Google+

Non tutti i consigli regionali costano allo stesso modo

settembre 25, 2012

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. Ascheri Stefano scrive:

    Se rimango sul livello istituzionale, se continuo a guardare la politica come lo strumento per la gestione della vita dei cittadini, se la politica deve generare benessere a tutti i costi, se i conti devono sempre quadrare allora concordo pienamente con Giannino. La sua è un’analisi precisa su tre punti cardine della rinascita politica italiana.
    Ma manca il motore, cosa permette di avere cittadini capaci di assumersi la responsabilità di portare avanti il bene comune quando di “bene” c’è poco? Facile governare un paese ricco dove se i conti non tornano poco importa intanto ci sono i forzieri pieni di scorte per secoli. Ma governare una crisi, una carestia è ben altra cosa. Occorre sapere con precisione cosa è il bene comune oggi spesso confuso con “tutti ricchi” o almeno “benestanti”. I politici cercano il loro benessere attraverso inciucci più o meno leciti, gli imprenditori il loro profitto tradotto in ricchezza economica e sociale altrimenti non vale la pena, i magistrati la gloria dalle colonne dei media. Ma chi, come pochi uomini rimasti della “nefasta” prima repubblica, hanno l’idea della vocazione, di avere ricevuto per dare. La crisi prima che della politica è dell’uomo. La prima repubblica nasce dal popolo, un popolo che non aveva nulla da perdere, o meglio aveva già perso tutto nelle guerre. Un popolo che conosceva bene la mescinità umana, le piccole ruberie per sopravvivere, le appropriazioni di terre rimaste orfane, ereditava dalla guerra un principio cinico ma semplice: vita mia morte tua. Allora da dove poteva nascere la moralità che ha spinto uomini a prendersi carico di questa nazione valorizzando le ricchezze del lavoro manuale e della cultura che hanno sempre contraddistinto il nostro paese? L’ideale, la vita spesa per un ideale. Non voglio neanche commentarlo l’ideale perchè pur bramando ad un unica verità ha mille facce e poggia su una base comune il desiderio di bellezza, di giustizia, di amore. Dove sono i lavoratori che per la lotta ad una vita più sana per tutti rischiavano il lavoro la povertà per loro e per le loro famiglie facendo i sindacalisti? Oggi sono strumenti della concertazione e se ti va male finisci in parlamento. Non basta cercare il consenso di uno o centomila intorno alle idee illuminate di un nuovo profeta. Serve un popolo perchè la moralità risiede nell’appartenza ad un popolo. Un popolo che ha ancora il senso del bene comune e della fragilità umana. Un popolo che si esprime nella carità reciproca, un popolo ancora ricco di opere sociali di imprenditori capaci di rischio e sempre gli ultimi a prendere lo stipendio dopo i lavoratori. Chi appartiene a questo popolo e ha in se le capacità anche timide di assumersi una responsabilità politica si metta al servizio di chi opera per il bene comune e la politica faccia spazio a candidati voluti, eletti dal popolo. Vi chiedo di trovare, scovare storie di politici che nascono dal popolo, di raccontare le loro storie e di quel pezzo d’Italia che li ha eletti perchè torniamo a credere non nella pulizia morale ma nel popolo a cui apparteniamo.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Se fosse una compagna di scuola, la Peugeot 308 sarebbe la classica ragazza seduta nei banchi della seconda fila; precisa, puntuale, concreta e in grado di ottenere ottimi risultati. Però poco appariscente. La tipica studentessa che pochi notano e che i professori danno per scontato sia in grado di ben figurare in ogni frangente. Ora, […]

L'articolo Prova nuova Peugeot 308 proviene da RED Live.

Il suo logo a forma di ruota spicca su caschi, capispalla, piumini, borsoni, zaini, bracciali in argento e foulard in seta, e non a caso. La collezione di abbigliamento e accessori uomo/donna Milano 1914 trae difatti la sua identità da EICMA, il Salone internazionale delle moto, la cui prima edizione è datata 1914, appunto. E […]

L'articolo Milano 1914, nuova collezione e corner al Boscolo proviene da RED Live.

La scelta di un’automobile è una decisione che dipende dall’utilizzo che se ne vuole fare. Chi ha bisogno di un mezzo da guidare esclusivamente in città, sarà orientato verso un’auto più compatta e maneggevole; se la vettura accompagnerà spesso la famiglia in gite fuori porta, ruote grandi e ammortizzatori rinforzati saranno determinanti; se il conducente […]

L'articolo Il cambio: tipologie e caratteristiche (automatico/semiautomatico/manuale) proviene da RED Live.

In sella a una delle moto più speciali mai prodotte da BMW. La HP4 Race porta all’estremo il concetto di moto sportiva. Leggerissima potentissima, va fortissimo ma non è un mostro impossibile da domare, anzi… 80.000 euro sono tanti? Forse, ma dopo averla guidata potresti cambiare idea.

L'articolo Prova BMW HP4 Race proviene da RED Live.

Con il nuovo Kymco AK 550, la Casa di Taiwan punta dritta al cuore del mercato dei Top Scooter bicilindrici. Il prezzo è interessantissimo (9.190 euro in offerta lancio) ma i contenuti tecnologici sono tutt’altro che di serie B. Anzi!

L'articolo Prova Kymco AK 550 proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana