Google+

Giappone. Tre anni e mezzo dopo Fukushima, tutto pronto per il ritorno al nucleare: «Ne abbiamo bisogno»

novembre 7, 2014 Redazione

La centrale di Sendai, nel sud del paese, soddisfa i nuovi parametri di sicurezza. Abitanti, Consiglio comunale e governatore sono d’accordo

Il Giappone torna al nucleare dopo uno stop durato tre anni. Il governatore di Kagoshima, Yuichiro Ito, ha dato la sua approvazione finale al progetto che prevede la riaccensione di due reattori di una centrale nucleare nel sud del paese.

DOPO FUKUSHIMA. Dopo il disastro di Fukushima, causato dallo tsunami seguito a un violentissimo terremoto, tutti i 48 reattori nucleari del Giappone sono stati spenti. Negli ultimi due anni il paese ha messo a punto nuove misure di sicurezza che le centrali devono rispettare per poter tornare in funzione. L’impianto di Sendai sarà il primo a ripartire nei primi mesi del 2015, dopo aver soddisfatto a luglio i nuovi parametri.

«NE ABBIAMO BISOGNO». «Considerato tutto, devo dire che abbiamo ancora bisogno del nucleare ed è estremamente importante per noi portare velocemente a termine il piano», ha dichiarato Ito in conferenza stampa, come riportato dal Guardian. L’approvazione del governatore era l’ultimo passaggio legale necessario, dopo che a fine ottobre il consiglio comunale del paese che ospita la centrale, Satsumasendai, ha dato il via libera con 19 voti favorevoli su 26. Il ministro dell’Economia, Yoichi Miyazawa, ha salutato positivamente l’esito della votazione: «Per noi è davvero importante guadagnare la comprensione dei residenti».

RESIDENTI D’ACCORDO. Nonostante 200 persone abbiano manifestato la loro opposizione, la stragrande maggioranza dei 100 mila abitanti è favorevole al nucleare . Tutta l’economia della città si basa infatti sulla centrale nucleare, grazie alla quale il Comune riceve miliardi di yen in sussidi e agevolazioni.

ENERGIA NUCLEARE. Quest’anno il premier Shinzo Abe ha annunciato la decisione di non rinunciare all’energia nucleare. Prima del fatidico 11 marzo 2011, l’atomo soddisfaceva il 30 per cento del fabbisogno energetico del Giappone. Da quando i reattori sono stati spenti, il governo ha dovuto importare ingenti quantità di gas naturale e petrolio, arrivando a spendere 34 miliardi di dollari in più all’anno e causando un aumento vertiginoso della combustione fossile, creando notevoli danni all’ambiente.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi