Google+

George Lucas saluta Star Wars, il capo di Darth Fener ora si chiama Mickey Mouse

ottobre 31, 2012 Paola D'Antuono

La Lucasfilm diventa proprietà della Disney e con essa anche il marchio della saga di Guerre Stellari. Il commento di Lucas: «È giunto il momento di lasciare la saga nelle mani di nuovi registi».

La notizia è di quelle da urlo: la Lucasfilm è stata acquisita totalmente dalla Disney. Che tradotto vuol dire: il marchio Star Wars è stato ceduto alla fabbrica di Minnie e Topolino per 4 miliardi di dollari. Una cifra da brivido, che l’amministratore delegato della casa di produzione fondata da Walt Disney ha commentato così: «Lucasfilm riflette la passione, la visione e il modo di raccontare storie del suo fondatore George Lucas. Questa acquisizione comprende un gruppo di contenuti di altissimo livello tra cui Star Wars, una delle più grandi saghe d’intrattenimento di tutti i tempi a cui Disney, da oggi proprietaria unica, intende dare valore significativo nel lungo periodo». Questo è il terzo colpaccio messo a segno dalla casa di Burbank, dopo l’acquisizione di Marvel nel 2009 e di Pixar nel 2006.

ADDIO GEORGE. Impossibile pensare che qualcun altro possa occuparsi delle avventure di Dart Fener e soci. Eppure il commento di Geroge Lucas lascia poco spazio all’immaginazione: «Negli ultimi 35 anni, uno dei miei più grandi piaceri è stato vedere Star Wars attraversare le generazioni. Ora è giunto il momento di lasciare Star Wars nella mani di nuovi registi. Ho sempre creduto che la saga potesse vivere a prescindere da me e pensato che fosse importante organizzare questo passaggio personalmente. Sono sicuro che Star Wars  e la Lucasfilm tutta sotto la guida di Kathleen Kennedy e con l’organizzazione Disney, vivrà e prospererà per molte stagioni a venire». Che dire? Se lo augurano anche i fan.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana