. L’ultimo episodio, di una serie che non pare destinata a chiudersi preso, vede protagonista il consigliere regionale del Piemonte, Davide Bono. Ieri sera, infatti, ha lanciato un tweet che ha sollevato più di una polemica: «Ma non è un po’ una coincidenza che il video della decapitazione del giornalista americano sia uscito proprio oggi???».

Sull’onda lunga dei suoi illustri compagni pentastellati Alessandro Di Battista e Manlio Di Stefano, l’esponente del parlamentino subalpino (già candidato alla Presidenza della Regione) ha lasciato intendere un qualche collegamento tra la diffusione del video della drammatica esecuzione del reporter James Foley, da parte di un combattente dello Stato Islamico (Isis), e le vicende politiche italiane.

Le reazioni della rete sono state nette, sulla linea di quelle già suscitate dalle giustificazioni all’imbelle pacifismo prodotte dai parlamentari grillini. Per nulla smentendo la sua linea, il consigliere regionale ha replicato da Facebook con un articolato post. Ecco il testo: «1. Non ho mai inteso collegare il video della decapitazione del giornalista Usa alla visita di Renzi. 2. Il giornalista potrebbe essere stato brutalmente ammazzato mesi o settimane fa ed il video essere un falso Usa per giustificare i bombardamenti all’opinione pubblica usa e gb. 3. A prescindere dal punto 2. #m5s vuole fermare #isis con meno morti possibile come ha chiesto il #pontifex magari usando la forza deterrente dei caschi blu 4. Agli americani: la prossima volta che addestrate ed armate dei musulmani mettete anche un chip di controllo sottocutaneo 5. Non siate pecore belanti, accendete il cervello perché la verità non è mai quella venduta pubblicamente».
Al di là del tentativo di tirare per la tonaca pure il Papa, i grillini si confermano sulla scia (chimica?) del più triste complottismo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

9 Commenti

  1. Giuseppe scrive:

    NON è affatto una coincidenza che un grillino dica o scriva minkiate. É normale. É ora di rimboccarsi le maniche e combattere una dura battaglia culturale, scegliendo i “condottieri” e le”armi” giusti. Per es. Negri e Caffarra invece di Grillo, Galantino o Enzo Bianchi. Tempi e La Bussola (Avvenire mi pare un’arma parecchio spuntata……) e non Repubblica, corrierone o fatto quotidiano.

  2. Su Connottu scrive:

    Concordo per la scia chimica seguita dai grillini (alcaloide in polvere da aerosol o inalazione diretta)

    • Giulio Dante Guerra scrive:

      Caro quasi-conterraneo, – mia madre si chiamava Laide Puddu, ed era nata il 23-8-1919 a Vallermosa (CA) – parli del derivato d’una pianta sud-americana chiamata “coca”? Oltre ad essere un efficacissimo anestetico locale – ed è per questo che i grillini non serve a niente “punzecchiarli”, non sentono nulla, occorrono piuttosto (metaforiche) “stilettate a fondo” – provoca euforia ed iper-eccitazione, e, soprattutto, non “va troppo d’accordo” col pensiero logico…

      • Su Connottu scrive:

        Gentilissimo Giulio,
        nel ringraziarti per l’implicito riconoscimento verso la mia/nostra terra (che ricambio con un saluto cristiano alla tua mamma), aggiungo al tuo corollario la considerazione che una buona sniffata sarà di certo utile al trio di comici (Bono-Di Battista-Di Stefano) quando si presenteranno al cospetto del califfo di Baghdad per perorare l’ecumenica causa del buco nell’ozono.

        • Sebastiano scrive:

          Sperando per loro che parlino correttamente l’arabo, altrimenti quello appena sente parlare di “buco”….

          Ad ogni buon conto, non c’è nulla di nuovo sotto il sole: sono i risultati di una posizione ideologica a tal punto che, nelle situazioni in cui la realtà cozza con la loro visione, è sempre la realtà ad avere la peggio.

          • Su Connottu scrive:

            Guarda,
            io aspetto solo che, previa democratica votazione del popolo del web, l’allegro trio venga spedito senza indugio ad Aleppo. Poi vedremo se ad avere la peggio sarà la realtà, l’ideologia o il buco.

            • Giulio Dante Guerra scrive:

              Sarò un po’ “cattivo”, ma mi viene da sperare che questo tuo commento sia letto da uno “hacker”, che, più bravo di quelli al servizio permanente di Casaleggio, sia capace di spedirceli seduta stante…
              A proposito di mia madre: di cristiano, ormai, ha bisogno solo delle preghiere. E’ morta quasi tre anni fa, il 20 settembre 2011, a 92 anni d’età. Requiescat in pace.

              • Su Connottu scrive:

                Giulio,
                non so se ha letto i nostri commenti, comunque anche l’ambasciatore iracheno è dei nostri. Il visto d’ingresso per Di Battista è già pronto :-)

  3. dodi scrive:

    ..se penso che questi signori sono al governo e che li manteniamo,mi viene una colica!non siamo alla frutta…sulla tavola non c’è piu’ nulla.Signore aiutaci….abbi molta pietà di noi.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Tempo di restyling per una delle vetture meno convenzionali – almeno esteticamente – degli ultimi anni. In occasione del Salone di Shangai, la crossover Lexus NX beneficia di un lifting di dettaglio cui si accompagnano affinamenti a livello tecnico volti a incrementare il comfort dei passeggeri e a rendere più dinamico il comportamento della vettura. […]

L'articolo Lexus NX: il restyling è sportivo proviene da RED Live.

Non è la prima volta che BMW utilizza la dicitura Rallye per la sua GS: accadde già nel 2013, quando fu una vistosa versione Rallye con telaio rosso e colori Motorsport a celebrare l’uscita di scena del motore ad aria. Ora la dicitura torna in auge sulla BMW R 1200 GS Rallye, che per la […]

L'articolo Prova BMW R 1200 GS Rallye 2017 proviene da RED Live.

Vi abbiamo già parlato del legame (inconsueto) che c’è tra l’ibericissima Seat e l’italianissima Ducati (entrambe con un tedeschissimo proprietario). Un po’ come se lo Jamon Serrano si gemellasse con il Prosciutto di Parma. L’accordo di collaborazione Seat-Ducati una delle tappe nella consegna di una Leon Cupra nuova fiammante ai piloti Ducati Dovizioso e Lorenzo. Nonostante un […]

L'articolo Un Leon di pilota, Dovizioso va in CUPRA proviene da RED Live.

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana