Google+

Hollande crolla ancora nei sondaggi. Capogruppo socialista: «Sì alla libertà di coscienza ai sindaci»

novembre 14, 2013 Leone Grotti

La disoccupazione che cresce e un’immagine rovinata alla base delle opinioni sfavorevoli dei francesi: solo il 15 per cento lo approva

Il tracollo di Francois Hollande è ormai inarrestabile e quasi non fa più notizia. Ma secondo l’ultimo sondaggio realizzato per Huffington Post e iTele da YouGov, solo il 15 per cento dei francesi intervistati è favorevole o assolutamente favorevole al lavoro del presidente francese.

CROLLO NEI SONDAGGI. Al contrario, il 76 per cento delle opinioni sondate è sfavorevole o assolutamente sfavorevole al suo operato. Il 9 per cento si è astenuto. Il motivo principale per cui Hollande non piace più ai francesi è l’incapacità ad arrestare la disoccupazione, che preoccupa il 36 per cento degli intervistati.

«INSULTI AL PRESIDENTE». Ma anche l’immagine del presidente si è ormai deteriorata a causa di quanto successo a diversi suoi oppositori come David van Hemelryck, già messo in guardia a vista martedì scorso per proteste eccessive durante la commemorazione dei caduti della Grande guerra lo scorso 11 novembre e di nuovo portato al commissariato ieri per «insulti al presidente» mentre guidava la sua auto con lo slogan “Hollande dimettiti».

«POSSO CAPIRE I SINDACI». Ma davanti alle proteste dell’11 novembre contro il presidente socialista, il capogruppo del partito socialista al Senato Francois Rebsamen sembra ammorbidire la linea del partito: «Noi non impediamo a nessuno di manifestare e protestare, non ne abbiamo il potere né la volontà, ma non si può fare come l’11 novembre. Le leggi vanno rispettate: quando sono votate, sono leggi della Repubblica, quindi di tutti e vanno applicate anche se non piacciono».
Questa cosa però non vale in assoluto: «In realtà, si può comprendere la difficoltà di alcuni [cioè i sindaci, ndr] con il matrimonio per tutti, per motivi di fede e coscienza. Io penso che si potrebbe arrivare fino a là, fino a garantire una clausola di coscienza».

SÌ ALLA LIBERTÀ DI COSCIENZA. Queste parole, mai pronunciate prima da un rappresentante del partito al governo come lui e dette all’interno di un’intervista con Ruth Elkrief, hanno destato la sorpresa della giornalista che ha replicato: «Ma la clausola di coscienza sul matrimonio gay è stata respinta». «Sì – risponde Rebsamen – ma alcuni l’hanno invocata e io posso capire che si faccia appello alla libertà di coscienza quando si tratta di un soggetto di questa importanza».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.