Google+

Francia. Chiuse altre due moschee per «incitazione all’odio e al terrorismo»

ottobre 6, 2017 Leone Grotti

Nelle sale di preghiera di Sartrouville e Fontenay-aux-Roses si «inneggiava a Bin Laden e all’Isis» e venivano denigrati i «cani infedeli». In due anni chiuse 19 moschee

moschea-Sartrouville-francia

Altre due moschee sono state chiuse in Francia questa settimana per ordine della prefettura, in base ai poteri speciali garantiti dallo stato di emergenza che vige in Francia dagli attentati di Parigi del novembre 2015. I luoghi di culto si trovavano a Sartrouville (Yvelines) e Fontenay-aux-Roses (Hauts-de-Seine). Negli ultimi due anni sono state chiuse in Francia 19 moschee, otto di queste nel frattempo sono state riaperte.

INNI ALL’ISIS. Nel caso di Sartrouville, riporta il Figaro, la moschea “Salle des Indes” è stata chiusa perché «al suo interno si è sviluppato un sostegno costante alle grandi figure del jihadismo come Osama Bin Laden», si legge nell’ordine del prefetto. «Alcuni fedeli della moschea sono stati segnalati nel 2013 come partenti verso la Siria, altri hanno praticato un proselitismo esacerbato e sono stati poi arrestati per associazione a delinquere con finalità terroristiche». Inoltre, «una giovane donna è stata convinta dalla comunità a partire per la Siria nel 2014». Il presidente dell’associazione musulmana che gestisce la moschea frequentava Djamel Beghal, due volte condannato per terrorismo. L’uomo «influenzava negativamente gli studenti delle scuole locali portando alcuni di loro a sostenere il jihad». Di conseguenza, si erano moltiplicati intorno alla moschea graffiti «inneggianti all’Isis, mentre gli studenti venivano invitati a non rispettare le leggi della Repubblica e a legittimare la sharia». Ecco perché la moschea rappresenta «un grave rischio per la sicurezza e l’ordine pubblico».

«CANI INFEDELI». A Fontenay-aux-Roses, invece, la moschea del quartiere Paradis è stata chiusa perché l’8 e il 15 settembre sono stati fatti all’interno dei discorsi che descrivevano «i terroristi come “musulmani di fede” e che miravano a distinguere “i musulmani da una parte e i cani infedeli dall’altra”». Secondo il prefetto, simili appelli «incitano all’odio e alla violenza». L’associazione dei musulmani responsabile della moschea si è lamentata su internet invitando i fedeli su Facebook a «invocare con forza Allah perché ne permetta una riapertura rapida», definendo la chiusura «ingiusta».

LEGGE ANTI-TERRORISMO. Lo stato di emergenza, che non dovrebbe essere rinnovato a novembre per l’approvazione della legge anti-terrorismo, che conferisce poteri speciali alla politica e ai prefetti, consente la chiusura di un luogo di culto anche nei casi in cui «si faccia un semplice riferimento a teologi che incitano alla violenza e fanno apologia di terrorismo». Infatti, secondo il ministro dell’Interno Gérard Collomb, spesso la «provocazione alla violenza» non viene fatta in modo esplicito ma «rimandando attraverso il sito dell’associazione ad opere che sostengono queste idee. La lotta è ormai più insidiosa».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

La 2ª edizione del circuito organizzato da Bosch eBike Systems, con il supporto di Trek, coinvolgerà 5 Paesi europei. I percorsi sono adatti sia agli amatori sia ai professionisti. Il via dal Bike Festival di Riva del Garda a fine aprile

L'articolo Bosch eMTB-Challenge – Da aprile a settembre – Info e iscrizioni proviene da RED Live.

Marchio di fabbrica tanto quanto l’acciaio e i baffi di Tom, la grafica con i tre colori sfumati della bandiera americana ha segnato un’epoca, soprattutto nel mondo delle ruote grasse.  Era da tempo che i fan di Ritchey chiedevano di metterla di nuovo a catalogo e alla fine hanno raggiunto lo scopo, anche se in realtà […]

L'articolo Ritchey Road Logic Heritage, acciaio per pochi proviene da RED Live.

Spatola e pennello hanno sostituito casco e scarpini, ma non del tutto, perché ogni tanto Miguel Soro torna in sella, anche se con uno spirito ben diverso da quello con cui pedalava in gruppo. Lo stesso spirito che ispira le sue opere, una tecnica mista di pittura e collage che, nel caso di Bianchi, sfrutta […]

L'articolo L’arte a due ruote di Miguel Soro proviene da RED Live.

L’azienda di Mattighofen aggiunge la preziosa lettera "R" alla sua piccola sportiva, la RC 390, che diventa KTM RC 390 R. Ben più concentrata della standard nella guida sportiva, non costa poco ed è anche la base per…

L'articolo KTM RC 390 R, la piccola peste proviene da RED Live.

La multispazio PSA è disponibile per la prima volta in due diverse lunghezze, a 5 e 7 posti. Forte di una praticità che si annuncia a prova di famiglia (extralarge). E una tecnologia da berlina. Ecco tutte le informazioni ufficiali

L'articolo Citroën Berlingo, la terza generazione a Ginevra proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi