Google+

Hollywood rispolvera la Bibbia, sperando di replicare il successo di Mel Gibson

maggio 14, 2013 Paola D'Antuono

Dall’Arca di Noè alle tavole di Mosè, i più grandi cineasti scelgono di confrontarsi con le sacre scritture per conquistare il pubblico

Nel 2004 il film di Mel Gibson, La passione di Cristo, raggiungeva la mirabolante cifra di 600 milioni di euro incassati nei cinema di tutto il mondo. Un risultato incredibile per il film che raccontava gli ultimi giorni di vita di Gesù, senza risparmiare alla visione scene crude e realistiche. Ancora oggi, a Hollywood, ci s’interroga senza risposta definitiva sul film di Gibson, anticipato da critiche ferocissime e accuse di antisemitismo da ogni parte del mondo, che però seppe conquistare il cuore di milioni di spettatori. C’è chi parla di astute operazioni di marketing, chi riconduce il tutto al particolare momento politico che vivevano gli Stati Uniti all’epoca dell’uscita in sala, chi ritiene che il merito sia dovuto a un efficacissimo passaparola, ma una cosa è certa: la Passione vista da Mel Gibson è uno dei migliori film a tema religioso.

BEN-HUR. Che a Hollywood piaccia affondare le mani nelle sacre scritture è cosa nota. Le prime trasposizioni cinematografiche a tema biblico risalgono ai primi decenni del Novecento, per trovare la loro massima espressione alla fine degli anni Cinquanta con la pellicola di William Wyler, Ben-Hur, vincitrice di 11 premi Oscar e con I dieci comandamenti di Cecil B. DeMille (il remake del 1959), che di Oscar ne portò a casa solo uno per i migliori effetti speciali ma che divenne un cult assoluto del cinema classico.

NOÈ. Attualmente, negli studios americani, i migliori registi sono al lavoro su temi biblici: Darren Aronofsky (Il cigno nero, The Wrestler) sta post producendo un film dedicato alla storia di Noè, con Russell Crowe ed Emma Watson, la cui uscita è prevista nella primavera del prossimo anno, Ang Lee e Ridley Scott stanno seguendo due progetti paralleli dedicati a Mosè, uno dei personaggi preferiti del cinema biblico, mentre la casa di produzione di Will Smith è al lavoro per raccontare la storia di Caino e Abele. Ma il vero successo, come ormai sempre più spesso accade, lo ha registrato la serie tv The Bible, che in America ha tenuto incollati 13 milioni di spettatori durante la prima puntata andata in onda su History Channel. Un risultato che fa ben sperare per il futuro, sempre che Hollywood riesca a maneggiare un argomento delicato come si conviene (leggere sempre alla voce Gibson).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.