Google+

Gobbo (Lega): «Sull’Imu noi sindaci padani faremo obiezione fiscale»

dicembre 20, 2011 Massimo Giardina

Il sindaco di Treviso e responsabile per il Carroccio in Veneto spiega a Radio Tempi che «questo governo è disinteressato al territorio: ha la sola preoccupazione di far cassa». «Noi sindaci non vogliamo fare gli esattori per lo Stato e per questo stiamo studiando qualche iniziativa di dissenso che non risulti contro la legge»

I sindaci padani non ci stanno a far pagare la tassa sugli immobili ai loro cittadini. Il sindaco di Treviso e responsabile per la Lega nord nella regione Veneto, Gian Paolo Gobbo è intervenuto questa mattina a Radio Tempi per ribadire il suo no all’Imu. «Noi sindaci non vogliamo fare gli esattori per lo Stato», per questo la proposta avanzata dai padani è una sorta di «obiezione fiscale».

L’idea di non far pagare l’Imu, è stata promossa dall’ex sindaco di Vittorio Veneto, ed è ancora in fase di studio: «ci sono alcune commissioni nel parlamento padano che si stanno occupando della vicenda, affinché l’iniziativa non risulti contro la legge». L’iniziativa, spiega Gobbo, fa leva sull’obiezione esercitata negli anni passati, «da alcuni comuni che non facevano pagare la tassa di proprietà sulla prima casa prima che il Governo Berlusconi la abrogasse».

«Noi ci interessiamo al territorio. Questo governo ne è disinteressato: ha la sola preoccupazione di far cassa». Al sindaco di Treviso non piace la modalità con cui di sta definendo la manovra salva-Italia, il punto nodale è evitare «che paghino sempre i soliti noti». Occorre andare a colpire le realtà non virtuose: «Prima bisogna chiudere il buco, poi riempire la vasca». Alcuni esempi: «Spese folli sull’immondizia, sulla sanità. Continuare a versare soldi a queste realtà non serve a nulla», per il leghista bisogna prima sanare.

Alla domanda relativa al sommerso, Gian Paolo Gobbo preferisce puntare il dito contro «un’impresa enorme, multinazionale e che fa del contra legem il suo modus operandi: la mafia. Cominciamo a fare leggi che svincolino e blocchino determinate situazioni». Ricorda l’ospite di Radio Tempi che «la mafia al nord ce l’ha messa lo Stato negli anni Settanta con la famosa legge del soggiorno obbligato. Un concetto sbagliatissimo, come se una mela marcia in mezzo alle mele sane si sanasse. È l’esatto contrario: la mela marcia può far marcire le altre». 
Twitter: @giardser

Ascolta l’intervista a Gian Paolo Gobbo
[podcast pid=139/]

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download