Google+

Giulia, il bolide del riscatto Alfa Romeo

luglio 2, 2015 Sebastiano Salvetti

Raffinata tanto nella meccanica quanto nei materiali. Alfa Romeo Giulia è dotata di motori Ferrari, la top di gamma ha 510 cavalli sotto il cofano. 0-100 km/h in 3,9 secondi

Alfa-Romeo-Giulia-lato

Attesa, anzi attesissima, la nuova Alfa Romeo Giulia, cui spetta il compito di risollevare le sorti del brand di Arese, ha debuttato in società. Forte di un passato glorioso – basti pensare al successo riscosso dalla precedente generazione, in produzione dal 1962 al 1977 – è la berlina del rilancio per il Biscione. Con la vecchia 159 condivide la sola configurazione di carrozzeria a 4 porte, essendo radicalmente diversa sia per trazione, posteriore anziché anteriore, sia per piattaforma, sviluppata appositamente e destinata alle future creazioni del brand di Arese. Come annunciato trionfalmente dai vertici Alfa Romeo, adotta motori “by Ferrari”: la versione Quadrifoglio, top di gamma, è infatti mossa dal V6 3.0 biturbo a iniezione diretta di benzina derivato dalla Maserati Ghibli, portato a 510 cavalli e corredato del sistema di disattivazione dei cilindri a controllo elettronico. Un’unità che promette uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi, complice un rapporto peso/potenza di 2,99 kg/cv, e una velocità massima di 320 km/h.

Raffinata tanto nella meccanica quanto nei materiali, la nuova Giulia Quadrifoglio fa ampio ricorso alla fibra di carbonio, alla lega leggera e ai compositi d’alluminio. La ripartizione dei pesi, a fronte di una massa prossima a 1.500 chilogrammi, rispetta il rapporto 50/50 tra avantreno e retrotreno e sono confermati i rumors in merito alle varianti di trazione a due e a quattro ruote motrici (Q4).
Chiamata a scontrarsi con vetture blasonate quali Audi A4, Bmw Serie 3 e Mercedes-Benz Classe C, può contare su di un differenziale Torque Vectoring e su di un impianto frenante da prima della classe, forte di dischi carboceramici.

Tanta raffinatezza trova coronamento nell’aerodinamica attiva, per la prima volta sdoganata dalle supercar e dedicata a una berlina high performance. La stretta parentela con Ferrari è confermata dal pulsante d’avviamento lungo le razze del volante, mentre al V6 3.0 biturbo made in Maranello è probabile si affianchino un moderno 2.0 turbo benzina da 180, 250 e 350 cavalli e un V6 3.0 biturbo diesel di derivazione Maserati, forte di ben 340 cavalli. Unità, quest’ultima, che affiancherà un più parsimonioso 2.2 td da 135, 180 e 210 cavalli.

La nuova Giulia verrà presentata al pubblico al Salone di Francoforte a settembre, sarà ordinabile da fine anno e verrà consegnata a primavera 2016.

A cura di RED Live

Leggi le altre recensioni alla pagina motori


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana