Google+

Parigi. L’attentato ai Champs Elysees e il voto di domenica

aprile 21, 2017 Leone Grotti

L’Isis ha rivendicato l’attacco. Domenica si vota per il presidente e ci sono quattro candidati che hanno percentuali assai vicine. Fillon è in recupero, Macron strizza l’occhio agli lgbt

Un poliziotto è stato ucciso e altri due sono stati feriti gravemente in un attentato terroristico ieri a Parigi ai Champs Elysees. L’attentatore, un francese di nome Karim già condannato in precedenza per attentati contro le forze dell’ordine, è stato ucciso e, secondo alcune fonti, ve ne sarebbe un secondo in fuga. Intervenendo alla tv il presidente francese Francois Hollande ha detto che «tutte le piste conducono al terrorismo». Molti indizi, a partire dall’arma usata dall’attentatore, un kalashnikov, avvalorano l’ipotesi che si tratti di un attentato jihadista. L’Isis ha rivendicato l’attacco indicando il nome dell’attentatore: Abu Yusuf al-Beljiki, che potrebbe essere il complice, anche se ancora non è chiaro.
L’attentato arriva a pochi giorni dalle presidenziali (si vota domenica) e chissà come cambierà i sentimenti dei francesi. Marine Le Pen del Front National ed il gollista Francois Fillon hanno cancellato gli impegni elettorali per la giornata di domani. «Domenica? Sarò al secondo turno», aveva detto Fillon, intervistato in esclusiva a tre giorni dal voto dal Figaro, essendo certo che alla fine l’avrà vinta sui sondaggi, che al momento lo danno dietro a Le Pen ed Emmanuel Macron.

FILLON RECUPERA. L’ex primo ministro non guarda più le percentuali, anche se le rilevazioni degli esperti certificano ormai il suo rapido recupero sugli sfidanti. Dato per sicuro vincente delle presidenziali a dicembre, dopo il trionfo alle primarie della destra, poi per sicuro perdente dopo le inchieste giudiziarie e mediatiche che lo hanno colpito in questi mesi (ma per ora si tratta solo di indagini, i processi sono di là da venire), ora sta di nuovo guadagnando terreno.

ULTIMI SONDAGGI. Secondo l’ultimo sondaggio, pubblicato ieri da Le Monde, Emmanuel Macron, ex ministro di Hollande che corre come indipendente, è in testa con il 23% delle intenzioni di voto, seguito a stretto giro dalla leader del Front National, con il 22,5% delle preferenze. Recuperano gli inseguitori: in due settimane Fillon guadagna due punti e arriva al 19,5%, solo mezzo voto in più di Jean-Luc Mélenchon (19%). La sfida, dunque, è tutt’altro che chiusa.

«LE PEN AL PRIMO, MACRON AL SECONDO». Fillon, dopo l’esplicito appoggio incassato da Alain Juppé (erede di Chirac, più volte ministro e premier), è sicuro che domenica «faremo la storia» ed è convinto che molti suoi elettori, virati su Le Pen per timore di Macron, torneranno all’ovile perché «chi vota Le Pen al primo turno, avrà Macron al secondo», riporta il Guardian. Il leader di En Marche!, del resto, è apparso stanco nelle ultime settimane.

tempi-francia-presidenzialiMACRON PRO LGBTI. Forse anche per questo, la stella nascente della gauche ha pubblicato il 16 aprile sul suo sito una lettera aperta a tutte le persone LGBTI. Nell’appello, che si conclude con il motto scritto a mano «conto su di voi, così come voi potete contare su di me», Macron promette di «combattere l’odio verso le persone LGBTI» formando le forze di sicurezza «ad ascoltare e comprendere», applicando a scuola misure «per il rispetto mutuo e l’uguaglianza» (leggi ideologia di genere) e lottando contro «gli insulti su internet».

FECONDAZIONE E UTERO IN AFFITTO. Inoltre, promette di «far avanzare l’uguaglianza dei diritti»: «Sono favorevole a una legge che aprirà la procreazione medicalmente assistita alle coppie di lesbiche e alle donne single, mentre oggi solo le coppie eterosessuali possono accedervi». Oltre a voler privare preventivamente i bambini di un padre e nonostante dica che «non sono favorevole ad autorizzare la Gpa (utero in affitto, ndr) in Francia», si impegnerà «affinché i bambini nati con la Gpa all’estero possano vedersi riconoscere allo stato civile francese». «Voi l’avete capito», conclude: «La mia priorità sarà condurre una lotta implacabile contro gli anti-LGBTI in tutti i campi».

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

KTM rivoluziona il mondo dei motori a 2 tempi con l'introduzione dell'iniezione sui modelli Enduro competition per il 2018. Le abbiamo provate scoprendo che il 2T ha ancora davvero molto da dire.

L'articolo Prova KTM EXC TPI 2018 proviene da RED Live.

PRONTI A PARTIRE Arriva l’estate e per molti viene il momento di fare finalmente qualche viaggio con la moto del cuore, spesso usata durante l’anno solo per il tragitto casa-ufficio o poco più. Un fine settimana, magari, o anche una vera e propria vacanza, che ha tutti i presupposti per restare memorabile. Spostarsi su due […]

L'articolo 10 consigli per i viaggi in moto proviene da RED Live.

Dopo aver debuttato sulle sorelle/gemelle arancio, il motore 2 tempi sbarca anche sulla gamma enduro Husqvarna 2018

L'articolo Gamma enduro Husqvarna 2018 proviene da RED Live.

Dopo aver visto lo stupendo Cento10Air Ramato guidato da Pippo Pozzato al Giro del centenario, mi sono ancor più convinto che non occorre guardare oltre l’Oceano per ritrovarsi a sbavare su una bicicletta. Wilier è uno di quei marchi che sta lavorando bene, assai, e il grande successo che riscuote anche oltre i nostri confini, a parte […]

L'articolo Prova Wilier Triestina Cento10Air proviene da RED Live.

Basata sul medesimo pianale della Ibiza, la nuova SUV compatta spagnola può contare su di una generosa capacità di carico oltre che su ricche dotazioni multimediali e di sicurezza. Prezzi da circa 16.000 euro e trazione esclusivamente anteriore.

L'articolo Seat Arona: fatemi spazio proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana