Google+

Giannino: “Sono contrario a adozioni gay. E’ la mia posizione personale”

febbraio 18, 2013 Redazione

Oscar Giannino, dopo le sue dichiarazioni a La Zanzara, scrive di essere per la famiglia tradizionale, ma di essere d’accordo a dare certi diritti a libere unioni tra privati

 Oscar Giannino, leader di Fare per fermare il declino, dopo le sue dichiarazioni alla trasmissione radio La Zanzara in merito a matrimoni e adozioni per le coppie omosessuali («Tuteliamo i bambini, ma non sono contrario. Amore ai figli anche in un’altra famiglia»), ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un post.

In esso, Giannino scrive che i matrimoni gay sono “un punto che non rientra nel nostro programma, costituito dalle priorità per rilanciare l’economia in equilibrio di bilancio pubblico, ricentrare il welfare a vantaggio delle vittime della crisi, e una serie di proposte per rimettere merito e pulizia al centro della vita pubblica”.

Per questo, dice il giornalista, sulla questione “le mie opinioni sono personali. E sono queste. IO sono e resto per la famiglia naturale, e quando mi chiedono di adozioni o concepimenti in legami omosessuali dico no, perché nel nostro codice mancano tutele per i soggetti deboli in questo caso, cioè ovviamente i bambini. Bisogna cominciare di là”.

“Altro paio di maniche  – prosegue – è se le libere unioni tra privati – siano dello stesso sesso o tra anziani soli che vogliono reciprocramente darsi una mano – possano far discendere diritti particolari in campo patrimoniale, successorio e di accesso al welfare. In quel caso occorre stabilire quali vincoli temporali di impegno reciproco i due siano disposti ad assumersi in forme stabilite dall’ordinamento, e in questo caso non sarei contrario, anche considerando la condizone di dissolvimento mononucleare che interessa strati sempre più vasti della società italiana a basso reddito”.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

9 Commenti

  1. francesco taddei says:

    sono stato ad un incontro di giannino, oltre a seguirlo in televisione. a più riprese ha affermato che la sua lista è per lasciare libertà di coscienza sui temi etici, quindi è anche sbagliato prendere lui solo come riferimento, benchè icona del movimento ma non padrone. incominciamo invece a lavorare per l’unità dei cristiani nei loro diversi ambiti e partiti, invece di accontentarci di partiti pieni di gente incompetente, ma cattolicissimi (nel pubblico solamente, poi in privato se ne fottevano) che negli ultimi trent’anni hanno fatto perdere all’italia e agli italiani benessere, produttività, industrializzazione e hanno disarticolato un’intera società ormai piena di corpi fuori dallo stato.

  2. Su Connottu says:

    @ Per Luigi Tossani
    Molto puntuale il riferimento all’articolo di Allam, grazie!

    • grazie a te, se sei d’accordo diffondi tempestivamente!….

      • gmtubini says:

        Tossani, tu fai bene a diffondere, ma io temo proprio che anche quest’anno ci sarà la possibilità di cenare in trattoria con tutti quelli che nel mio distretto hanno votato per Allam, e senza prenotazione! 🙂
        Se non altro mangeremo tra amici.

        • ..come diceva Benigni, “pole essere” che tu abbia ragione!…

          d’altronde, come ragionavo nella riflessione sul blog, a: http://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2013/02/13/siccome-io-amo-litalia-ho-deciso-per-chi-votare/, credo che si debba – comunque! – dare un segnale di desiderio di cambiamento, e su questo punto mi pare che il programma di “Io amo l’Italia”, pur non perfetto, sia scevro dalle pesantissime ambiguità e storture ideologiche che, di fatto, caratterizzano le altre formazioni.

          c’è anche un altro fattore: con l’aria di caos che tira, questo potrebbe essere solo il primo passo verso una successiva tornata elettorale, dove chi porta idee chiare potrebbe arrivare più rafforzato.

          e poi, hai visto mai… ci sta che per la cena si debba essere costretti a prenotare!!!… hehehehe

          .

          • gmtubini says:

            Sono d’accordo con te.
            Aggiungo solo che a questo giro la sinistra vincerà e sgovernerà quel tanto che basterà agli italiani a non volerci più aver a che fare per un bel pezzo, e pertanto sarebbe questa l’occasione unica per dare un segnale di cambiamento nella direzione che piace a noi.
            Alle brutte si prenderà un panino col lampredotto dal trippaio.

  3. ErikaT says:

    Ritiro allora quello che avevo detto nell’ altro articolo su Giannino in cui avevo espresso apprezzamento per le sue parole, inoltre come ho già spiegato sul mio blog: non esiste nessuna famiglia naturale perchè la famiglia è un’ istituzione culturale! Mi ero quindi sbagliata su quest’ uomo.
    Per andare al mio blog cliccare sul mio nick.

  4. Mario says:

    Giannino chi?
    Quello che ha falsificato il suo CV millantando titoli in America che non ha mai conseguito?

  5. cirillo says:

    Bersani chi? Quello che usa foto vecchie per mostrare una piazza stracolma di gente? ( MPS a parte)

    Grillo chi? Quello sponsorizzato dai massoni della Casaleggio e company, e tarocca le foto di piazza con il fotoshop?

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rialzata, “rinforzata” nel look ma con lo stesso grande comfort di ogni Classe E, la All Terrain entra di forza nel segmento delle Statio Wagon rialzate. Offre tanto spazio e un comfort sontuoso, ma la sua attitudine off road è reale

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi All Terrain proviene da RED Live.

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi