Google+

Anche le imprese storiche non resistono alla crisi economica. In quattro anni hanno chiuso in novemila

agosto 23, 2013 Redazione

In aumento per il 2013 i fallimenti in Italia, nonostante i piccoli segnali di ripresa. Chiudono soprattutto le aziende con più di 50 anni di vita.

Continuano ad aumentare le procedure fallimentari in Italia nonostante i timidi segnali positivi che arrivano dall’economia. Secondo uno studio su scala nazionale della Camera di Commercio di Monza e Brianza, in Italia sono circa 126 mila le imprese che hanno in corso una procedura concorsuale tra fallimenti e concordati preventivi. Restringendo il campo ai soli fallimenti, nel primo semestre 2013, se ne sono registrati circa 6500 con una variazione in aumento del 5,9 per cento rispetto al 2012. Il bollino nero è della Toscana con una differenza di nuovi fallimenti sul 2012 del 33,8 per cento. Seguono la Calabria (più 31 per cento) e il Trentino Alto Adige (più 26,9 per cento).

CHIUDONO LE IMPRESE STORICHE. Un dato che – come si vede nella tabella sopra riportata – fa ancora più preoccupare riguarda il periodo compreso tra il 2008 e il 2012 dove hanno chiuso circa novemila imprese storiche, con più di 50 anni di attività; dunque, a causa della crisi, anche le imprese più radicate fanno fatica a resistere.
L’incidenza dei fallimenti è più elevata in Lombardia, dove si sono iscritte tra gennaio e giugno 2013 più di 1400 procedure di fallimento e, in più della metà dei casi, si tratta di imprese nate tra il 2000 e il 2009.
Tra le regioni italiane, la percentuale delle imprese con più di 50 anni che hanno cessato l’attività tra il 2008 e il 2012 sale in Calabria e supera la metà delle imprese storiche (53 per cento, circa 250 imprese), così come in Puglia (47,6 per cento, circa 300 imprese). In Lombardia un’impresa storica su 3 ha cessato l’attività in questi anni di crisi: si parla di circa 4200 imprese.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana