Google+

Hai capito il ciellino? Sta sempre dove stanno i soldi. Il Repubblicones, invece, vive nell’empireo delle idee

agosto 25, 2014 Correttore di bozze

«Follow the money» scrive Concita De Gregorio in visita al Meeting di Rimini. «Mancano i politici al Meeting? Manca la meglio gioventù di governo? Pazienza, niente panico»

repubblica_MeetingHai capito il ciellino? «Sparita la politica resta nudo il suo scheletro: i soldi». Ci voleva la scaltra penna di Concita De Gregorio su Repubblica per smascherare l’ipocrisia dei ciellini del Meeting di Rimini. «Mancano i politici al Meeting? Manca la meglio gioventù di governo? Pazienza, niente panico. Ecco un elenco lungo così, tra i relatori a Rimini, di amministratori delegati e presidenti di partecipate, Ceo e Ad: la finanza dei salotti buoni e anche – la parola ai tribunali – di quelli cattivi».

Hai capito il ciellino? Questi furboni di cattolici, poi, alla fine, è a quello che mirano: i danè, gli sghei, il cash. «Finmeccanica, Terna, Enel, Eni, Banca Intesa, Ferrovie dello Stato» son tutti lì a sponsorizzare. «Follow the money», scrive l’astuto segugio. E seguiamoli ‘sti money, dove portano? Portano a scoprire che i ciellini mandano i bambini a giocare «nello spazio giallo limone dell’Eni». Una cosa scandalosa.

Ora, il Correttore di bozze, che è cinico e baro e assai venale (per dieci euro il logo giallo limone dell’Eni se lo farebbe pure tatuare in fronte), non ci vede nulla di male che a un evento del genere partecipino i manager italiani o si finanzi grazie a degli sponsor. Anzi. In cuor suo pensa che se un’azienda sponsorizza un evento c’avrà pure il suo tornaconto d’immagine, no? Chessò, se la Cir del manager De Benedetti sponsorizza il torneo di bocce di Casalpusterlengo, forse lo fa perché crede che tutto ciò gli convenga, no? Oppure dobbiamo pensare che alla finanza dei salotti buoni piace buttare i soldi dalla finestra, mentre alla finanza dei salotti cattivi (la parola ai “tribunali buoni” amici della “finanza buona”) piace dare i soldi ai ciellini del Meeting?

Che poi, al Correttore, piacerebbe pure chiedere alla Concita che ne pensa del fatto che al Meeting ci lavorano pure tanti volontari che lo fanno non solo gratis, ma pure mettendoci di tasca propria per cibo e pernottamento. Dai Concita, prova a seguire pure quelli di “money” o si fa troppa fatica ad alzare il cervello dalla sedia?

Hai capito il ciellino? È uno che si fa un giro su internet e scopre che al meeting di Repubblica (La Repubblica delle idee) fra i main sponsor c’erano Enel, Autostrade per l’Italia, Ibm e varie istituzioni locali. Solo che il ciellino quando vede uno sponsor mica pensa male. Al massimo si chiede: hai capito il Repubblicones?

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

19 Commenti

  1. claudia scrive:

    Che ci vuoi fare con Cita!

    • michele scrive:

      Aldo Cazzullo sul Corriere ha detto di peggio. Dall’assenza di politici di spicco ha dedotto che cl si ritira dal desiderio di “dominare la società”, come se tentare una presenza cattolica coerente nel mondo fosse di per se stesso un ricercare l’egemonia.

  2. Igor scrive:

    Certo ai maitres à penser di Repubblica, Stampa e Corriere piace di più la “scelta religiosa” di altre realtà………che hanno permesso in 40 anni la scristianizzazione totale della società italiana – vedasi astensione di AC al referendum sul divorzio, cosa che per me avrebbe dovuto portare all’immediato scioglimento di quell’associazione……….

  3. Filippo81 scrive:

    Invece De Benedetti è povero…..ormai vale la pena leggere Repubblica solo per farsi quattro risate, talmente basso è il livello dei contenuti di tale quotidiano.

  4. Maria Cristina bo scrive:

    Ma bergoglio non vi doveva spazzare via voi e i vostri soldi? L Italia sarebbe un paese migliore ci fosse stato Lutero !

    • Sebastiano scrive:

      miskina

    • jherzog scrive:

      vieni a farti un giro in Germania se ci credi davvero… o limitati a cercare su google “Kirchensteuer”. poi ne riparliamo.

    • michele3 scrive:

      Nessuno ci pensa mai, ma se la Riforma avesse comquistato l’Italia sarebbe doventata la forma ufficiale di cristianesimo, perché pure il Papa vi avrebbe aderito, per volontà o per forza. Il protestantesimo sarebe tormato cattolicesimo, cioè si sarebbe annullato. Un Italia protestante sarebbe comunque un Paese triste e miscredente come il Nord Europa.

    • beppe scrive:

      maria cristina, voglio vedere se bergoglio si ritrovasse davvero una chiesa povera, come la metterebbe con i poveri. quanto a lutero, fatti un giro nella favolosa europa del nord…e restaci.

      • diabolik scrive:

        Bella Beppe, altrimenti può andare in iraq, dai suoi amici !

      • Guido scrive:

        Io ci abito nell’Europa del Nord, e sono fiero di esserci!
        Restate voi nell’Italia idolatrica e papolatrica.
        Quanto alla tristezza…ma avete mai visto la faccia di Formigoni e di Scola?

    • diabolik scrive:

      Maria Cristina Bo è un’altro troll tonto,,,,,,non sai nemmeno chi è Lutero,GNURANT ! ah ah ah

  5. diabolik scrive:

    donatella de grande fa la splendida,…….poraccia !

  6. Ma rispondere alle Concita e alle Annunziate non Vi pare…degradarVi ? E le nobilitate !
    Dante: “..scusandosi col dir non lo conosco”.

  7. paolo scrive:

    Ma solo noi ciellini siamo cercatori di soldi, invece chi è di sinistra vive solo d’amore e non pensa a i soldi!

  8. Mariapia Morrone scrive:

    La bocca parla della pienezza del cuore….non è dannoso cio’ che entra nel corpo ma cio’ che esce…chi non ama non si lascia ferire dalla bellezza…io sono stata amata, amo e sono ferita dalla bellezza della mia vita….

  9. Mauro L'Erario scrive:

    Una sola domanda alla sig.ra Di Gregorio (ex direttrice de “L’Unità” se non ricordo male): ma Lei è mai stata al Meeting per l’amicizia tra i popoli di Rimini?
    Io si.

    Con affetto.

    Mauro L’Erario

  10. Pier scrive:

    Che ci vuò fa con cita, il Meeting non piace alla “ggente che ppiace”, d’altronde non si vive mica tutti in mezzo a liane e oranghi, per fortuna!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

Il marchio Seat ha la sportività incisa in modo indelebile nel proprio DNA. Un’inclinazione caratteriale impossibile da nascondere persino quando a Martorell hanno a che fare con una SUV. Ecco allora che la Ateca, la prima sport utility della storia della Casa spagnola, beneficia della versione FR (Formula Racing), sinora riservata alle “cugine” Ibiza e […]

L'articolo Seat Ateca FR: il SUV ha un’anima sportiva proviene da RED Live.

Prenderà il via dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola sabato 29 e domenica 30 aprile il Campionato monomarca MINI Challenge 2017, organizzato con il supporto di ACI Sport. Le sei tappe previste, da aprile a ottobre, si correranno sui più celebri circuiti italici e, chi non potrà partecipare o assistere, potrà godersi la visione in streaming su Dplay, la piattaforma on […]

L'articolo MINI Challenge, al via la nuova edizione proviene da RED Live.

Ci sono eventi che arrivano immediatamente ai fasti della cronaca e altri, non meno importanti, che vuoi per casualità, vuoi perché comunicati con meno forza, passano quasi sotto silenzio. Mentre il Salone di Shangai, tuttora in corso, celebra una miriade di modelli e versioni dedicati pressoché esclusivamente al mercato cinese, resta inspiegabilmente in secondo piano […]

L'articolo Jeep Yuntu: l’ora dell’ibrido plug-in proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana