Google+

Fiat, Mirafiori: c’è l’accordo, la Fiom non firma

dicembre 31, 2010 Redazione

La Cgil decide di non firmare l’intesa tra Fiat e sindacati e non avrà più rappresentanza nella fabbrica torinese. L’accordo preso sarà sottoposto a referendum a partire dal 10 gennaio. Tutti parlano di “accordo storico”. Ecco che cosa cambia nel dettaglio, dall’aumento dei turni a quello dei salari, fino al maggiore controllo dell’assenteismo

“Un accordo storico, quello firmato ieri dalla Fiat con i sindacati per il futuro di Mirafiori. Sergio Marchionne, amministratore delegato Fiat, ha assicurato che farà partire nel minor tempo possibile gli investimenti di oltre un miliardo per rilanciare lo stabilimento simbolo del gruppo. L’accordo non è stato firmato dalla Fiom-Cgil che, di conseguenza, non avrà più la rappresentanza sindacale all’interno dello stabilimento torinese” (Sole24ore, p. 1).

Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria, ha parlato di «un’intesa che rappresenta un significativo elemento di innovazione
per le relazioni industriali e che va a vantaggio dell’intero sistema economico e produttivo del paese». “Marchionne avrebbe però preferito «una condivisione del progetto da parte di tutti i sindacati». La Fiom, invece, ha deciso di non firmare quello che Roberto di Maulo, segretario della Fismic, ha definito «uno storico accordo». E non c’è dubbio che l’intesa presenti parecchi aspetti storici: una newco che nasce fuori dal sistema di Confindustria, un sistema di rappresentanza sindacale che ammette solo i firmatari degli accordi, un sindacato, la Fiom, che dunque non sarà più rappresentata all’interno di Mirafiori” (Sole24ore, p. 3).

L’accordo preso ieri sarà sottoposto all’approvazione dei lavoratori, attraverso un referendum in fabbrica, che partirà dal 10 gennaio. Ecco che cosa cambia: “Fiat e Chrysler investiranno in joint venture oltre 1 miliado di euro per produrre a regime 280 mila vetture l’anno, berline e Suv Alfa Romeo e Chrysler; pieno utilizzo dell’impianto su sei giorni attraverso turni avvicendati per 40 ore settimanali. Diciottesimo turno solo dietro pagamento dello straordinario; la retribuzione annua individuale verrà aumentata di 3700 euro per l’incidenza delle maggiorazioni di turno; mantenimento della pausa per la mensa nel corso del turno fino a che la joint venture non andrà a regime (2012); salvaguardia dei malati reali e interventi volti a colpire gli assenteisti, al fine di tutelare coloro che prestano la propria opera con assiduità; compensazione di oltre 32 euro mensili per l’assorbimento della pausa di 10 minuti resa possibile dalla nuova ergonomia; mantenimento di tutti i diritti esistenti e il loro milgioramento attraverso un nuovo contratto collettivo più favorevole di quello nazionale” (Corriere, p. 16). 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Se siete appassionati di motori e curiosare tra le anteprime – ne sono state annunciate ben 150 – è sicura fonte di piacere, il momento è (quasi) arrivato. Cominciate a cerchiare in agenda una data compresa tra il 9 e il 12 novembre (il 7 e l’8 sono giornate dedicate a operatori e stampa) e […]

L'articolo EICMA 2017, cosa c’è da fare e vedere proviene da RED Live.

Audi accelera sulla strada dell’elettrificazione della gamma. Dopo la presentazione della nuova A8, proposta al lancio nelle configurazioni V6 3.0 TFSI e TDI “mild hybrid”, vale a dire con impianto elettrico a 48 volt, ora anche le famiglie A4 e A5 beneficiano d’inedite motorizzazioni mHEV che portano in dote tutti i vantaggi fiscali e di […]

L'articolo Audi A4 e A5, è tempo di micro ibrido proviene da RED Live.

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download