Google+

«Gli italiani non sanno chi votare, ma non basta più dire che va tutto male»

settembre 28, 2012 Chiara Sirianni

Intervista a Alessandra Ghisleri, direttrice di Euromedia Research: «Grande il sentimento di impotenza. Anche i grillini in calo. I cittadini hanno voglia di contenuti. renzi piace più fuori che dentro il Pd»

In tempo di scandali è il partito dei delusi l’unico a guadagnare punti in termini di consenso. Lo spiega a tempi.it Alessandra Ghisleri, direttrice di Euromedia Research: «Metà del campione si è astenuto dall’esprimere un giudizio di voto. C’è un grande sentimento di impotenza, per cui il voto finisce per svuotarsi del suo significato e non sembra utile a cambiare lo stato delle cose».

Quanto pesano i recenti scandali?
Tantissimo. Il 32% degli italiani ha fiducia nei sacrifici che sta facendo, perché avverte la necessità di mandare avanti un Paese che sta combattendo contro una crisi importante. Il 60%, però, ritiene che gli sforzi dei singoli siano vanificati nel momento in cui ci sono amministratori che non gestiscono questi sacrifici in maniera oculata.

Il Movimento Cinque Stelle riesce a far proprio questo distacco dalla politica tradizionale?
In generale chi esplicita il suo voto per il M5S dichiara la sua rabbia e il suo desiderio di cambiare il sistema. A differenza dei partiti tradizionali, in cui c’è una gerarchia, la struttura del M5S è orizzontale, come piano di comunicazione, e i cittadini si sentono parte integrante del tutto. Attualmente le percentuali sono tra l’11 e il 13%, si è molto assottigliato rispetto a qualche settimana fa.

Per quale motivo?
In questo momento i cittadini hanno voglia di contenuti. Non basta più dire che tutto va male: la rabbia, a lungo termine, e se non affiancata da posizioni precise, è assolutamente controproducente in termini di consenso. Il sistema politico non piace, ma nemmeno chi si pone in antitesi con i partiti tradizionali appare in grado di fornire soluzioni.

In generale, qual è il quadro complessivo?
È piuttosto stabile, anche perché la percentuale di indecisi è del 50%, cifra che fa diminuire in termini assoluti i consensi per i partiti. Il Pd non cresce ed è fermo al 26%, anche la Lega Nord rimane stabile, l’Udc è scesa, ma di poco. Il Pdl è rimasto penalizzato dallo scandalo della Regione Lazio.

Quanto?
L’ultima rilevazione risale a una settimana fa, prima che Renata Polverini consegnasse le dimissioni. Aveva già perso quasi due punti, quindi era attorno al 20%.

Come si orientano gli elettori rispetto alle primarie del centrosinistra?
Matteo Renzi piace molto e ha un consenso molto trasversale. Fa preso sul pubblico più moderato, anche non appartenente al Pd. C’è una fiducia molto alta, quasi sei a quattro. Mentre all’interno del partito il più forte, per adesso, è il segretario Bersani, con un rapporto sette a tre.

Chi vincerà?
Chi riuscirà a mettere al centro i contenuti, e a dare ai cittadini la possibilità di vedere realizzate le proprie parole.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi