Google+

Gender a scuola. Il ministro Giannini annuncia nuove Linee guida che saranno redatte consultando i genitori

giugno 5, 2014 Redazione

Rispondendo al question time, il ministro dell’istruzione ha detto che aggiornerà le nuove linee guida sulla lotta al bullismo, onde evitare altri “casi” come quello degli opuscoli Unar

beck-unarIeri alla Camera il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, rispondendo durante il question time a un’interrogazione del deputato di FdI Fabio Rampelli, ha detto che il ministero emanerà delle nuove linee guida sui corsi e le iniziative di contrasto al bullismo nelle scuole.
Rampelli nella sua interrogazione ha fatto esplicito riferimento agli opuscoli dell’Unar, “Educare alla diversità a scuola”, e a quelle iniziative «che stanno suscitando animate proteste da parte delle associazioni dei genitori, che, in particolare, criticano la giovane età di molti degli studenti coinvolti, nonché il fatto di non essere stati affatto coinvolti circa la decisione sull’opportunità o meno di dar luogo a tali iniziative».

ENTRO SETTEMBRE. Il ministro, nella sua risposta, pur ribadendo l’impegno del ministero nella lotta al contrasto di ogni forma di discriminazione, ha annunciato che entro settembre verranno aggiornate le Linee guida predisposte dal suo predecessore Giuseppe Fioroni. Giannini ha ribadito l’estraneità del ministero alla redazione e diffusione degli opuscoli dell’Unar (che sono stati bloccati) e affermato che le nuove Linee guida saranno stabilite attraverso il confronto con i genitori dei bambini (le cui associazioni erano state totalmente ignorate dall’Unar che, invece, si era affidato alle sole consulenze di 29 associazioni Lgtb).

CON I GENITORI. Su Avvenire di oggi sono riportate le parole di Roberto Gontero (Agesc) che ricorda che «proprio nell’incontro che abbiamo avuto a maggio avevamo chiesto al Ministro di riscrivere le Linee guida, perché riteniamo irrealistico che entrino nelle classi dei nostri figli contenuti che non hanno ricevuto il preventivo consenso dei genitori. Il ministro ha recepito queste nostre preoccupazioni e di questo siamo certamente soddisfatti». Così come soddisfatto è Fabrizio Azzolini (Age, Associazione genitori): «Quella del ministro mi sembra una proposta di buon senso che fa definitivamente cadere tutte le azioni di chi, senza nemmeno coinvolgere i genitori, voleva contrabbandare nelle scuole ciò che nulla aveva a che fare con il doveroso contrasto a ogni forma di discriminazione».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

94 Commenti

  1. Shiva101 scrive:

    Ma i genitori che cavolo ne sanno di psicologia e su come debba essere trattata l’identita di genere?
    Ma che ne puo sapere una casalinga o un elettricista??

    Sperate forse che le famiglie si rivolgano ai PRETI per farsi dare indicazioni??

    Sopravvivete solo grazie alla politica.

    • luca scrive:

      allora dacci tu lezioni dall’alto della tua scienza.
      e noi sotto ad imparare.

    • Stefania scrive:

      Rispondo a Schiva, i genitori sanno meglio di te come educare i figli. Non occorre la psicologia o istruzioni x l’uso, essi usano il cuore e la ragione. Non discriminare le casalinghe che sicuramente sanno discernere più di te ciò che è buoni da ciò che è male. No al l’ideologia di gender!!!!!

      • Shiva101 scrive:

        ah secondo lei i temi sull’identita di genere non c’entrano nulal con la psicologia e sussuologia ??
        e possono essere affrontati da chiunque .. con il cuore..!

        ma certamente…!

        • Q.B. scrive:

          Il punto che ti sfugge è soprattutto un altro: chi ha deciso che i figli debbano essere obbligatoriamente “educati” all’identità di genere?

          Parafrasando il tuo ragliare: se ti piace tanto l’ìidentità di genere insegnala tu ai tuoi figli (quando avrai capito come si fanno) a casa tua o nella scuola che preferisci e che ti paghi tu.

          Bello il giochetto, vero?

          • Shiva101 scrive:

            Chi ha detto che debbano essere educati ?
            lasciali ignoranti…

            no, non è un bel giochetto..

            dai fatela finita di trovare scuse stupide…

            • Giannino Stoppani scrive:

              Stai facendo confusione tra ignoranza e maleducazione.
              Si può essere coltissimi e maleducati.
              L’educazione spetta alla famiglia, l’insegnamento alla scuola.
              Quando si usa la scuola per imporre una morale dello Stato ai bambini si commette un’ingerenza gravissima.
              Ciò detto con la Costituzione alla mano.

            • Toni scrive:

              La “Costituzione in mano” per te è qualcosa di difficile e forse equivoca. Ti aiuto a condizione che lo leggi tutto:

              Art. 30. Costituzione italiana
              “È dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori del matrimonio.”

              Chiaro?… Un particolare che ti sfugge?

            • Franco scrive:

              allora perchè volete educarli voi?
              Smettetela!

              • luca scrive:

                tu puoi educare i tuoi figli, se ne hai, come vuoi. ma sono certo che preferisci delegare allo stato questo compito, e tu farti i cazzacci tuoi. e ti credo bene, educare un figlio non è facile, viene voglia di delegare. e questo è ancor più vero per tematiche come quelle sessuali, in cui spesso c’è un gap tra padre e figlio. ma, in ogni caso, in quel gap non voglio infilarci lo stato ( e nemmeno le organizzazioni LGBTQXYZ)

        • cosimo scrive:

          datti una guardata, non lo hanno fatto i preti …te lo assicuro..
          https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=2qx6geFpCmA

    • Cisco scrive:

      @Shiva
      E Luxuria che cavolo ne sa di psicologia? E chi ha detto che gli psicologi non possono essere invitati? Consultare i genitori non significa debbano essere loro a entrare in classe. D’altra parte anche la psicologia può essere affrontata partendo dal buon senso o dalla ideologia del gender, la scienza non è neutrale e – soprattutto le scienze sociali – pienamente falsificabile.

    • Quercia scrive:

      Art. 30. Costituzione italiana

      “È dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori del matrimonio.”

      PS: La ministro deve ancora spiegare com’è stato possibile che del materiale del genere sia riuscito a penetrare nelle scuole italiane ed insegnato a dei minorenni.

    • Franco scrive:

      Volete combattere le discriminazioni e siete i primi a discriminare
      Sono un genitore ed elettricista e mi sento discriminato dalle tue affermazioni.
      Se vuoi rispetto devi dare rispetto!
      Razzoli male e predichi male.
      Per averti educato con queste idee i tuoi genitori che lavoro facevano?
      Frequento i Preti e sono molto ma molto più rispettosi ed educati di quanto non lo sia tu.

  2. luca scrive:

    complimenti al ministro. faccio notare che si tratta di un ministro laico, che viene da un partito laico; segno che l’importanza di questi valori, in primis la libertà di pensiero e di educazione, è insita in tutti gli uomini e le donne non ideologizzate.

  3. giesse scrive:

    il ministro ha rassicurato circa la diffusione dei libretti Unar
    intanto, quatto quatto, diventa legge il ddl Scalfarotto
    Ghe ciapen per ul cu, sveglia!

  4. Giovanni (Cattivo) scrive:

    Son d’accordo anche io. Così almeno le associazioni dei genitori bigotti non potrenno sol strillare “insegnano la msturbazione all’asilo!”, ma dovranno confrontarsi con gente preparata su cosa dire ad un bambino piccolo che prova piacere a toccarsi il pisello. Temo che la risposta “fai piangere l’angelo custode e diventi cieco” non sarà ammessa

    • Fran'cesco scrive:

      Le associazioni genitori collaborano da anni con consultori familiari, psicologi, pedagoghi etc, con tanta buona volonta’ e poco supporto dal miur.
      Se la “gente preparata” e’ quella che distribuisce volantini porno davanti alle scuole siamo a cavallo.

      • Toni scrive:

        Sono impregnati di razzismo etico di tipo “scientifico”. Una volta era solo quello socialista e giustificavano , in nome di questo, che per per forza le persone dovevano vestirsi allo stesso modo, fargli avere le stesse cose , pensare ad un solo partito ecc. Poi la storia li ha presi a calci nelle gengive e sono mutati in progressisti. Ma propongono sempre la stessa sozzura.
        In forza di questo razzismo, credono che i genitori, che hanno un rapporto diretto, consapevole e responsabile verso i figli, devono “tutti” passare attraverso “esperti” perché incapaci di saper fare il meglio per i propri figli. Meglio se gli esperti sono quelli buoni …. sul loro modello (certificati da Bifocale o dal Vermilingue).

        • Fran'cesco scrive:

          si, esperti politicamente corretti, antropologicamente neutri e inclusivamente genderisti.

    • Q.B. scrive:

      @ giovanni: il cosa, il come, il quando insegnare a un bambino che prova piacere a toccarsi li pisellino (ma dai? non lo si sarebbe mai immaginato che simili cose accadessero, sono rimasto scandalizzato!) lo decidono i genitori, se vogliono anche usando la metafora dell’angelo custode. Si chiama diritto/dovere di educazione coerente con i valori della famiglia. Punto.
      E personalmente sconsigliere di pestare troppo su questo tasto perchè i genitori possono diventare belve quando si cerca di mettere le mani sui loro bambini.

      • Shiva101 scrive:

        Lo decidono i genitori fino ad un certo punto,
        come in tutte le cose ci sono modalità e metodi opportuni..
        genitori islamici potrebbero insegnare che il matrimonio combinato è unacosa giusta,
        o che sia immorale girare senza velo in faccia..

        ma di quali valori parliamo ? a quelli indotti da un leader religioso??
        dai lascia stare…

        siete del tutto relativisti.. a quello che fa piu comodo alla vostra setta..
        siete la dimostrazione di quanto la famiglia possa diventare un grosso problema e di come sia inadatta a garantire una corretta educazione..

        le mani sui bambini finora ce li messe la chiesa …

        • toni scrive:

          Shiva101

          L’unica famiglia che ha grossi problemi … è la tua.

          PS – Mi mancavi

          • Fran'cesco scrive:

            Noooooo, Toni… delusione :-(

            • Toni scrive:

              Ma è liberatorio….credimi… non è possibile sopportarlo !!! (guarda :-) niente più, da adesso, faccine tristi.)
              Adesso vaneggia di Stato etico che con tecnocrati esperti devono dire alle famiglie quello che devono fare.
              Ma alla fine credo che pure a lui mancano le mie manifestazioni d’affetto.

            • Laura scrive:

              Io tifo per Schiva,
              volteggia da un argomento all’altro, contraddicendosi in continuazione, ma con una noncuranza e leggerezza sua propria che fa pensare più allo svolazzio di una libellula a caccia di insetti che al gracidare di un rospo.
              Siamo in primavera!

              • Q.B. scrive:

                Shiva in realtà è stipendiato da Tempi per fare da spalla a tutti noi. Ogni sua sparata è un assist che chiunque può cogliere per dimostrare la giustezza delle posizioni della Chiesa e l’assurdità dei deliri lgbtocnpsivnepiv. E’ impagabile.

        • Giannino Stoppani scrive:

          I genitori islamici insegnano che è lecito uccidere gli infedeli (verrebbe da scrivere “te compreso” ma io sono sicuro che tu saresti il primo a metterti a “buo punzoni” tutti i venerdì che Allah manda in Terra).
          La cosa non ti sconfinfera?
          Faglielo presente sui loro siti, se hai il coraggio.
          O ti piace fare lo strafottente solo con chi sai che non ti prenderà mai a calci nelle tue devastate terga?!

        • Raider scrive:

          “I genitori decidono fino a un certo punto”? Se la ‘funzione genitoriale’ è intesa in modo da essere subordinata alle idee vincenti di uno o dell’altro schieramento scientifico, la cultura gender e il radicalismo del Pensiero Unico – altroché relativismo della pluralità di soggetti, agenzie educative, teorie scientifiche in competizione: si fa come dico io e il team di esperti lo scelgo io e per chi non è d’accordo, è in arrivo il ddl Scalfar8 o equipollenti – dimostra a cosa mira: a sottrarre l’educazione non alla Chiesa, ma alla famiglia. Sarà un caso: ma l’obiettivo, colpendo l’una, è rendere superflua e tollerata fino a nuovo ordine l’altra. L’ordine nuovo sarà: la ‘funzione genitoriale’, come quella riproduttiva, va lasciata agli esperti, non a genitori irresponsabili che pretendono di educare secondo principi liberamente scelti e ritenuti giusti la prole, messa al mondo senza chiedere il permesso alle pubbliche autorità. No?
          E come no! Poi, dicono che certe cose sono timori inventati e invenzioni paranoiche: intanto, foverni e esperti ci provano a tradurre la paranoia in solida realtà. Chi gli dice che i genitori non hanno il diritto di educare i figli, quelli che stabiscono che non sono in grado di farlo e vorrebbero espropriare i genitori della patria potestà? Un team di esperti? Ma i team vanno consultati per permettere di decidere, non hanno certo un potere politico al di fuori e al di sopra del potere sovrano, che è del popolo! Espongono il proprio parere tecnico, se richiesti di farlo e dopo, a decidere sarà il sovrano! E in materie tanto delicate, la ‘democrazia diretta’ vale nel senso che ogni decisione è rimessa alla disponibilità delle famiglie.
          E poi, cos’è l’idea di una ospedalizzazione della società, non da riformare, ma da curare, meglio se preventivamente, per difenderla dai suoi membri? Stiamo andando, senza rendercene conto, verso un modello di società ‘ideale’ in cui tutto ciò che è reale è – esso, sì – irrazionale, peccato, errore, imperfezione, malattia… E che coraggio, poi, scagliarsi contro le famiglie islamiche al solo scopo di dare addosso a quelle cristiane! Né si vorrebbero ripetere qui cose altre volte dette e mai smentie sui reati di pedofilia che coinvolgono la Chiesa cattolica meno di altre confessioni, meno di rabbini e imam, di personale scolastico e medico, di istruttori sportivi, dei valorosi stupratori di minori in forza ai Caschi Blu dell’O.N.U. e agli eserciti regolari di tutto del mondo e via dicendo, senza delimitazioni confessonali, professionali, culturali, periziali.

          • Shiva101 scrive:

            Raider, ti ho dimostrato con semplici esempi che “principi liberamente scelti” possono essere di qualunque genere dal razzismo all’estremismo a qualqunaue forma di ignoranza ..

            non mi sembra difficile da capire..

            tu stesso ritieni “giusto” insegnare che gli omosessuali sono egoisti ecc… no?

            E’ ovvio che l’educazione con la E maiusocla, sana e civile vada necessariamente contro i dogmi religiosi.. devo rifare gli esempi con gli islamici?
            E’ ovvio perche quela è una ideologia , che nasce da interessi PRIVATI..

            Potrai ritenere anche l’educazione civica una forma di plagio ecc..
            questo sta al tuo buon senso.

            • Raider scrive:

              Shiva101, lei hai dimostrato a me cosa, come e quando? Se si riferisce a cose risapute che non aspettavano di essere registrate da lei nel regno delle idee o come se ovvietà a tutti note fossero sfuggite a me e solo me, direi che lei dimostra un modo molto modesto di sopravvalutare le sua capacità dimostrative. Se devo giudicare da quello che lei attribuisce a me, poi, come il fatto che io ritenga “giusto” insegnare agli omosessuali che sono egoisti, quando io parlavo di quello che si vorrebbe insegnare ai bambini fino a requisirli alle famiglie per disontissicarli dalla propaganda clericale consistente nellaver un padre e una madre, quel modello tradizionale in quantoché eterosessuale ovvero la famiglia a modello unico che i bambini li mette al mondo, direi che lei è passato dal regno delle idee, di cui non ha idea, direttamente al regno dei sogni.
              Qui, dopo che lei giudicato lampi di genio quelle allucinazioni che l’hanno portata a scambiare per novità rivoluzionaria ciò che non le sembra abbastanza banale, ecco che – forse, per compensare il genio con qualcosa di pià terra terra – scambia per ovvietà una trovata che è come il cilindro tirato fuori dal coniglio: cioè, che “l’educazione con la E maiuscola, sana e civile vada necessariamente contro di dogmi religiosi.” Ritenendo, quindi, ìdi dover fare quealche esempio, lei, giustamente, fa l’esempio sbagliato, l’islamismo, che lei non andrà mai a sfruculiare, ma che usa come un utile strumento di persuasione: anche qua, senza onere di dimostrazione, perchè si capisce benissimo che non c’entra niente.
              E siccome non può perdere tempo a riflettere neppure per mezzo secondo, dopo aver accusato il dogmatismo altrui dando prova – stavolta, senza neppure proporsi di dimostrare alcunché – di che tempra sia il dogmatismo che professa lei, finisce per definire l’ideologia, quella degli altri, come interessi privati: fra l’altro, come se il suo modello di educazione dei figli degli altri e di modelli di famiglia che figli non ne fa, ma li vuole lo stesso, non fosse il riflesso speculare di una ideologia con cui i suoi interessi, per quello che si è capito, non c’entrassero niente.
              Infine, preso dalla nostaglia di essersi spinto troppo lontano con l’audacia del pioniere delle terre incognite del pensiero, torna al punto di partenza: ma, sul filo della modestia che si attrabuisce con poca modestia, lo fa in ipotesi, dicendo che io, magari, chissà, sono, potrei essere (lo scoprirà lei, un giorno o l’altro), chissà potrei, in effetti, magari, così, per sbaglio, nel tempo libero, o a giorni alterni, uno che considera “l’educazione civica una forma di plagio.” Detto da lei, Shiva101, che, stando ai suoi commenti, plagia in modo meccanico e coattivo soltanto forme di pensiero automatico e coatto, il mio buon senso può anche starsene, per una volta, in completo riposo.

        • domenico b. scrive:

          Shiva666, perdonami la crudezza ma è impensabile che chi non sa nemmeno distinguere qual’è il buco giusto si erga ad insegnante in materie riguardanti la sessualità e l’affettività. Procuratevi un paio di occhiali e poi ne riparliamo

  5. Giovanni (Cattivo) scrive:

    Io credo che se i programmi scolastici prevedono l’insegnamento dell’evoluzione e nessuno può mettersi in mezzo dicendo che lui vuole che suo figlio creda che il mondo è stato creato da Dio in sette giorni nel 4004 avanti cristo possano contene informazioni sulla sessualità anche a partire dalla scuola elementare. Devono certamente derivare da conoscenze consolidate ed essere espresse im modo adatto, ma vi assicuro che anche con questo filtro a molti di voi si rizzeranno i capelli in testa. Ma stavolta le associazioni dei genitori saranno state consultate e voglio proprio vedere a quali specchi vi appenderete.

    • Toni scrive:

      Posso dirti che ho l’impressione, che dal tuo post auspichi l’arrivo di “esperti” che come sgherri le danno di santa ragione ai genitori? Preciso che è solo una innocente impressione e che, conoscendoti ed apprezzandoti per la tua statura morale, sicuramente non ti avrà sfiorato la mente.

      • Giovanni (Cattivo) scrive:

        Qualsiasi esperto in sessualità infantile sa che i bambini giocano al dottore tra loro e si toccano i genitali per provare piacere. Se vogliamo parlare di sesso a scuola dobbiamo necessariamente parlare di questo, sennò son favole o filosofia. Anche il più cauto di loro lo sa. Ed è abbastanza per far uscire il fumo dal naso a tutti i bigotti.

        • Q.B. scrive:

          I bambini a scuola si fregano anche la merenda. Vogliamo tarpare i loro spontanei istinti predatori e impedire loro di esplorare le loro naturali pulsioni ? Ma chi ha deciso che a scuola si debba parlare di sesso. Minchia se siete rattusi!

          • Giovanni (Cattivo) scrive:

            Scusa ma perché a scuola non si dovrebbe parlare di sesso? Secondo te un bambino che si tocca è come uno che ruba?

            • Zarathustra scrive:

              Se un bambino che si tocca (e viene legittimato a farlo) diventa uno che ci prova con le mie figlie solo per farci sesso (e viene legittimato a farlo), è probabile.

              • Giovanni Cattivo scrive:

                Zara TUTTI i coetanei maschi sono legittimati a provarci con le tue figlie (se non ti assomigliano troppo) e lo faranno, anche se nza aver letto nessun opuscolo Unar

                • Edo scrive:

                  Ma io da piccolo giocavo alla scuola e a pallone, non mi sono mai toccato i genitali per provare piacere né ho mai giocato al dottore con gli altri bambini, e se mai mio figlio lo farà, con maschi o femmine poco importa, gli darò tante di quelle sberle da fargli passare la voglia. Ma che infanzia hai avuto???

                • Fran'cesco scrive:

                  Giovanni,
                  Zarathustra ha scritto una piccola cosa che ti sei dimenticato: “solo” per farci sesso. Immaginiamo che per te quel “solo” e’ trascurabile, ma per tanti altri non lo e’.

        • Toni scrive:

          Ok i bambini magari, primo o dopo si toccano, ed i genitori lo intuiscono (non mi risulta che esistono genitori morti di crepacuore per questo motivo)… ma dove nasce tutta questa grande necessità di esperti “toccatori” ? L’umanità corre pericoli se gli esperti non certificano il toccarsi? Quale sono le ragioni di questa ansia? Devono scoprire “il giusto modo”? Devono vederlo? …… “Rattusi” è la parola giusta!

          • Giovanni (Cattivo) scrive:

            Toni guarda che quelli in ansia qui siete solo voi. Io non penso che un opuscolo dell’Unar possa far diventare le mie bimbe due piccole Lolite, come non credo che il fatto che frequentino gli scout le renda bacchettone, tanto più che, per la cronaca, il gruppo dei lupetti quest’anno è partito in ritardo perché due capi son andati a vivere insieme sei mesi prima di sposarsi e il prete ha piantato una grana. Penso che parlare di sesso a qualunque età significhi anche parlare del piacere senza diverlo seppellire sotto tonnellate di pruderie. Tranquillamente. E credo che la difficoltà vera per voi bigotti sia questa.

            • Giannino Stoppani scrive:

              Una domanda estemporanea:
              ci credi anche tu alle balle che scrivi (le figlie, gli scout, il prete)?
              No, perché se ci credi la cosa è più grave di quanto ti immagini.
              Nota bene che questo è un discorso serio, non una sparata di quelle che fai tu.

              • giovanna scrive:

                Ecco, ci manca solo che dobbiamo prendere lezioni per educare i nostri figli da uno che ha scritto nero su bianco che lui le donne le “prova”, poi decide cosa farsene ( e anche la sua donna, prova gli uomini , prima di lui ne ha scartati un tot , chi sarà il prossimo, vedremo ) e che non ha avuto remore ad approffittare sessualmente della debolezza di una collega malata di mente.
                Anche se fossero tutte balle , rendono bene l’idea di cosa sia l’amore, di cosa sia il sesso, per gentaglia simile, morbosa e untuosa e inquietante : spero con tutto il cuore che i miei figli incontrino altri esempi e altre strade, che non si riducano così mai.
                Ma poi, perché mandare dai bigotti le figlie ? In gruppi addirittura guidati da un prete ! Non sarebbe più educativo un bel circolo lgbt? Questa è limitare gli esperimenti sessuali delle bambine ! Bigotto !
                (quante balle, tonnellate di balle, misura della falsità e malvagità di questi personaggi )

                • Giovanni Cattivo scrive:

                  Giovanna fuori della tua riserva indiana quelloche faccio io èl a norma o quasi.
                  Se la mia collega poteva lavorare, in un ufficio che svolge compiti piuttosto complessi oltretutto, potrà anche scegliersi un partner sessuale credo.
                  Penso che anche tu sia invidiosa, devi avere lo stesso sex appeal da bieta lessa di Toni. Mi sembri più a tuo agio in una processione penitenziale che a letto.

                  • Toni scrive:

                    Giovanni ( :-) il :-) Cattivo :-) )
                    Mi piace che invece di stendere un velo pietoso sulla tue esistenza … resisti, insisti e persisti.
                    Questa sera sei di sex appeal ,… in sostanza vorresti farci credere che sei un adone? A me, onestamente, per quello che hai scritto e detto, ti immagino con un impermeabile, per la strada , pronto ad aprirlo per mostrare i “gioiellini”.
                    Ma per favore… immaginare te con il sex appeal e come vedere Fantozzi culturista.
                    (Io ti immagino Fantozzi, ma con la lingua di fuori) :-) :-) :-) ….)

                    • Toni scrive:

                      “è come vedere Fantozzi culturista.”

                      Preciso… perché con te bisogna essere precisi! … non vorrei che il messaggio non ti arriva.

                    • Giovanni Cattivo scrive:

                      Io non voglio farti credere niente. Perme tu nemmeno esisti, qui discutocon chi ha voglio di argomentare e a te Stoppanky e Giovanna vi sbertuccio quandoi ne ho voglia e fin che ne ho voglia.

                    • Toni scrive:

                      Cosa hai fumato…. ti sento strano…, intendo… il mitomane ancora c’è, ma sei meno lucido, appannato…. Devo preoccuparmi?

                    • Giovanni Cattivo scrive:

                      No stai tranquillo (si fa per dire) il tuo cattivone è sempre lì pronto a farti fare la figura del fesso,

                    • Toni scrive:

                      “…..a farti fare la figura del fesso.”

                      Lo sapevo … hai fumato di brutto ed hai le allucinazioni :-)

                  • Giannino Stoppani scrive:

                    Sai solo contare balle.

                  • Edo scrive:

                    Giovanni, però, al di là di tutto e seriamente, perché mandi le tue figlie dai bigotti?

                    • Giovanni Cattivo scrive:

                      Gli scout dell’Agesci sono tutto fuorchè bigotti. Come non lo era Don Gallo e nonlo è Don Ciotti. Lo siete voi.

            • Toni scrive:

              Giovanni ….per favore … parli con gente che ti conosce bene. Dillo ad altri che non hai problemi e di che genere di soddisfazioni” godi nelle vita.
              Per la cronaca, non mi preoccupa il parlare di sesso… mi preoccupa la vs morbosità …. cosa avete nella testa ? Tutte ste preoccupazione sul come “toccare” i ragazzi … con (addirittura) esperti a supporto ! Siete inquietanti e … rattusi …poi tu …. !!!

              • Giovanni Cattivo scrive:

                Toni non ho tempo e voglia per tirare fuori te e Stoppansky dal vostro incubo quotidiano fatto di massoni in agguato nel bagno , demoni sotto il letto e complotti gay a pranzo.
                Le linee guida Oms sull-educazione sessuale, a cui si ispirano i documenti Unar sono in rete , Google lo hai. Quindi leggile e vedrai che non prevedono che nessuno tocchi nessuno. Solo un discorso vero e serio su quello che succede. Dicono semplicemente quello che voi volete nascondere, per pruderie, per bigottismo. Avete perso,,questi fantasmi vanbene per quella valle di lacrime che sono ivostri post, in una commissione che fissa lelinee guida per le scuole nonhanno cittadinanza. E poi vi sfugge che se fanno una consultazione e su come fare l-educazione sessuale nellescuole,ilfatto che la facciano e- assodato,

                • Fran'cesco scrive:

                  Giovanni, rilassati, bevi una camomilla, fai un respiro (e impara a scrivere).
                  L’educazione sessuale nelle scuole si fa da sempre. Ma non e’ quello che pensi tu.

                  • Giovanni Cattivo scrive:

                    Qui ti sbagli, sul libro di scienze delle mie figlie che fanno le elementari c’è spiegata l’ovulazione,lo spermatozoo e la fecondazione.Ma non si parla di rapporti sessuali. non so i vostri,ma un bambino intelligente ti chiede subito Ma come fa lo spermatozoo ad andare fino all’ovulo? E a questo punto ola maestra parla di sesso o glissa.

                • Toni scrive:

                  Non tirare fuori complotti , massoni ecc. Non c’entra un fico secco con quello che ti ho scritto.

                  Ho detto solo che zozzoni vogliono dare lezioni di “zozzonagine” (….ed hanno la fissa… cavolo!) . E gli zozzi sono anche celebrati “esperti”!

                  Ma ti pare mi faccio incantare da libretti UUAAR …Onu … ecc? … ma dove vivi?

                  E sospetto che sei un uomo ….. come dire….. …. a cui piacciono i zozzoni :-) … questo per deduzione dal tuo curriculum vitae (il quale ancora , sono sicuro, è incompleto di altre mirabili gesta).

                  • Giovanni Cattivo scrive:

                    Tu vedi “zozzaggine” ovunque perchè nella vita sei stato, tuo malgrado, moltomeno zozzo di quanto avresti desiderato. Se tantomi da tanto hai lo stesso appeal di un piattodi biete lesse

                    • Toni scrive:

                      Giovanni (urca quanto sei “Cattivo”), è una affermazione impegnativa…. vuoi sostenere che io , nella mia vita ho desiderato, per esempio, fare sesso con una “schizofrenica” …. (ovviamente bipolare)? E magari, faccio certe affezioni, perché trovo invidia dopo aver scoperto che sei un capolavoro in questo campo?
                      Mxnchxa…. dire che ti sopravvaluti è poco!

                      PS X=i

                    • Giovanni Cattivo scrive:

                      Io penso che non si a di grande interesse per nessuna donna a prescidere dalla malattia mentale. E che quindi ti restano molti più rimpianti che rimorsi

                    • Toni scrive:

                      Tu dipingi la tua esistenza , e quella degli altri, con l’unico colore che hai a disposizione…. il marrone.

                      PS – perché ti immagino con il marrone, colorato di marrone, che tocchi le cose …. e le lasci marrone? ……………boh! ….Ah…. ho capito!…………………………………………. :-)

                    • Giovanni Cattivo scrive:

                      Hai sbroccato, ok la smetto…

                    • Toni scrive:

                      Non ci credo che smetti… :-) ……….non saresti tu!
                      Riposati un pochino, bei respiri, poi riprendi, hai ancora molto da farmi scoprire……. io sono in giro, ogni tanto …. ti cerco!

                    • Giovanni Cattivo scrive:

                      Smetto per stasera :-) Per dare il tempo ai tuoi farmaci di fare effetto. Tutte le volte che mi cerchi mi trovi

                    • Toni scrive:

                      Farmaci…io…. io ? Ascolta…. ok smetti…per stasera…. perché posso continuare per tutta la notte a darti calci in cxlx… e credimi sono in forma.
                      Anzi no! Fai ancora un post … io non ti rispondo … cosi pensi di :-) aver vinto :-) così dormi felice.

                      Giovanni …. il “cattivo trullala”, lo vedi che ti conosco , e che tvb?

    • LawFirstpope scrive:

      Ah il “sola scriptura”.

      Meno male che le vostre obiezioni sono queste.

  6. AndreaB scrive:

    Quando le persone di una societa’ sono d’accordo sui valori fondamentali ed essi sono buoni, la societa’ regge, cresce, migliora. In caso contrario la societa si autodistrugge.
    Trent’anni fa i miei vicini di casa erano tutte famiglie con almeno due figli, su otto famiglie solo una aveva i genitori separati. I figli giocavano insieme e si divertivano insieme, rispettandosi. Non mancavano i litigi, qualche volta anche tra i genitori, ma poi si faceva la pace. Ora quei genitori, alcuni sono morti, altri sono anziani. I nuovi inquilini sono quasi tutti separati e soli, un altro convive e probabilmente la compagna a volte viene picchiata. Il senso dell’aiuto reciproco sembra non esserci piu’… Solamente solitudine, indifferenza ed egoismo misti ad insoddisfazione cronica e a non senso della vita. Questo e’ cio’ che succede quando viene perso il vero Amore e si dimentica che siamo tutti fratelli… Ora ci sono anche persone depravate che disprezzano il dominio di se e vogliono che i nostri bambini utilizzino il loro corpo e quello degli altri come un pezzo di carne da cui trarre godimento. Questa sarebbe l’educazione sessuale di quei signori?
    Questo e’ quello che vorrebbero insegnare ai nostri figli?
    Per tutti, anche per chi non crede, non fa capolino un po’ di coscienza?
    Un ultima domanda: “Oggi di chi ci si puo’ fidare?”

  7. Enrico Z scrive:

    Casomai cosa ne sa la psicologia di genitori dato che non é una scienza medica. Infatti la psicologia era solo una branca della facoltá di filosofia. Lo dimostra la responsabilitá civile e penale: se un medico dice che hai la gamba sana e ti fa uscire con la gamba rotta si becca una denuncia. Se uno psicologo certifica la tua guarigione o non pericolositá davanti ad un tribunale e questo quando esce ammazza qualcuno lo psicologo non ne risponde….ha ha ha la psicologia é roba da sfigati che non possono per capacitá fare i medici

  8. Enrico Z scrive:

    La psicologia é piú una scienza di opinione che una scienza medica.
    É grazie alla psicologia che gli assassini vengono continuamente rilasciati, tollerati e ideologicizzati nel nome delle dottrine sociali a cui fa riferimento.
    Psicologia é truffa ai danni dell’umanitá

  9. Enrico Z scrive:

    Leggete gli ultimo libri di Musatti, il padre della psicologia in Italia…..gli ultimi quando non aveva più niente da perdere….altro che scienza!

  10. Shiva101 scrive:

    Quindi secondo la vostra strampalata teoria i genitori mussulmani che impongono il burka e combinano i matrimoni alle proprie figlie fanno bene?

    Quindi secondo la vostra strampalata teoria i genitori cattolici sobbilati dai preti avrebbero diritto ad insegnare la sessuologia ai figli dicendo che se sono gay sono malati e dovranno essere casti per tutta la vita?

    Per non parlare di genitori magari un po razzisti o fascisti..

    L’unico motivo per cui non vi arrendete di fronte all’evidenza delle vostre falsita è che siete disonesti dentro.

    Toni la famiglia con grossi problemi è la tua e avrebebro fatto meglio a usare un preservativo.

    Impara il rispetto cattolico che non sei altro.

    • giovanna scrive:

      Io manderei gli interventi di questa gentaglia al ministro ! pari pari !
      e li volantinerei ai genitori !

    • Toni scrive:

      Shiva :-) :-) :-) :-) … scusa … :-) :-) :-) :-)

      Io non offendo nessuna famiglia, e sono contento della mia, quindi niente problemi. Tu non hai l’idea di cosa sia e scrivi insulsaggini creando vergogna anche nella tua di famiglia, la quale purtroppo ignora lo schifo che scrivi. Ma sono contento che, con te, non hanno usato il preservativo perché sono sicuro che anche tu rientri in un “piano” generale delle cose . In verità …. sto pensando al Signore degli Anelli, quando Gandalf spiega a Frodo che, per quando possa apparire incredibile, Golum in quella storia ha un ruolo. Ora Shiva… io non so quale cxzzx di piano ti riguarda , con le tonnellate di minchiate che scrivi, ma spero che un giorno possa essere capito . :-) :-) :-) :-)

      • Shiva101 scrive:

        La tua volgarita è la palese dimostrazione dell’insufficenza delle famiglie ad educare.

        Solo una scuola indipendente, ovvero pubblica, puo assicurare una corretta educazione.

        Esiste qualche cattolico, convinto del ruolo educativo della famiglia, che pensa davvero che un musulmano possa insegnare correttamente ad una figlia ad afforntare il tema dell’omoseusualita?
        Abbiate il coraggio di rispondere forza…

        Ho indicato un musulamno perhce è piu facile vedere la pagliuzza negli occhi degli altri.

        • Q.B. scrive:

          E’ così banale che risulta imbarazzante doverlo dire: si, una famiglia islamica (o buddista, confuciana, shintoista, animista, agnostica, atea, ecc.ecc.) ha tutto il diritto di insegnare alla propria figlia ciò che ritiene essere l’omosessualità.

          A shi’, ma tu sei proprio fissato con questa caxxo di omosessualità. Ma davvero credi che il mondo giri intorno ai pruriti di chi ha del cul fatto bandiera (cit. Dante, Inferno., Canto XXI)? Ti rendi conto che hai fatto di una perversione un dogma di fede?

          Ma ancora di più: ti rendi conto che qui la gente risponde al tuo nulla per puro spirito di carità?

          • Shiva101 scrive:

            —“ha tutto il diritto di insegnare alla propria figlia ciò che ritiene essere l’omosessualità”

            peccato che poi quegli insegnamenti siano sbagliati e violenti…
            a meno che tu ritenga giusta la lapidazione, le frustate ecc…

            non vedete l’evidenza, avete la mente del tutto ottenebrata.

            — “ma tu sei proprio fissato con questa caxxo di omosessualità”

            Ma è il tema dell’alrticolo!!
            sui siti cattolici attaccate il mondo lgbt 20 volte al giorno e sarei io il fissato??

            eh si .. hai proprio la mente ottenebrata.

            —- “Ma ancora di più: ti rendi conto che qui la gente risponde al tuo nulla per puro spirito di carità?”

            Guarda che sono io che vi sto facendo la carita di aiutarvi.

            • Q.B. scrive:

              a shi’, sei un mito !!!

              – cosa c’entrano lapidazione e le frustate un “opinione” con l’opinione su cosa sia l’omosessualità (oggetto del tuo commento ut supra e della mia risposta?)

              – se non sei fissato con l’omosessualità, perché vieni a sproloquiare solo sotto agli articoli che parlato di detto problema e non ti si legge mai, che so, quando si parla di difesa della foca monaca o degli ogm?

              A shi’, dai dicci la verità: tu in realtà sei un genio ma fai finta di essere co…. ne per prenderci in giro. T’ho sgamato, geniaccio. Ahahah

            • Menelik scrive:

              …ma piantala co ste sboronate !!!!!!!!!!!

              Adesso quello lì sta facendo la carità di aiutarci…..VAFF………!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
              Io quel nick l’ho trovato qualche mese fa in un blog in cui mi sono imbattuto per caso, in cui si vantava che “io a Tempi sono di casa” e aizzava altri ad entrare qui per fare trollaggio.

        • Toni scrive:

          @ Shiva 101 (il dolce)
          Trovo una certa amarezza nell’essere accusato di volgarità per aver urtato una anima cosi aggraziata e cortese.
          Purtroppo sono incapace di certe carinerie ed il mio ricorrere ad espressioni tipo cxxxo o minchione (con i relativi derivati) sono l’istintiva e rozza manifestazione di un mio preciso stato d’animo avverso persone, che a mia avviso, sono talmente pericolosi da far apparire innocente qualsiasi turpiloquio.
          Caro dolce … tenero… sensibile … shiva101 : in questo sito, tu, all’unisono con Bifocale con Luca, Chris, Giovanni (urca …”il cattivo”), l’indimenticabile ErikaT ed altri ceffi avete fatto passare di tutto. Calpestando i sentimenti religiosi (ma questo lo capisco dato che, sentendovi parenti prossimi evoluti della scimmia e del porco, non potete tenerne conto), avete inneggiato a coiti orali (l’immenso … Luca : “chi non lo fa non capisce nulla della vita!”) , ogni forma di copula, inneggiato alla giocosa pornografia (definita addirittura terapeutica per i bambini) , senza dimenticare certi “deficienti”, che senza il benché minimo pudore, hanno celebrato alla tolleranza gay della Cina e la Corea del Nord con convinti evviva (naturalmente sbattendosene dei regimi sanguinari e dei campi di concentramento, nessuno ha ritenuto di dire ai “deficenti” …. “ma che state dicendo?” “Ma non vi vergognate?”)
          Ma non solo ,…. non soddisfatti di poter vivere liberamente da occhi indiscreti tutte le depravazioni che desiderate … no ! , pretendete di elevarvi a maestri di vita, di stabilire cosa insegnare nelle scuole … parlare di sesso secondo un modello certificato da “esperti” che guarda caso, è improntato alla vostra fantasmagorica visione.

          Ad allora capirai che il sentirsi accusato di volgarità da te (o da Giovanni urca…”il cattivo”, Bifocale, Luca. Chris ecc) è come sentirsi accusato di essere sporco, magari per aver buttato una carta per strada, da chi vorrebbe che tutte le persone vivessero nelle condotte fognarie.

          Per quanto riguarda i tuoi “quesiti” educativi rispondo : si! …. i cattolici hanno diritto di insegnare ai loro figli che l’omosessualità è peccato. Il peccato non è, comunque, vinto con la violenza (fisica e psicologica). Gli omosessuali hanno diritto di vivere la vita che vogliono, non devono subire alcuna forma di coercizione. Devono poter fare coppia, lavorare , lasciare eredità al compagno (con i limiti che abbiamo tutti) ecc. . Per il matrimonio ed adozione ti dico di … no! Perché è un abuso , una violenza verso chi viene al mondo il quale si vede privato di un padre o di una madre per un puro … atto di capriccio. E sono contrario ad ogni legge che mi impedisca di dirlo.

    • Giannino Stoppani scrive:

      Suvvia Shiva, io sto ancora aspettando il link di un tuo intervento su un sito tipo quello dei fratelli musulmani o similare, in cui tu coraggiosamente gli rivolgi gli stessi improperi sulla religione che hai il fegato di postare qui.
      Via Shiva, tanto non ti fanno nulla, si sa che quelli brutti e cattivi siamo noialtri cristiani, per questo ci ammazzate a centinaia di migliaia.

  11. Giannino Stoppani scrive:

    Da genitore vorrei confessare di avere un istinto primordiale di rifuggire gli psicologi e gli assistenti sociali come la peste.
    Ogni volta che qualcuno in casa e fuori nomina queste categorie con riferimento alla vita scolastica e relazionale della mia prole mi viene lo strano impulso di controllare lo stato di efficienza e oliatura delle mie armi da fuoco.

    • martino scrive:

      Scusate, vale sempre il motto latino “lex creat mores”.
      Il risultato sarà quello di avere carne fresca, inizialmente sana e vergine, per togliersi qualche lussurioso vizio in modo legale.
      @shiva un genitore che si cura dei figli non può esporli a questa depravazione.
      Infine, per ogni prete pedofilo c’è un numero imbarazzante di relazioni omo tra maggiorenni e minorenni. .. ma questo non lo ammetterete mai…

  12. erm scrive:

    Gesù, per crescere, ha avuto bisogno di uno psicologo? Maria e Giuseppe hanno consultato uno psicologo per crescere il figlio? … i figli non hanno bisogno della sapienza degli psicologi. Basta l’amore vero della madre e del padre.
    … e non venitemi a parlare di casi eccezionali o estremi in cui magari serve a un ragazzo.

    • Shiva101 scrive:

      ahahah.. ma Gesu secondo voi è Dio… che pure Dio ha bisogno dello psicologo??

      • Giannino Stoppani scrive:

        Allora Shiva bello?!
        Ancora non li vedo i link dei tuoi sagaci interventi su un qualche sito musulmano?
        Te la fai sotto, eh?!

  13. Edo scrive:

    Boh, raga, dopo la lettura dei commenti ho capito tre cose:
    1. Toni ha la pazienza di un santo.
    2. Shiva ha bisogno di un lavoro, possibilmente non a contatto con i bambini.
    3. Giovanni il cattivo non vede l’ora di sorprendere le loro figlie mentre si toccano o giocano al dottore con delle loro amiche, così da aver la possibilità, da bravo padre, di spiegare loro come si fa veramente.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

È un dato di fatto: la mobilità a pedalata assistita è in costante crescita. A confermarlo sono i numeri: nel 2016 in Italia sono state acquistate 124.400 e-bike, prentemente mountain bike, con un incremento del 120% rispetto allo scorso anno. In sella alla bici elettrica il divertimento raddoppia, potendo contare sull’aiuto che il motore è […]

L'articolo EICMA 2017, le e-bike scendono in pista proviene da RED Live.

COSA: FLOW, la festa dello sport a Finale dura 10 giorni  DOVE E QUANDO: Finale Ligure, Savona, 22 settembre-1° ottobre Dal climbing alla mountain bike passando per il trail running, la speleologia e la barca a vela: si presenta gustoso il programma dell’8ª edizione del festival FLOW – Finale Ligure Outdoor Week. Dal 22 settembre al […]

L'articolo RED Weekend 22-24 settembre, idee per muoversi proviene da RED Live.

Non è una vettura qualsiasi. La nuova XC40, per Volvo, è la chiave della svolta. Il modello sulle cui spalle poggia la responsabilità di far compiere alla Casa svedese un vero e proprio balzo generazionale, aprendole le porte del segmento delle SUV compatte. Una vettura fondamentale nel processo di rilancio messo in atto dalla cinese […]

L'articolo Vista e toccata: Volvo XC40 proviene da RED Live.

Tutto è cominciato con il Mokka X, SUV compatto di grande successo con oltre 600.000 unità vendute; poi è stata la volta di Crossland X, crossover urbano più spazioso e versatile, che ha preparato il terreno alla novità Grandland X, SUV compatto da 4,48 metri che punta su linee muscolose e decise (condivide la piattaforma […]

L'articolo Nuovo Opel Grandland X proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana