Google+

Grillo sarà anche il nuovo che avanza, ma pensa secondo il vecchio schema statalista “dalla culla alla bara”

aprile 28, 2013 Luigi Amicone

Il comico pentastellato vuole salvare il mondo. Ma con che pensiero? «Piazza pulita». E con quale metodo? «Arrendetevi tutti»

Dopo la sconfitta in Parlamento e il tonfo elettorale in Friuli, Grillo si fa Corvo e da vate di tutte le buone intenzioni del mondo si trasforma in profeta di sventura. Resta però istruttiva la sua conferenza stampa all’indomani della rotta davanti all’epico Napolitano. Riguardatela in streaming. Vedrete un capopopolo. E l’“attimo fuggente” di bambini che fanno “ohh!”. E in cosa consiste la novità che fa di un cucciolo ben attempato e rotondetto il povero Crimi che «sta in albergo a due stelle, in una camera da tre, paga 38 euro»? Sta nello strizzare l’occhio al popolo delle partite Iva e, al tempo stesso, riscaldare il minestrone del tipico elettore M5S, classico concentrato di “no tutto”, luogocomunismo, complottismo, giustizialismo, che ha riempito i giardinetti della subcultura internauta italiana.

Sta in un programma di «acqua pubblica, scuola pubblica, sanità pubblica, reddito di cittadinanza». In una sorta di assistenzialismo dei desideri e nei corsi e ricorsi della filosofia dello statalismo “dalla culla alla bara”. E non sarebbero queste novità da secolo scorso? No, secondo Grillo sarebbero «il nostro interesse alle persone». Sarebbero, alla Celentano, il basta «al cemento, ai camion, alle autostrade, ai supermercati».

Ecco tutto: decrescita felice, rinnovabili al posto del petrolio, povertà affettuosa e, «come nel dopoguera quando si diceva vieni a casa mia, mandami i tuoi figli, facciamo solidarietà». Si capisce, Grillo vuole salvare il mondo. Ma con che pensiero? «Piazza pulita». E con quale metodo? «Arrendetevi tutti». Infatti, dopo la batosta, «sono venuto a Roma perché temevo che il movimento dileguasse in violenza». Dileguare. Bel verbo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

10 Commenti

  1. pikassopablo says:

    effettivamente meglio il nuovo schema catto-abortista del govero letta 😀

    • giovanna says:

      Tiri sempre fuori la vicenda dell’aborto, ma la cosa appare assolutamente strumentale, da poltrona direi.Qual è il problema?
      (spero di non aver posto una domanda troppo complessa !)

      • pikassopablo says:

        ciao Giovannaaaaaaaa 😀 è da un pò che non ti sentivo 😉 🙂 😀 si effettivamente hai ragione: 170 mila morti all’anno (per inciso 170 mila innocenti uccisi non solo dalle loro mamme e papà, ma complessivamente e responsabilmente da questa generazione) costituiscono un problema strumentale-da-salotto-quasi-complesso…quando vuoi usciamo per un caffè e ne parliamo assieme 😀

        • giovanna says:

          Caro, non ho detto che il problema dell’aborto sia strumentale, ma il tuo citarlo, perché veramente non si capisce cosa c’entri tirarlo fuori sotto ogni articolo che parla di Grillo, sembra proprio che sia un modo per non rispondere nel merito alle figuracce pazzesche di Grillo, dei suoi parlamentari, dei suoi tirapiedi.
          Grillo non vuole entrare in nessun governo, perché lui aspira al 100%?
          ma il pdl non lotta contro l’aborto !
          Grillo fa riunioni segrete dove bacchetta i suoi, e le pretende in streaming quando ‘sti poveracci ignoranti e incompetenti trattano con l’eventuale premier,per tenerli sotto controllo?
          ma nel governo c’è la Bonino,(votata tra i primi dieci dai quattro gatti che hanno votato, addirittura per diventare presidente della repubblica !)
          Il programma di Grillo è ridicolo e risibile?
          ma a legge sull’aborto l’ha firmata la democrazia cristiana.
          Ora, non so se ho esagerato a prenderti sul serio, ma credo di essermi spiegata.

          (p.s.: il fatt che l’aborto sia legale, che un bambino possa essere ucciso nel ventre della mamma, è una cosa che mi fa orrore, il peggior crimine dei nostri tempi, ma di certo l’ampliare gli orrori col riconoscimento delle coppie omosessuali, dando in pasto a due uomini o due donne dei bambini sfortunati, che è stato il primo interesse dei grillini, non mi sembra una strada buona per combatterlo )

          • pikassopablo says:

            Giovanna sei stupenda e la penso come te su tutti i fronti: per questo mi pare ancora più ardua la tua difesa (estrema) di un governo che inciucia tutto e il contrario di tutto…non ti pare?

            • giovanna says:

              a me queste frasi che dicono tutto e il contrario di tutto mi fanno venire il mal di testa.
              rispondere nel merito, magari , orrore, approfondendo, impresa impossibile?
              Però vedo che il mantra ti è morto in gola !
              Alla fine si è arreso ed è stato circondato Grillo.

  2. giuliano says:

    questa generazione finirà al macero poichè sono statalisti perfino gli studenti, ovvero persone che per età dovrebbero essere entusiasti della libertà, invece li senti gridare per l’assistenza pubblica, gli stanziamenti pubbici. Sono giovani per età anagrafica ma vecchi cancerosi per idee e attivismo malsano

  3. sysland says:

    Cito Ronald Reagan: “Il governo non è la soluzione del nostro problema, il governo è il problema”.

    Fino a quando questa verità, più profonda di quanto possa apparire, non farà parte della nostra mentalità l’ Italia non si risolleverà mai.

  4. Giovanni says:

    A casa mia, quando qualcosa “avanza”…..o la si butta o la si mette in frigo ……..

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download