Google+

Elogio del ruvido, ma sincero Fascetti

aprile 28, 1999 Perrone Roberto

Sport über alles 15

A questa rubrica non piace Eugenio Fascetti, attualmente allenatore del Bari, che lascerà a fine stagione. Non piace come tecnico e come persona. Questione di gusti tattico-comportamentali, di pelle, di carattere. Però Fascetti, tra tutti i personaggi dell’universo mondo del football nostrano, ha un grande pregio che qua si vuole elogiare: non le manda a dire, non ha mai fatto un silenzio stampa nella sua vita perché pensava che portasse bene, non ha mai fatto un silenzio stampa generalizzato come quello, ridicolo, della Lazio che non parla perché dopo il derby con la Roma ha avuto critiche pesanti (e cosa dovevano fare, beatificarli insieme con padre Pio?). Fascetti, anche domenica, ha chiesto in sala stampa: c’è il tale giornalista? E giù a muso duro a fargli dei rimproveri. Spesso ha torto, qualche volta ha ragione, però almeno non mette tutti sullo stesso piano, legge i quotidiani, conserva in modo maniacale “i pezzi” incriminati per molto tempo. Aspetta al varco il giornalista reo di averlo in qualche maniera denigrato. Una volta attese tre anni, dal 1982 al 1985: incrociò l’autore dell’articolo ed estrasse un ingiallito ritaglio di giornale di cui chiese conto al malcapitato. Spesso esagera, ma è diretto, almeno, e questo è raro in questo nostro calcio dove il silenzio viene ormai usato, nella maggior parte dei casi, solo in funzione scaramantica. Dal Mundial 1982, quando gli azzurri di Bearzot arrivarono muti alla meta vincendo il titolo, il silenzio stampa è diventato un grande esorcismo. A volte funziona, a volte no, sempre fa ridere. E allora viva Eugenio, magari sgradevole, ma nemico della generalizzazione che ne uccide più della spada.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.