Google+

Harvard apre all’incesto: è sbagliato «tenere conto dell’interesse superiore del bambino»

aprile 22, 2013 Leone Grotti

Il bioeticista di Harvard Glenn Cohen spiega che riguardo alla riproduzione non bisogna tenere conto dell’interesse dei bambini se questi non sono ancora nati.

«In tutte le decisioni relative ai bambini, di competenza sia delle istituzioni pubbliche o private di assistenza sociale, dei tribunali delle autorità amministrative o degli organi legislativi, l’interesse superiore del bambino deve essere una considerazione preminente». L’articolo 3 della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia, per quanto possa sembrare ragionevole, per alcuni è «pericoloso».

INTERESSE DEL NASCITURO. Secondo il bioeticista della Harvard Law School Glenn Cohen il concetto di «interesse superiore del bambino» non deve essere preso in considerazione quando si parla di fecondazione assistita. Per il professore, infatti, non bisogna tenere conto dell’«interesse superiore del bambino» quando questo non esiste ancora, altrimenti si rischiano conclusioni «vacue, problematica e pericolose». Infatti, continua il bioeticista, se si dovesse tenerne conto non si dovrebbe permettere alle donne di 60 anni di partorire con la fecondazione assistita, per via dell’età avanzata, e non si dovrebbe acconsentire all’anonimato per il donatore di sperma, per non privare il bambino del diritto a conoscere il padre.

VIA LIBERA ALL’INCESTO. Spiega meglio Glenn Cohen: «Lo Stato non può giustificare i tentativi di intervenire sul se, come, quando e con chi un individuo si riproduce sulla base del danno che sarà arrecato al bambino, perché senza quell’intervento il bambino non esisterebbe». Secondo l’accademico, in questo senso, anche l’incesto non deve essere proibito perché i tentativi di «regolare la riproduzione» sulla base dell’interesse del bambino che nascerà «sono ingiustificati». «Se il mio progetto riuscirà – conclude – le leggi esistenti in quest’area saranno ingiustificate» e quindi facilmente eliminabili.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

  1. Quercia scrive:

    Non è una cosa che soprende più di tanto. Del resto non vedo come, una volta accettata la teoria del “matrimonio” gay che prevede che ogni relazione consenziente e di “amore” debba essere paragonata al matrimonio, sia possibile negare uguali “diritti” a chiunque altro cittadino in base a vincoli di parentela o numero dei partner.

    ps: i radicali nel 2010 avevano provato a depenalizzare l’incesto.

    http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/articoli/482868/radicali-pddepenalizzare-incesto.shtml

    Nulla di nuovo sotto il sole. Quando però si fanno presenti queste ovvie derive a cui si va incontro si viene immediatamente accusati di omofobia. Questo cmq prova una volta di più l’inussistenza di alcuni discorsi, basati più sugli slogan che sui ragionamenti.

    http://www.uccronline.it/2013/04/22/omosessuali-incestuosi-e-poligamici-chiedono-il-matrimonio/

  2. sara scrive:

    dal momento ke si parla di pedofilia come di un orientamento sessuale e non com’è veramente un ABERRANTE CRIMINE CONTRO L’UMANITA’….non c’è da stupirsi più di niente !!!!

    • MIRKO scrive:

      non direi di mescolare cose diverse, nè di considerare la pedofilia come un CRIMINE aberrante.. tuttalpiù come una PATOLOGIA aberrante..

      • sysland scrive:

        La pedofilia che rimane un’ attitudine è una patologia, la pedofilia che mette in pratica le sue tendenze diventa un crimine.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“Traffico in tilt”, “Caos viabilità”, “Bus e tram a singhiozzo”, “Allarme smog e traffico record” sono solo alcuni esempi di titoli che puntualmente leggiamo sui vari canali di informazione e di situazioni che ci troviamo ad affrontare quasi ogni giorno. Ciò si verifica anche nella Capitale, dove la viabilità è una questione tra le più complesse a livello europeo […]

L'articolo Lo scooter “al minuto” eCooltra sulle strade della Capitale proviene da RED Live.

Tempo di restyling per una delle vetture meno convenzionali – almeno esteticamente – degli ultimi anni. In occasione del Salone di Shangai, la crossover Lexus NX beneficia di un lifting di dettaglio cui si accompagnano affinamenti a livello tecnico volti a incrementare il comfort dei passeggeri e a rendere più dinamico il comportamento della vettura. […]

L'articolo Lexus NX: il restyling è sportivo proviene da RED Live.

Non è la prima volta che BMW utilizza la dicitura Rallye per la sua GS: accadde già nel 2013, quando fu una vistosa versione Rallye con telaio rosso e colori Motorsport a celebrare l’uscita di scena del motore ad aria. Ora la dicitura torna in auge sulla BMW R 1200 GS Rallye, che per la […]

L'articolo Prova BMW R 1200 GS Rallye 2017 proviene da RED Live.

Vi abbiamo già parlato del legame (inconsueto) che c’è tra l’ibericissima Seat e l’italianissima Ducati (entrambe con un tedeschissimo proprietario). Un po’ come se lo Jamon Serrano si gemellasse con il Prosciutto di Parma. L’accordo di collaborazione Seat-Ducati una delle tappe nella consegna di una Leon Cupra nuova fiammante ai piloti Ducati Dovizioso e Lorenzo. Nonostante un […]

L'articolo Un Leon di pilota, Dovizioso va in CUPRA proviene da RED Live.

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana