Google+

Fuochi d’artificio, versetti su Gesù, sms rubati: cinque cristiani accusati di blasfemia in Pakistan in un mese

novembre 14, 2013 Leone Grotti

Arif e Tariq Masih sono stati minacciati di morte perché avrebbero bruciato pagine del Corano, il pastore Adnan e Mushtaq Masih perché hanno offeso l’islam scrivendo di Gesù, Asif Pervaiz per un messaggio con il telefonino

Tre casi in un solo mese. A ottobre cinque cristiani sono stati accusati di blasfemia in Pakistan per presunte dissacrazioni volontarie del nome del profeta Maometto e del Corano. Gli accusati rischiano la vita per mano degli estremisti, ancora prima della condanna dei giudici. Violare la legge sulla blasfemia in Pakistan significa rischiare la condanna all’ergastolo o alla pena di morte.

FUOCHI D’ARTIFICIO/1. L’ultimo caso in ordine di tempo è quello di Arif Masih e Tariq Masih. Lo scorso 27 ottobre i due fratelli, proprietari di un negozio dove vendono anche fuochi d’artificio nel Punjab, hanno venduto dei fuochi al musulmani Muhammad Zahid per il suo matrimonio. Durante la festa, poiché alcuni non si accendevano, gli invitati hanno aperto i fuochi difettosi e al loro interno avrebbero trovato polveri avvolte in pagine contenenti scritte del Corano.

FUOCHI D’ARTIFICIO/2. I due cristiani sono stati denunciati per blasfemia il giorno stesso alla polizia. Ma secondo Masih «noi non fabbrichiamo i fuochi, li vendiamo solo. A farli è una fabbrica dove tra l’altro lavorano solo musulmani – dichiara ad AsiaNews – Noi non abbiamo nemmeno toccato le pagine del Corano. Usare queste pagine per vendere i fuochi è al di là di ogni immaginazione perché siamo coscienti delle conseguenze che potrebbero derivare». Ora i due fratelli con le famiglie vivono nascoste, molti musulmani hanno però giurato che se non saranno condannati ci penseranno loro a ucciderli.

VERSETTI SU GESÙ/1. Il secondo caso riguarda Adnan Masih, pastore cristiano di Lahore che lo scorso 7 ottobre stava sostituendo il fratello al negozio di ottica dove lavora. Qui ha notato un libro scritto da un leader musulmano dove venivano riportate versetti della Bibbia erronei. Il pastore li ha corretti a penna, scrivendo quelli corretti, ma due giorni dopo Abid Mehmood, collega del fratello, vedendo le correzioni sul libro ha denunciato di blasfemia il pastore cristiano e suo fratello Mushtaq Masih.

VERSETTI SU GESÙ/2. Adnan Masih ha negato di essere blasfemo, ma dopo ripetute minacce di morte e addirittura l’emissione di una fatwa contro di lui si è consegnato spontaneamente alla polizia per chiedere protezione. «Siamo spaventati – hanno raccontato i familiari – Adnan non ha scritto nulla contro l’islam. Ha solo corretto alcune frasi riguardanti Gesù».

SMS BLASFEMI. Anche Asif Pervaiz è terrorizzato all’idea di quello che potrebbe succedergli. Il cristiano è stato arrestato a Lahore il 2 ottobre con l’accusa di avere inviato messaggi con il telefonino che contengono «un linguaggio insultante verso i musulmani, l’islam, il profeta Maometto e il Corano». L’avvocato difensore di Asif, Sardar Mushtaq Gill, ha affermato che il suo assistito non ha mai mandato nessun messaggio del genere, «ma che alcuni colleghi in disputa economica con lui hanno usato la sua “sim card” per inviare messaggi compromettenti».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana