Google+

Gli stilisti vogliono le donne fasciate di pelle. Ma occhio all’effetto “divano”

ottobre 15, 2012 Elisabetta Longo

Ogni anno la popolazione femminile subisce il “trend del momento” improponibile. Quest’anno tocca ai vestiti in pelle, ma è il momento di dire basta perché di Kate Moss ce n’è una sola.

Ogni nuova stagione eserciti di donne si trovano a dover rispondere all’annoso quesito: «Devo seguire la moda del momento oppure no?». Alla fine vince sempre l’inerzia che trascina la compratrice a optare per quel paio di scarpe leopardate a cui è impossibile dire di no. Le mode vanno e vengono, ma il problema è lo strascico che si portano dietro. Siamo ancora qui a combattere con il concetto che i leggings, chiamati fuseaux nei lontani Novanta, non vadano indossati come pantaloni, ma piuttosto con maglie che coprano le forme, che arriva un nuovo obiettivo contro cui schierarsi: i capi in pelle, o finta pelle se siete animalisti, non sono per tutte.

DI KATE MOSS CE N’È UNA SOLA. Se una volta i pantaloni in pelle venivano considerati adatti solo a un chitarrista sempre con il Jack Daniel sottobraccio, da quando Kate Moss ne ha indossato un paio con la sua solita nonchalance, tutte li vogliono. Comprendendo l’entità del desiderio, che presto sarebbe diventato di massa, gli stilisti hanno cominciato a proporre in passerella anche tubini, gonne, magliette in pelle. Ma appunto si trattava di passerelle e ciclopiche topmodel. La pelle, applicata alla donna comune, può diventare rischiosa. Ma ormai è troppo tardi e anche le catene di abbigliamento low cost, H&M, Mango, Zara, mettono in bella mostra i pezzi in pelle, sicuri che una cliente ignara del rischio li compri.

A CHI IMPORTA RESPIRARE. Mettere una maglia in pelle potrà far sembrare la sprovveduta sensuale quanto un cavaliere medioevale in partenza per le crociate. Se si sceglie un paio di pantaloni, l’effetto rocker de noantri è assicurato. E con un tubino in pelle, poi, la capacità di respirare si riduce sensibilmente. E per non incorrere in uno spietato effetto divano non basterebbe nemmeno un “virus intestinale”, come masochisticamente si augura una delle protagoniste del Diavolo veste Prada, al fine di dimagrire.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi