Google+

Gran Bretagna, trionfano i conservatori di Cameron. L’uscita dall’Unione Europea è più vicina?

maggio 8, 2015 Redazione

I Tories dovrebbero arrivare a un solo seggio dalla maggioranza assoluta, mentre crollano tutti gli altri partiti. Ora Cameron dovrà mantenere le promesse e indire nel 2017 il referendum sull’uscita dall’Europa

Doveva essere un durissimo testa a testa tra laburisti e conservatori, invece tutti i sondaggi hanno fatto un clamoroso buco nell’acqua. Alle elezioni britanniche di ieri, David Cameron ha condotto i Tories a una vittoria importante, anche se probabilmente non otterrà la maggioranza assoluta.

QUASI MAGGIORANZA ASSOLUTA. Lo spoglio si sta ancora ultimando, ma la Bbc prevede che alla fine i conservatori otterranno 329 deputati su 650, ad un solo seggio dalla maggioranza assoluta. I laburisti invece si dovrebbero fermare a 233, mentre i nazionalisti scozzesi conquistano ben 56 seggi. L’Ukip di Nigel Farage prende appena due scranni (anche se è il terzo partito per numero di voti), i liberal-democratici una decina, contro i 57 delle passate elezioni.

SCOZIA E REFERENDUM. Dopo un voto che ha sconvolto ogni pronostico, ci sono poche certezze. Sicuramente verrà aumentata l’autonomia della Scozia, che i conservatori hanno promesso in campagna elettorale. Ma i Tories dovrebbero mantenere anche un’altra promessa: indire un referendum per far scegliere alla popolazione inglese se la Gran Bretagna deve restare o uscire dall’Unione Europea.

BREXIT. Cameron ha promesso che la consultazione ci sarà nel 2017 e come affermato dall’ex ministro laburista Denis MacShane, «se il referendum avesse luogo, le correnti antieuropeiste, potentissime nella società britannica, ci porterebbero in modo irrimediabile a uscire dall’Europa» perché «in Gran Bretagna sono tutti contro l’Europa: il mondo politico, i media, gli affari, la cultura». MacShane sperava nella vittoria del Labour, ma il partito è stato distrutto. Forse, prima di Grexit, ci sarà la Brexit.


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Filippo81 says:

    Certo che anche i britannici , come noi,non stanno messi bene,purtroppo.Dover scegliere tra cameron e i laburisti………due ali dello stesso Partito unico.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi