Google+

Hamleys, “il paradiso dei balocchi”, si piega all’ideologia unisex

gennaio 3, 2012 Benedetta Frigerio

La blogger Laura Nelson, prima di Natale, accusa l’antichissimo negozio londinese di giocattoli Hamleys perché segnala i giochi per bambine con il rosa e quelli per bambini con il blu. Il negozio si piega e cambia i colori in rosso e bianco. In molti esultano, ma al Daily Telegraph Judith Woods si chiede: «Come faccio ora a non perdere ore per trovare la Barbie per mia figlia?»

Vietato attribuire il colore rosa alle femmine e il blu ai maschi. Dopo lo sdoganamento delle adozioni per le famiglie unisex, di manuali e libri di educazione transgender, di cui Londra è capitale, la teoria dell’assenza di generi torna a colpire i più piccoli. Anche se nessun bambino ha mai dichiarato di sentirsi discriminato dai colori, la blogger inglese Laura Nelson, a colpi di tweet, ha montato da sola un vero caso mediatico, che sta alla base della recente ristrutturazione del londinese Hamleys, “il paradiso dei balocchi”, uno dei negozi di giochi più famosi e antichi del mondo. Alla blogger pareva ingiusto che «il negozio fosse da sempre diviso in piani», tra cui uno tutto rosa, esclusivamente dedicato ai giochi da bambina, e un altro, con segnaletica azzurra, riservato a quelli da bambino. Il portavoce di Hamleys ha negato ogni legame tra i cambiamenti avvenuti in negozio e la protesta di Nelson, che si dice «incredula di tanto e felice!».

Sia come sia, sta di fatto che la segnaletica è stata cambiata prima di Natale e che al rosa e al blu sono stati sostituiti il rosso e il bianco. La blogger canta vittoria, ma scrive: «La prossima battaglia sarà sulla divisione in piani dei giochi, che purtroppo è rimasta». Se Hamleys in futuro ripensasse anche alla disposizione dei settori, oltre che dei colori e della segnaletica, ci sarebbe da credere davvero che «basta twittare per far funzionare la protesta», come ha scritto Nelson.

La maggioranza dei media ha accolto la novità come equa, segno di una società che non vuole imporre ai figli «in quale sesso collocarsi, perché questo dipende dall’influsso della società e dall’educazione», si legge sul Daily Mail. In pochi hanno detto che «il sesso è nella natura, da assecondare con l’educazione», come ipotizza ilNew York Times. Mentre solo il Daily Telegraph si è posto una sana domanda pratica: «Se non ci sono più differenze e separazioni, come posso girare in un posto tanto grande [Hamleys, ndr] e trovare la Barbie per mia figlia senza metterci delle ore?», si chiede Judith Woods, columnist del giornale inglese.

«Forse di tempo la Nelson ne ha tanto – conclude Woods – ma probabilmente non ha mai avuto una figlia neonata che si getta su una Tiny Tears o un bambino piccolo che si mette a costruire, senza che nessuno glielo chieda, una prigione con i Lego. Certo, tutti i genitori scoprono presto o tardi che le regole sono lì per essere infrante. Ci sono poi figli che amano le bambole e figlie con una propensione verso le armi. Tutto ciò va benissimo ed è trendy, ma solo fino a quando possiamo ancora trovare quel diavolo di giocattolo prima che arrivi Natale!».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. paolo delfini scrive:

    UNA SOCIETA’ CHE NON VUOLE IMPORRE AI FIGLI IN QUALE SESSO COLLOCARSI,PERCHE QUESTO DIPENDE DALL’INFLUSSO DELLA SOCIETA’ E DALL’EDUCAZIONE…….VERAMENTE ESILARANTI QUESTI RESPONSABILI DI TANTI MEDIA INGLESI!CHE UMORISMO STRATOSFERICO! PER QUANTO RIGUARDA LA NELSON,MI AUGURO SIA INSERITA SUBITO TRA I CANDIDATI PIU ACCREDITATI PER IL PROSSIMO PREMIO NOBEL!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana