Google+

Eutanasia. La death list inglese sui pazienti aspiranti suicidi (a loro insaputa)

ottobre 18, 2012 Elisabetta Longo

Stabilire con esattezza quanto rimane da vivere a un paziente terminale può essere difficile. I medici cristiani mettono in guardia il governo inglese

La mossa dei medici della mutua inglesi, di fare delle “death list” tra i propri pazienti malati terminali, non è piaciuta al governo. Tremila medici sono  stati redarguiti dal ministero della Salute, per aver messo il nome di ben 7 mila pazienti su questa potenziale “End of life care registers”, senza obbligo di informare il malato di questa decisione.

MEDICI CRISTIANI. Un esponente del Christian medical fellowship, un’associazione che raduna i medici cristiani britannici, si è detto molto preoccupato visto che qualsiasi medico, visitando, fa una previsione delle prospettive di vita, ma non sempre questa è esatta. «Se si tratta di pochi giorni di vita, un medico esperto non ha problemi a prevederlo. Ma se invece si parla di mesi, è difficile stabilire con precisione se siano tre o quattro, anche se per il paziente è un’informazione vitale. Quanto potrebbe quindi essere sbagliato inserirlo in una “death list” con questa imprecisione?», chiede il dr Peter Saunders, della Christian fellowship.

IL PAZIENTE IGNARO. I pazienti aspiranti suicidi (a loro insaputa) sono 7723. A 2534 di questi sono state diagnosticate malattie diverse dal cancro, mentre 3531 di loro sarebbero tendenzialmente favorevoli a fare un testamento biologico (ma non di morire). I medici che hanno fatto il report continuano a ribadire di non essere obbligati a dover informare i familiari che il loro assistito potrebbe aver preso questa decisione. Il dipartimento della Salute ha specificato che è vero che al momento non c’è obbligo da parte dei medici di informare i pazienti dell’esistenza di questa lista, e che quindi tali nomi non verranno scelti per potenziali programmi di fine vita. «Anche se la maggior parte delle persone ci dice che preferirebbe morire nel proprio letto, a casa propria, piuttosto che in un letto di ospedale. I medici generici vorrebbero fare in modo di preparare un piano in questo senso». Ora la palla passa al Parlamento.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi