Google+

Family 2012, la forza di seimila inviati speciali

aprile 19, 2012 Caterina Giojelli

«Vi sia d’aiuto l’icona della Sacra Famiglia». Così il Papa ha benedetto i ragazzi giunti a Roma per rinnovare a tutti l’invito all’Incontro mondiale

Pioggia o non pioggia, la loro parte, in quel misterioso mosaico di volti, storie e incontri che sta già dando vita all’Incontro mondiale delle famiglie a poche settimane dalla sua realizzazione a Milano, l’hanno giocata anche questa volta. Nonostante il traffico fosse bloccato e pedalare un’ipotesi fuori discussione, domenica 15 aprile centinaia di persone, in tanti punti della città, hanno aderito alla proposta della diocesi di Milano di dare vita, la domenica seguente Pasqua, a una grande festa cittadina della famiglia: un momento di gioia, gioco, preghiera ma anche di racconto, condivisione di esperienze capaci di avvicinare più gente possibile all’evento che dal 30 maggio al 3 giugno porterà a Milano famiglie da tutto il mondo.

Un appuntamento che ha davvero superato l’evento stesso e che sotto la Madonnina si è fatto grande oltre le mura di chiese, parrocchie e oratori, coinvolgendo esponenti della vita civile, uomini di cultura, chiesa e imprenditoria ad animare incontri pubblici sui temi principe dell’Incontro: la famiglia, il lavoro e la festa. Incontri nell’Incontro che la Fondazione Milano Famiglie 2012 ha inteso esportare in altre cinque città d’Italia, iniziando un viaggio che, seppure in scala ridotta, richiama quello cui si stanno preparando migliaia di pellegrini. Il road show, una serie di incontri di presentazione in particolare dei contenuti al centro del Congresso internazionale teologico pastorale (il principale momento culturale dell’Incontro che rappresenterà gli Stati Generali della riflessione della Chiesa sulla famiglia) ha già fatto tappa a Genova, Grado e Torino; prossime fermate Firenze, il 20 aprile, e Castel San Pietro (Bologna), il 5 maggio.

Il successo di Andemm al Domm
E mentre le città discutono come farsi grandi in vista dell’arrivo del Papa e dei pellegrini, anche i più piccoli hanno voluto dire la loro: erano 20 mila, sabato 14 aprile, a marciare dietro gli striscioni “La scuola cattolica guarda al futuro: la famiglia, il lavoro, la festa”, perché proprio all’Incontro mondiale ha guardato questa trentesima edizione dell’Andemm al Domm, la marcia delle scuole cattoliche conclusasi sul sagrato di Santa Maria Nascente con l’invito da parte dell’arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola, a tornare in piazza Duomo il primo giugno alle ore 17.30 per accogliere l’arrivo in città di Papa Benedetto XVI. Una promessa, “Benedetto ti aspettiamo a Milano”, che oltre 6 mila quattordicenni della Professione di Fede partiti dal capoluogo lombardo hanno già rinnovato – ben esposta su di uno striscione lungo 20 metri in piazza San Pietro – all’udienza generale di mercoledì 11 aprile: seimila inviati speciali incaricati dalla Diocesi di andare a Roma e da lì rivolgere al mondo e al Santo Padre l’invito a partecipare al VII Incontro Mondiale delle Famiglie.

«Vi sia d’aiuto nella preparazione all’Incontro l’icona della Sacra Famiglia che ho benedetto questa mattina», ha detto il Santo Padre, consegnando a monsignor Erminio De Scalzi, presidente della Fondazione Milano Famiglie 2012, il mosaico della Sacra Famiglia realizzato dall’artista gesuita Marko Rupnik che aprirà i lavori del Congresso al Mico-FieraMilanoCity, il 30 maggio, per poi raggiungere il palco di Bresso dove si terranno gli incontri col Papa il 2 e il 3 giugno. L’opera rappresenta la Sacra Famiglia e la Santissima Trinità: dall’alto la mano del Padre che sostiene il fuoco dello spirito si protende nell’incontro con l’umanità. Al centro, a separare il paradiso terrestre e la Gerusalemme Celeste, la Madonna, Giuseppe e il Bambino. Una famiglia al centro del misterioso mosaico che ha composto la storia della salvezza.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.