Google+

La Grecia, la Grexit e il sogno di una Europa dei popoli (egoisti)

luglio 18, 2015 Gianluca Salmaso

Intervista a Daniele Bellasio (Sole 24 ore): «Siamo ancora troppo divisi tra le gelosie dei singoli stati nazionali e la necessità di centralizzare alcuni temi. La sola nota positiva è la guida di Mario Draghi e della Bce, unica per ragionevolezza»

grecia-eurogruppo-ansa

«L’Europa fa sconti, non fa regali». Se la cava con una battuta Daniele Bellasio, caporedattore del Sole 24 ore. «È come per i compiti a casa: non ci vengono imposti da una sconosciuta autorità esterna, siamo noi che vogliamo partecipare a un gruppo con determinate regole. Anche la Germania ha i suoi compiti a casa da fare».
Saranno gli storici a tracciare un bilancio di questi mesi di trattative, referendum e accordi europei per il salvataggio della Grecia, a stabilire chi abbia giocato meglio le sue carte, tra azzardi, bluff spregiudicati e batoste. L’unica certezza è che la fragile Unione Europea è sopravvissuta a un fuoco di fila senza precedenti, ma le incognite per il futuro permangono.

Bellasio, quale Europa esce da questa convulsa settimana?
Le vicende di questa settimana hanno creato due precedenti: uno negativo e uno positivo. Quello negativo è che per la prima volta l’uscita di un paese dal club della moneta unica è divenuto un argomento di discussione, è stato preso e dibattuto dai paesi membri dell’eurozona venendo meno alla presunta irreversibilità della moneta unica. Quello positivo è che, nonostante tutte le difficoltà, il processo è andato avanti sotto la guida, unica per ragionevolezza, di Mario Draghi e della Bce.

Permane però ancora il limite della “discrezionalità”: in Europa si decide una linea, e poi ciascuno a casa propria la stravolge come meglio crede.
Purtroppo è vero, in parte è dovuto alla narrazione dei “compiti a casa” e in parte all’incompiutezza dell’istituzione europea. Siamo ancora fermi al palo, divisi tra le gelosie dei singoli stati nazionali e la necessità di centralizzare alcune discussioni. Paradossale è che chi urla al colpo di Stato spesso e volentieri coincide con chi auspica anche un’Europa più unita, che però implica una cessione di sovranità per funzionare. Se c’è cessione di sovranità non c’è colpo di Stato, è evidente.

Ma se questa volta l’Unione l’ha scampata, almeno per ora, cosa ci riserva il futuro?
Nella migliore delle ipotesi riusciremo a mettere in campo tutte le strategie per la crescita che rispondono a un’unica ricetta: favorire investimenti privati e pubblici attraverso una revisione totale del fisco e della burocrazia. Nella peggiore delle ipotesi, invece, dovremo mettere in conto un cambio totale della geografia del continente: la Grexit, infatti, non sarebbe che il preludio di un riassestamento geopolitico ben più grande di quanto immaginiamo, che coinvolge tutti, dalla Nato alla Russia. Per il bene dell’Unione bisogna fare di necessità virtù, perché l’Europa non sopravvive se non cresce e sta a noi decidere se e come possa farlo.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. recarlos79 scrive:

    per bellasio solidarietà significa vivere alle spalle dell’altro.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana