Google+

Genova, inquisito per dieci anni arriva finalmente a processo. Ma intanto è morto

gennaio 11, 2013 Chiara Rizzo

Ritardi e dimenticanze hanno fatto sì che una semplice indagine per una presunta estorsione ad un pizzaiolo dal 2003, arrivasse a processo solo ora. Troppo tardi

Era una sera del 2003, quando tra i carruggi di Genova, in una pizzeria, scoppiò una lite tra il gestore di una pizzeria e un commerciante: quest’ultimo sosteneva che il pizzaiolo non lo avesse pagato per alcune vendite. Il gestore della pizzeria, invece, raccontò che il commerciante lo aveva ingiustamente minacciato, e lo denunciò per estorsione. Un pubblico ministero, allora in servizio nel capoluogo ligure, ha aperto un fascicolo per quell’inchiesta, che raccoglieva le poche pagine con le dichiarazioni del pizzaiolo.

DIMENTICANZE BUROCRATICHE. In un paese normale, dopo la denuncia, la macchina giudiziaria avrebbe dovuto mettersi immediatamente in moto per verificare se il presunto colpevole avesse davvero commesso il reato. Invece il fascicolo di questa storia genovese si è smarrito negli ingranaggi del tempo della burocrazia nostrana. È passato di mano in mano da un pm all’altro, dentro la procura di Genova, via via che i responsabili dell’inchiesta venivano trasferiti.

Nel 2011, otto anni dopo la denuncia, è parso che qualcosa si fosse finalmente sbloccato quando il pm ha ritenuto il commerciante colpevole e ha chiesto che venisse rinviato a giudizio. Sono passati invece ancora quasi due anni di silenzio. Finalmente a settembre scorso, il giudice delle indagini preliminari ha convocato imputato e accusatore e i loro avvocati.

Ed è stato così che si è scoperto che il commerciante accusato, dimentico dei tempi della giustizia italiana e dei conti che lasciava in sospeso, è morto. Solo che nessuno in tribunale o in procura si è preso la briga di verificare e l’avvocato difensore dell’imputato lo ha potuto notificare solo ora. In questi giorni il giudice per l’udienza preliminare, Adriana Petri ,ha messo la parola fine al fascicolo dimenticato, con la sentenza di estinzione del reato per morte del reo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rialzata, “rinforzata” nel look ma con lo stesso grande comfort di ogni Classe E, la All Terrain entra di forza nel segmento delle Statio Wagon rialzate. Offre tanto spazio e un comfort sontuoso, ma la sua attitudine off road è reale

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi All Terrain proviene da RED Live.

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi