Google+

Giannino: “Sono contrario a adozioni gay. E’ la mia posizione personale”

febbraio 18, 2013 Redazione

Oscar Giannino, dopo le sue dichiarazioni a La Zanzara, scrive di essere per la famiglia tradizionale, ma di essere d’accordo a dare certi diritti a libere unioni tra privati

 Oscar Giannino, leader di Fare per fermare il declino, dopo le sue dichiarazioni alla trasmissione radio La Zanzara in merito a matrimoni e adozioni per le coppie omosessuali («Tuteliamo i bambini, ma non sono contrario. Amore ai figli anche in un’altra famiglia»), ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un post.

In esso, Giannino scrive che i matrimoni gay sono “un punto che non rientra nel nostro programma, costituito dalle priorità per rilanciare l’economia in equilibrio di bilancio pubblico, ricentrare il welfare a vantaggio delle vittime della crisi, e una serie di proposte per rimettere merito e pulizia al centro della vita pubblica”.

Per questo, dice il giornalista, sulla questione “le mie opinioni sono personali. E sono queste. IO sono e resto per la famiglia naturale, e quando mi chiedono di adozioni o concepimenti in legami omosessuali dico no, perché nel nostro codice mancano tutele per i soggetti deboli in questo caso, cioè ovviamente i bambini. Bisogna cominciare di là”.

“Altro paio di maniche  – prosegue – è se le libere unioni tra privati – siano dello stesso sesso o tra anziani soli che vogliono reciprocramente darsi una mano – possano far discendere diritti particolari in campo patrimoniale, successorio e di accesso al welfare. In quel caso occorre stabilire quali vincoli temporali di impegno reciproco i due siano disposti ad assumersi in forme stabilite dall’ordinamento, e in questo caso non sarei contrario, anche considerando la condizone di dissolvimento mononucleare che interessa strati sempre più vasti della società italiana a basso reddito”.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

9 Commenti

  1. francesco taddei scrive:

    sono stato ad un incontro di giannino, oltre a seguirlo in televisione. a più riprese ha affermato che la sua lista è per lasciare libertà di coscienza sui temi etici, quindi è anche sbagliato prendere lui solo come riferimento, benchè icona del movimento ma non padrone. incominciamo invece a lavorare per l’unità dei cristiani nei loro diversi ambiti e partiti, invece di accontentarci di partiti pieni di gente incompetente, ma cattolicissimi (nel pubblico solamente, poi in privato se ne fottevano) che negli ultimi trent’anni hanno fatto perdere all’italia e agli italiani benessere, produttività, industrializzazione e hanno disarticolato un’intera società ormai piena di corpi fuori dallo stato.

  2. Su Connottu scrive:

    @ Per Luigi Tossani
    Molto puntuale il riferimento all’articolo di Allam, grazie!

    • grazie a te, se sei d’accordo diffondi tempestivamente!….

      • gmtubini scrive:

        Tossani, tu fai bene a diffondere, ma io temo proprio che anche quest’anno ci sarà la possibilità di cenare in trattoria con tutti quelli che nel mio distretto hanno votato per Allam, e senza prenotazione! :-)
        Se non altro mangeremo tra amici.

        • ..come diceva Benigni, “pole essere” che tu abbia ragione!…

          d’altronde, come ragionavo nella riflessione sul blog, a: http://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2013/02/13/siccome-io-amo-litalia-ho-deciso-per-chi-votare/, credo che si debba – comunque! – dare un segnale di desiderio di cambiamento, e su questo punto mi pare che il programma di “Io amo l’Italia”, pur non perfetto, sia scevro dalle pesantissime ambiguità e storture ideologiche che, di fatto, caratterizzano le altre formazioni.

          c’è anche un altro fattore: con l’aria di caos che tira, questo potrebbe essere solo il primo passo verso una successiva tornata elettorale, dove chi porta idee chiare potrebbe arrivare più rafforzato.

          e poi, hai visto mai… ci sta che per la cena si debba essere costretti a prenotare!!!… hehehehe

          .

          • gmtubini scrive:

            Sono d’accordo con te.
            Aggiungo solo che a questo giro la sinistra vincerà e sgovernerà quel tanto che basterà agli italiani a non volerci più aver a che fare per un bel pezzo, e pertanto sarebbe questa l’occasione unica per dare un segnale di cambiamento nella direzione che piace a noi.
            Alle brutte si prenderà un panino col lampredotto dal trippaio.

  3. ErikaT scrive:

    Ritiro allora quello che avevo detto nell’ altro articolo su Giannino in cui avevo espresso apprezzamento per le sue parole, inoltre come ho già spiegato sul mio blog: non esiste nessuna famiglia naturale perchè la famiglia è un’ istituzione culturale! Mi ero quindi sbagliata su quest’ uomo.
    Per andare al mio blog cliccare sul mio nick.

  4. Mario scrive:

    Giannino chi?
    Quello che ha falsificato il suo CV millantando titoli in America che non ha mai conseguito?

  5. cirillo scrive:

    Bersani chi? Quello che usa foto vecchie per mostrare una piazza stracolma di gente? ( MPS a parte)

    Grillo chi? Quello sponsorizzato dai massoni della Casaleggio e company, e tarocca le foto di piazza con il fotoshop?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana