Google+

Giorgio La Pira, lui sì che sarebbe l’uomo giusto per uscire da questa crisi

aprile 14, 2013 Pippo Corigliano

Pregava molte ore davanti al Tabernacolo. Da lì trovava la forza di occuparsi dei problemi minuti e la capacità di pensare in grande

Quando da ragazzo lessi su Cammino di Josemaría Escrivá: «Queste crisi mondiali sono crisi di santi», mi parve un bel pensiero che affermava una verità profonda che però si sfumava nello svolgersi della storia. Oggi quel pensiero mi pare un’affermazione tagliente che ha molto da dirci. Noi italiani ne abbiamo una prova sperimentale recente nella nostra storia del Dopoguerra.

Ho conosciuto quando avevo vent’anni Giorgio La Pira, in un incontro breve con molti altri studenti, e n’ebbi l’impressione di una persona entusiasta e colta: ci parlò dell’incontro pacifico dei popoli e in particolare dell’intenzione di toccare il cuore di Kruscev e degli altri potenti capi comunisti russi. All’epoca i giornali parlavano di La Pira come di un visionario esaltato. Col tempo ho approfondito la sua figura che ora mi appare portatrice di un messaggio decisivo: o torniamo alla fede viva o non usciremo dalla crisi generale.
La Pira era di Messa quotidiana, passava molte ore davanti al Tabernacolo e credeva nella forza della preghiera: aveva stretto un’alleanza con conventi di clausura per farsi sostenere nella sua opera di sindaco di Firenze e di operatore politico internazionale. Da lì trovava la forza di occuparsi dei problemi minuti della povera gente e la capacità di pensare in grande per affrontare con coraggio i problemi più spinosi di politica internazionale. Occorre fare così. Occorrono uomini di fede e preparati professionalmente come lui. Le crisi mondiali sono davvero crisi di santi.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. franz scrive:

    condivido in toto :)

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana