Google+

Gli inglesi vogliono dire basta alle donuts, le ciambelle fritte di Homer Simpson

novembre 27, 2012 Elisabetta Longo

Chi si ammala di diabete, per via di comportamenti alimentari scorretti, non può pretendere di avere cure mediche gratuite. Lo pensa Philip Lee dei Tory

Se mangi tutte le mattine ciambelle e poi ti viene il diabete sono fatti tuoi e della tua golosità. Almeno è così che la pensa Philip Lee, deputato Tory e medico di base, che mette in guardia il governo inglese del fatto che cresca sempre più il numero di patologie diabetiche. «I costi delle medicine di cui si ha bisogno per contrastare un diabete che si sarebbe potuto prevenire devono essere a carico del cittadino».

COLPA DEL BABY BOOM. La tradizionale colazione inglese a base di salsicce è stata rimpiazzata sempre più spesso dalle “donuts”, ciambelle fritte e glassate di cui va ghiotto Homer Simpson, simbolo dell’americanizzazione di massa del cibo. Che ha colpito gli snobbissimi francesi, ora più grassi perché ingordi di hotdog. «I figli del “baby boom” sono molto meno severi dei loro genitori, pertanto permettono ai bambini ogni stravizio alimentare. Non consapevoli del fatto che quella ciambella in più potrebbe causare al loro bambino problemi in futuro», continua Lee. Anche le aspettative di assistenza sanitaria di questi figli del baby boom è differente, da quella che si aveva in passato. «Si chiede troppo al sistema sanitario. Bisogna cominciare a pensare che a ogni azione corrisponde una reazione, e comportamenti alimentari più sani peserebbero meno su tutti». Tradotto, chi pensava che il peso di una ciambella avrebbe pesato solo sul girovita peccava di leggerezza.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana