Google+

Emergenza rifiuti in Calabria per i debiti dei comuni

novembre 12, 2012 Chiara Rizzo

La discarica di Pianopoli da sabato sera è chiusa: l’azienda milanese che la gestisce, Daneco, chiede da tempo un incontro con la pa perché da tempo vanta crediti per 21,8 milioni di euro con i comuni

È emergenza rifiuti in Calabria: la discarica di Pianopoli (Cz), in cui confluiscono i rifiuti di tutta la regione, è chiusa da sabato. Ieri sera con un durissimo comunicato, la società milanese che la gestisce, Daneco, ha spiegato il perché: i crediti vantati con le pubbliche amministrazioni ammontano a 21,8 milioni di euro. Daneco spiega di essersi trovata costretta ad adottare il provvedimento dopo che era rimasta senza risposta la comunicazione inviata il 26 ottobre al Commissario straordinario per la gestione dell’emergenza rifiuti, ai 5 prefetti delle province calabresi, al presidente della Regione e persino ai ministeri dell’Economia e dell’Ambiente. Nella lettera, Daneco chiedeva con urgenza la convocazione di un tavolo tecnico per fronteggiare la situazione, ma tutto è rimasto in silenzio. Così oggi i cassonetti delle principali città, da Reggio a Cosenza, straripano di sacchetti: la raccolta è insufficiente, perché il ciclo si deve bloccare proprio alle porte della discarica. Domani il presidente della regione Giuseppe Scopelliti incontrerà i vertici Daneco.

BUROCRAZIA E CONTI IN ROSSO. «La società intende precisare che l’insostenibilità della gestione del sistema rifiuti in Calabria non è imputabile alla mancanza di impianti, ma è frutto di mancati pagamenti che non permettono di operare a regime» si legge nel comunicato rilasciato sabato. L’ufficio del Commissario per l’emergenza rifiuti vanta grossissimi crediti con le amministrazioni comunali, le più indebitate sono proprio le due città più grandi, Reggio e Cosenza, che però non pagano: il risultato è che a catena il debito è stato riversato su Daneco che si trova impossibilitata ormai a pagare fornitori, dipendenti ed erario. Il mix tra conti in rosso dei comuni e burocrazia elefantiaca (la situazione nasce da lunghissimi ritardi accumulatisi nel tempo, oltre che dalla mancanza di reazioni dalla pubblica amministrazione al richiamo del 26 ottobre) è la vera causa dello stop del ciclo dei rifiuti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana