Google+

Hollywood si arrende alla matematica, il successo è una questione di numeri

maggio 8, 2013 Paola D'Antuono

Attraverso alcuni algoritmi Vincent Bruzzese decreta il successo o il flop di uno script. Per la gioia dei produttori e per l’ira degli sceneggiatori

Nel film di Bennett Miller, L’arte di vincere, Brad Pitt è il manager della squadra di baseball degli Oakland Athletics che non ha né soldi né campioni. Ma l’arrivo di un geniale studente di economia risolleva la situazione a colpi di statistiche. Questa è in sintesi la storia vera di una squadra squattrinata che, grazie a una serie di incroci di numeri e giocatori, è riuscita a uscire dal baratro in cui era finita.

IL GRANDE OZ. Perché la razionalità dei numeri a volte può essere risolutiva. N’è convinto anche Vincent Bruzzese, ex docente di statistica a New York, che sostiene di essere in grado di stabilire, attraverso una formula da lui stesso brevettata, se un film avrà successo o no. Ad Hollywood sembrano credere nei metodi di questo quarantenne italoamericano che vanta tra gli script processati di recente Il grande e potente Oz, il cui successo enorme al botteghino è stato attribuito in larga misura agli studi del team del professore.

SCIENZIATO PAZZO. Ventimila dollari è il costo di una consulenza di mister Bruzzese e del team della sua società Worldwide Motion Picture Group («i nostri clienti sono i film»), che esamina le sceneggiature che proposte e scarta quelle che non corrispondono agli standard dei suoi algoritmi: «So che scrivere è un’arte e la rispetto profondamente. Ma tutti gli sceneggiatori pensano che la loro creatura sia bella, mentre io sono qui per dire: qualche bambino è brutto». Per avere successo al cinema, quindi, bisogna per esempio eliminare le scene di bowling, controllare il linguaggio ed esaminare i gusti degli spettatori o individuare per ogni target preciso una diversa tipologia di creature diaboliche. Naturalmente tutta questa razionalizzazione non piace affatto ai registi e agli sceneggiatori di Hollywood, che sono già sul piede di guerra e hanno ribattezzato Bruzzese “lo scienziato pazzo”. Ma lui non si scompone e continua a lavorare per individuare il prossimo blockbuster, in attesa che si aprano anche le porte di Broadway e della tv seriale.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. leo aletti scrive:

    All’algorimto preferisco l’integrale perchè non scarta nulla.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

No, decisamente la Volkswagen non poteva restare a guardare. Il segmento delle B-Suv, vale a dire delle sport utility compatte, vive un momento di grande fermento e successo. La Casa tedesca, che sinora aveva nella Tiguan la proposta più “piccola”, doveva correre ai ripari. Ecco dunque avvicinarsi la presentazione ufficiale, prevista in occasione del Salone […]

L'articolo Volkswagen T-Roc: pronta alla battaglia proviene da RED Live.

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana