Google+

Gli inglesi finiranno di pagare i regali di Natale quando sarà Pasqua

novembre 23, 2012 Elisabetta Longo

C’è chi chiederà un prestito, chi cercherà un lavoretto extra, chi sta già calcolando le uscite da settembre. La maggioranza non vuole rinunciare a festeggiare

A dire che quest’anno Babbo Natale chiederà un vistoso aumento è Morrisons, una catena di grande distribuzione inglese. È infatti stata fatta un’indagine sul modo di organizzare cenoni e acquisti vari, e il 12 per cento delle famiglie ha dichiarato che sta pianificando le spese natalizie già da settembre. I prezzi di certi prodotti infatti salgono di molto nel mese di dicembre, e munirsi mesi prima di regali è il modo migliore per risparmiare.

AUMENTI. Il 51 per cento delle famiglie ha paura di spendere oltre al budget preventivato e, nel complesso, per comprare alimenti da festa, bevande decorazioni eccetera, ogni nucleo spenderà in più rispetto all’anno scorso 164,80 sterline (203 euro). Siccome non tutti sono stati in grado di risparmiare abbastanza, e c’è anche chi dichiara di avere cominciato a farlo appena passato il Natale scorso, il 17 per cento dichiara che chiederà un prestito, che non conta di poter restituire prima di aprile 2013. Il 24 per cento cercherà di risparmiare e tagliare il più possibile, ma l’11 per cento dice anche cercherà di farsi assumere in qualche lavoretto temporaneo.

TRADIZIONE. Nonostante il periodo di magra, gli inglesi ci tengono alle feste in famiglia, e non tagliano sulle ricorrenze, tanto che il 52 per cento dice tranquillamente che andrà avanti a spendere e spandere fino all’Epifania. E quando si saranno saldati tutti i debiti, sarà arrivata Pasqua. Con nuove festose spese.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana