Google+

Filippi (Giornale): «Il referendum segna la sconfitta del riformismo» – Rassegna stampa/2

giugno 14, 2011 Redazione

Stefano Filippi commenta a Tempi il significato, politico e non, della vittoria del sì ai referendum: «Berlusconi sta cadendo vittima delle sue promesse mancate, non della sinistra o dei magistrati. Ieri ha perso il riformismo, sia di destra che di sinistra: stiamo tornando a uno statalismo che vuole la gestione pubblica di ogni cosa. Il governo deve ridare spazio alle realtà vive della società»

Stefano Filippi, inviato de Il Giornale, commenta a Tempi il risultato dei referendum: «Berlusconi non azzecca più un sondaggio e ora sta cadendo vittima non della sinistra o dei giudici, ma delle sue promesse mancate. Il voto segna la sconfitta del riformismo: dopo Pisapia e De Magistris, questo referendum va in direzione di un ritorno allo statalismo che vuole al gestione pubblica di tutto. E’ la sconfitta di chi punta su no profit e collaborazione pubblico-privato. Nella Lega inizia a farsi avanti la fronda interna dei sindaci con Maroni e Zaia. Per ripartire non basta la riforma fiscale, il governo deve tornare a dare spazio alle realtà vive della società».

Ieri i referendum su acqua, nucleare e legittimo impedimento sono passati con il 95% di sì, in media, e il quorum è stato raggiunto grazie ad un’affluenza del 57%.
Che conseguenze avrà questo voto per il governo e Berlusconi?
Innanzitutto, il voto certifica il malcontento che serpeggia tra gli elettori di Berlusconi, che non azzecca più un sondaggio. Dopo Milano e Napoli, il quorum: un’affluenza così alta non era stata prevista. Non si può pensare che quel 57% sia tutto composto da elettori di centrosinistra. Questo è un segnale molto forte, la rivoluzione liberale del premier ha fatto il suo tempo. Berlusconi sta cadendo vittima delle sue promesse mancate e non della sinistra o della magistratura.

Questo voto decreta solo la sconfitta di Berlusconi?

No, purtroppo: segna anche la sconfitta del riformismo, sia di centrodestra che di centrosinistra. Anche alle amministrative hanno vinto persone, come Pisapia o De Magistris, che hanno un fondo ideologico statalista che vuole la gestione pubblica di tutti i servizi. Questa è una sconfitta dei riformisti, che hanno puntato sulla società, sul no profit e sulla gestione mista tra pubblico e privato. Questo è un ritorno alla vittoria dello statalismo e Bersani dovrebbe stare attento.

Calderoli ha dichiarato: «Abbiamo preso due sberle e non vorremmo che si avverasse il detto: non c’è due senza tre». Domenica la Lega si riunisce a Pontida, che cosa succederà nel partito di Umberto Bossi?

Berlusconi in questi anni ha perso tutti i suoi compagni di strada: Casini e Fini, ora è aggrappato a Lega e Responsabili. In questi anni la Lega era sempre riuscita a tenere il polso e a capire la pancia degli elettori, ma adesso questa magia sembra finita. Il problema è che sta mollando Tremonti, che era la sua quinta colonna, e si profila un conflitto interno vivace. La Lega è sempre riuscita a tenere a bada le correnti interne ma adesso la strategia Bossi-Calderoli, che hanno puntato tutto sulle riforme, sembra non pagare mentre si fa avanti la fronda dei sindaci con Maroni e Zaia.

La Lega è intenzionata a premere su Berlusconi e Pdl per far attuare riforma fiscale e quoziente familiare in tempi brevi. E’ sufficiente per recuperare il consenso e il voto dei delusi?

Il governo deve capire che è necessario cambiare. Avevano vinto le regionali, hanno annunciato grandi riforme e poi non le hanno realizzate. Non si cambiano le cose dando una carica ad Alfano, che non sta facendo niente. I problemi del governo non si risolvono tutti con la riforma fiscale, deve trovare un’idealità nuova ancora prima di un programma nuovo. Per cambiare non può puntare tutto sulla politica perché quella non è in grado di risolvere tutto. Il governo deve ricominciare a dare spazio alle realtà vive della società perché la gente non segue le indicazioni di partito e anche se gli dici di andare al mare, va a votare.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

13 Commenti

  1. Giuliano Galassi scrive:

    ora si deve dare per scontato che l’elettorato cattolico milita a sinistra, infatti si è bevuto le frottole sulla privatizzazione dell’acqua (fratello sole e sorella acqua) al fine di permettere al consorzio consociativo del clientelismo vecchio tipo di mantenere le mani sugli affari degli acquedotti e sopratutto di usare il referendum come arma antigoverno. Il mondo cattolico ha partecipato a questa truffa con impegno, costanza, militanza tali che non si ravvisano minimamente quando i temi elettorali trattano argomenti sensibili, es la vita, gli embrioni, il divorzio, ecc.. Dai Vescovi, al preti, alle associazioni, è stato tutto un pullulare di SI. Il resto della manovalanza proviene dalla stretta osservanza a sinistra ed è il mondo dei media (tutti), dei sindacati, delle cooperative, dei social network. E’ stato tutto un pullulare di SI senza contradittorio, e i pochi incauti che hanno osato garbatamente interloquire, sono stati intimiditi, insultati e messi alla porta. Il politicamente corretto non vuole antagonisti, la “par condicio” è servita solo a incartare gli occhi dei fessi

  2. ACHILLE LISSONI scrive:

    Caro Galassi,
    scommetto che sei capitato in questo forum per caso, come me, inseguendo gli insulti a Don Colmegna ed al Cardinale Tettamanzi. Da come scrivi presumo che tu non sia ciellino ma solo un cattolico molto pre-conciliare. Giovanni XXIII° non è mai esistito, o, come diceva mio padre, era comunista.
    Guarda che i valori fondanti del cristianesimo (dogmi a parte) sono presenti in tutte le professioni cristiane (cattolici, protestanti, ortodossi, evangelici, calvinisti, luterani, ecc. ecc., nella Torà degli ebrei, nel Corano, ecc. ecc.
    E’ incredibile come tu ti possa stupire che milioni di italiani, in stragrande maggioranza ovviamente cattolici, nonchè vescovi, preti, suore, associazioni cattoliche siano andati a votare i referendum.
    Non c’è dubbio che questo voto sia stato anche un voto anti-governo. Direi di più. Anti Berlusconi.
    Tra i valori che citi fai un lapsus. Citi il divorzio. Non mi pare che BUnga Bunga sia un esempio per i giovani riguardo il valore del matrimonio e della famiglia cristiana. Non solo lui. Ma anche fratello, figli e figlie. Ma questi sono suoi problemi privati. Poi, politicamente, non gli verrebbe mai in mente di fare una legge che abolisca il divorzio. Non ti pare che sarebbe un pò ridicolo?
    Da più di un anno il ministro Carfagna ha presentato una legge che punisce anche i clienti delle prostitute. Stai tranquillo. Verrà approvata solo se ci sarà la clausola che tutti i clienti delle prostitute sono perseguibili tranne il presidente del consiglio dei ministri, perchè lui non andrebbe mai a prostitute ma eserciterebbe delle funzioni connesse con la sua carica. Ad esempio tutelare i rapporti internazionali.
    Prova a pensarci solo un momento.
    Se milioni di cattolici italiani si stessero de-berlusconizzando, perchè stufi di essere presi in giro e stufi che un goffo nanetto pelato e truccato come una prostituta di sessant’anni che ne vuole dimostrare trenta, sta coprendo di ridicolo l’Italia in tutto il mondo?

  3. gmtubini scrive:

    Achille, te lo insegno io un valore fondante del cristianesimo: sappi che non è da cristiani definire una persona “un goffo nanetto pelato e truccato come una prostituta di sessant’anni che ne vuole dimostrare trenta”. Queste cose le fanno i comunisti o i fascisti. Chiaro?!

  4. Giuliano Galassi scrive:

    caro LISSONI io seguo i tuoi insulti e basta, alle fandonie che racconti non credi neanche tu ma forse devi dirle poichè devi raggiungere le balle che Bersani ti ha commissionato per la giornata. E veniamo alle balle: 1) il bunga bunga è un falso organizzato dalle procure tanto è vero che non esiste nessun reato da addebitare, nè alcuna ragazza ha mai ammesso di partecipare a qualcosa di sconveniente e, se non sei d’accordo su questo, sig Lissoni, sei uno che è cieco per appartenenza ideologica e quindi anche un mentitore.
    2) se per te il DIVORZIO è una conquista, che scrivi a fare del valore del matrimonio ?? che scrivi a fare su una rivista cattolica ??
    3) se tu dici che il Cav non è un bell’esempio in quanto è un divorziato, cosa dici allora di quelli che hanno voluto la legge sul divorzio ?? E’ una legge giusta e civile ?? no ?? allora perchè approvi gli autori di sinistra tuoi simili che l’hanno realizzata ?? E’ invece giusta ?? allora perchè condanni il Cav ?? sei un ipocrita caro ACHILLE
    4) il referendum sull’acqua è stato fatto su una menzogna, cioè dicendo che si voleva privatizzare l’acqua, e non era vero. Perchè dice le menzogne sig LISSONI ?? fanno parte del suo Dna ?? e come mai 6 mesi fà il sig Bersani e tutto il PD aveva proposto un disegno di legge per privatizzare i servizi pubblici sull’acqua ??
    5) altra ipocrisia, qualsiasi europarlamentare gode di assoluta immunità dalle azioni della magistratura, ci vuole l’autorizzazione dell’europarlamento che non la concede mai, e lei sig LISSONI si scandalizza se per Berlusconi e altri parlamentari si decida con una legge che li metta al riparo solo temporanemente dalle “azioni” dei PM. L’Europarlamentare del PD Davide Sassoli ha detto che il “Legittimo impedimento” è una legge ingiusta perchè i cittadini debbono essere uguali di fronte alla legge. l’On Sassoli ha detto queste coglionerie dall’alto della sua immunità e nessuno gli contesta nulla !!. Ora sig LISSONI, la sua militanza declamatoria a sinistra mi ha rotto, lei non può accusare Berlusconi di nulla, dica su quali basi lo accusa ?? per quali leggi, ha fatto alcune riforme, è un delitto ?? ha protetto il nostro paese in tempo di crisi, quando ad es la Grecia, la Spagna e molti altri sono ridotte molto male, è un crimine questo ?? l’unico crimine l’avete commesso voi, poichè avete ridotto le vicende politiche ad una guerra civile. Ogni legge presentata, ogni atto di governo è osteggiato, impedito con scioperi, con azioni della magistratura e di nonno Napolitano che impedisce questo e quell’altro. La diffamazione fatta su questo sventurato paese e solo opera vostra, opera di fanatici come lei sig LISSONI che parla del premier votato dalla maggioranza come “un goffo nanetto pelato e truccato come una prostituta di sessant’anni”. Vada a fanculo sig LISSONI, lei fa vomitare !!!

  5. ACHILLE LISSONI scrive:

    Non sapevo che dare del buffone ad un buffone fosse anti-cristiano.
    Soprattutto se questo buffone fa il presidente del consiglio dei ministri. Magari buffone non è il termine giusto o più elegante. ti va bene istrione?
    Se Bunga Bunga fosse un povero Cristo, un rom, un vù cumprà, un disoccupato, un cassintegrato cronico, anche un piccolo delinquente abituale, un piccolo spacciatore, un tossico dipendente, sono d’accordo con te. Non sarebbe da cristiani prendersela con lui, prendersela con gli ultimi. Ma Lui non è l’ultimo. Lui è il Primo, l’Unto del Signore, il Salvatore della Patria, l’uomo più ricco d’Italia e se ne vanta, il difensore della Fede, dei valori della famiglia, dell’etica pubblica, della morale individuale e collettiva, dell’economia giusta per il popolo. Prendersela con i più deboli non è cristiano, secondo me. Prendersela con i potenti forse si. Guai a voi o ricchi …….. mi pare di averlo sentito da qualche parte.
    Quanto alla barzelletta dei comunisti, lascia perdere. Non ci credono più neppure quelli di rifondazione.

  6. gmtubini scrive:

    Mah mi par d’essere il Crocifisso di Don Camillo: possibile che un bischero come me debba insegnare l’ABC della fede cattolica a un democristiano? Achille, un cristiano non se la prende con nessuno, né coi deboli né coi forti. L’odio di classe o personale non appartiene in alcun modo all’insegnamento di Cristo. Ricordati che nel Vangelo non c’è solo “guai ai ricchi”, ma anche tante altre belle frasi: vatti a leggere Matteo 5:22. E in ogni caso NON DEVI ESSERE TE A GIUDICARE! Insomma, caro Achille, se tu dici “buffone” non sei diverso da chi dice “terrone”! Capito? Ah, dimenticavo: il comunismo sarà anche finito (diciamo residuale, via!) ma di comunisti ce ne sono ancora un sacco e una sporta!

  7. ACHILLE LISSONI scrive:

    Va bene, ritiro il buffone.
    Posso dire almeno ridicolo?

  8. ACHILLE LISSONI scrive:

    Va bene Galassi.
    Chiedo alla redazione di cancellare tutti i miei post e non aprirò più questo sito.
    Ciao

  9. ACHILLE LISSONI scrive:

    Ho chiesto alla redazione di cancellare tutti i miei post.
    Ritengo una inutile perdita di tempo continuare a frequentare questo forum.
    Ciao e auguri a tutti.
    Achille Lissoni

  10. gmtubini scrive:

    Caro Signor Giuliano, nella mia Toscana governata leisadachi, “è da quel dì” (toscanismo che vuol dire “da lungo tempo”) che l’acqua è gestita da società per azioni partecipate da privati (i soliti a caso!) per il quaranta per cento! Bersani ha dovuto allinearsi col fronte del “sì” facendo una piroetta degna del più fenomenale “contrordine compagni!” di guareschiana memoria! Saluti.

  11. gmtubini scrive:

    No.

  12. Roberto Volontè scrive:

    Achille svegliati prima che sia troppo tardi per l’umano che c’è in te e, stai inparando ad odiare anzi forse hai gia imparato fin troppo bene.
    E’ ora che ti poni qualche interrogativo sui tuoi insegnanti chiunque essi siano,non c’è sritto da nessuna parte “odia il prossimo tuo come…..”attento!!!
    Continua a leggere Tempi e commenta pure ,chissa magari è un’opportunità per te e per noi,”le vie del signore sono infinite contrariamente alle nostre”

  13. Roberto Volontè scrive:

    Caro Achille svegliati,prima che sia troppo tardi per il tuo umano.
    Ti stanno insegnando a “odiare” e tu stai imparando in fretta, senza dubbi, con granitiche certezze su una buona quota di fandonie,poniti qualche seria domanda sui tuoi insegnanti chiunque essi siano.
    Non sta scritto infatti da nessuna parte “odia il prossimo tuo come…….”renditi conto su quale rischioso cammino sei.
    Documentati ,sii curioso di capire con la tua testa .vai cercando la verità non surrogati a buon mercato,continua a leggere Tempi può essere un’opportunità per te e per noi,continua a intervenire, non scappare!
    Per me le tue provocazioni sono motivo di confronto e verifica costruttiva grazie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana