Google+

Grazie alla Corea del Sud, la censura del Nord comunista vince una grande battaglia

novembre 7, 2012 Leone Grotti

L’arretratezza della Corea del Nord diventa un vantaggio per il regime. Nessuno potrà più avere notizie del mondo esterno attraverso la tv sudcoreana: Seul passa al digitale, Pyongyang resta sola con l’analogico.

Per un cittadino della Corea del Nord è molto difficile, per non dire impossibile, venire a conoscenza di quello che succede nel resto del mondo. Molti dissidenti, una volta scappati in Corea del Sud, affermano di essersi decisi a rischiare la vita per lasciare il paese solo dopo «avere saputo che cosa c’è fuori». Nel 2010, una ricerca condotta su 250 dissidenti scappati dal regime comunista, ha rivelato che un terzo di loro è venuto a conoscenza del mondo attraverso la tv sudcoreana: con il sistema analogico, infatti, in alcune province del nord vicine al confine si riesce a captare il segnale di Seul.

SEUL FA UN PIACERE ALLA CENSURA COMUNISTA. Pyongyang ha sempre cercato di mantenere i nordcoreani all’oscuro di tutto ma non è mai riuscito ad oscurare la tv sudcoreana. Il 31 dicembre prossimo però la tv sudcoreana diventerà del tutto inaccessibile, non grazie a qualche nuovo ritrovato comunista per bloccare il segnale del sud, ma perché Seul passerà definitivamente al sistema digitale.

ADDIO TV SUDCOREANA. Il processo è iniziato ad agosto e ha cominciato a riguardare la Corea del Nord il 25 ottobre, quando la provincia di Gangwon è passata al digitale. Quando il 31 dicembre l’area metropolitana di Seul passerà il guado, addio notizie dal resto del mondo per i nordcoreani. I segnali della tv digitale, infatti, sono del tutto incompatibili con l’analogico e c’è da star sicuri che ci vorrà molto molto tempo prima che la Corea del Nord passi al digitale.

IL VANTAGGIO DI ESSERE ARRETRATI. Ai nordcoreani ora non resta che cercare di captare il segnale della tv cinese. Il canale locale di Yanji diventerà il più accessibile in Corea del Nord. Invece che essere un tallone d’Achille per il regime comunista, l’arretratezza di Pyongyang finisce per essere un suo alleato e il miglior sistema di censura del mondo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.