Google+

Giulia, il bolide del riscatto Alfa Romeo

luglio 2, 2015 Sebastiano Salvetti

Raffinata tanto nella meccanica quanto nei materiali. Alfa Romeo Giulia è dotata di motori Ferrari, la top di gamma ha 510 cavalli sotto il cofano. 0-100 km/h in 3,9 secondi

Alfa-Romeo-Giulia-lato

Attesa, anzi attesissima, la nuova Alfa Romeo Giulia, cui spetta il compito di risollevare le sorti del brand di Arese, ha debuttato in società. Forte di un passato glorioso – basti pensare al successo riscosso dalla precedente generazione, in produzione dal 1962 al 1977 – è la berlina del rilancio per il Biscione. Con la vecchia 159 condivide la sola configurazione di carrozzeria a 4 porte, essendo radicalmente diversa sia per trazione, posteriore anziché anteriore, sia per piattaforma, sviluppata appositamente e destinata alle future creazioni del brand di Arese. Come annunciato trionfalmente dai vertici Alfa Romeo, adotta motori “by Ferrari”: la versione Quadrifoglio, top di gamma, è infatti mossa dal V6 3.0 biturbo a iniezione diretta di benzina derivato dalla Maserati Ghibli, portato a 510 cavalli e corredato del sistema di disattivazione dei cilindri a controllo elettronico. Un’unità che promette uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi, complice un rapporto peso/potenza di 2,99 kg/cv, e una velocità massima di 320 km/h.

Raffinata tanto nella meccanica quanto nei materiali, la nuova Giulia Quadrifoglio fa ampio ricorso alla fibra di carbonio, alla lega leggera e ai compositi d’alluminio. La ripartizione dei pesi, a fronte di una massa prossima a 1.500 chilogrammi, rispetta il rapporto 50/50 tra avantreno e retrotreno e sono confermati i rumors in merito alle varianti di trazione a due e a quattro ruote motrici (Q4).
Chiamata a scontrarsi con vetture blasonate quali Audi A4, Bmw Serie 3 e Mercedes-Benz Classe C, può contare su di un differenziale Torque Vectoring e su di un impianto frenante da prima della classe, forte di dischi carboceramici.

Tanta raffinatezza trova coronamento nell’aerodinamica attiva, per la prima volta sdoganata dalle supercar e dedicata a una berlina high performance. La stretta parentela con Ferrari è confermata dal pulsante d’avviamento lungo le razze del volante, mentre al V6 3.0 biturbo made in Maranello è probabile si affianchino un moderno 2.0 turbo benzina da 180, 250 e 350 cavalli e un V6 3.0 biturbo diesel di derivazione Maserati, forte di ben 340 cavalli. Unità, quest’ultima, che affiancherà un più parsimonioso 2.2 td da 135, 180 e 210 cavalli.

La nuova Giulia verrà presentata al pubblico al Salone di Francoforte a settembre, sarà ordinabile da fine anno e verrà consegnata a primavera 2016.

A cura di RED Live

Leggi le altre recensioni alla pagina motori


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi