Google+

Elezioni Israele. Iran, Siria e “primavere arabe” spingono la destra al governo

gennaio 9, 2013 Francesco Amicone

Per il giornalista e saggista Carlo Panella, la sinistra frammentata sconta l’assenza di un leader. I sondaggi danno alla destra la maggioranza assoluta

Il 22 gennaio le elezioni in Israele. In palio centoventi posti per trentaquattro partiti. Secondo gli ultimi sondaggi, la destra avrebbe la maggioranza assoluta dei consensi e sicuramente andrà al governo. L’alleanza fra il Likud del premier Benjamin Netanyahu e il partito dell’ex ministro degli esteri Avigdor Lieberman primeggia nei sondaggi, con un 35 per cento. Ancora più a destra c’è Jewish Home, il “partito dei coloni”, guidato dal giovane imprenditore Naftali Bennett, che si attesta al 15 per cento, terzo partito appena dopo i labour israeliani. «La sinistra sconta la frammentazione e l’assenza di leader convincenti», spiega a tempi.it il giornalista e saggista Carlo Panella, «sia il partito laburista guidato da Shelly Yachimovich, sia quello di centro dell’ex ministro degli esteri Tzipi Livni non possono competere con il carisma dei tre leader di destra».

L’assenza di concorrenti carismatici a sinistra è l’unica ragione della disfatta della sinistra nei sondaggi?
Oltre alla leadership e alla frantumazione del partito laburista, dopo la partenza di Ehud Barak, la sinistra deve scontare un naturale spostamento dell’elettorato israeliano, sul quale pesano l’effetto delle primavere arabe, l’incertezza in Siria e il pericolo iraniano, nonché il deterioramento della situazione interna egiziana.

Bennett sembra la sorpresa di queste elezioni.
Bennett è un leader carismatico che rientra nelle posizioni della destra israeliana. Certo, afferma che il sessanta per cento della Cisgiordania sia israeliano, perà sta soprattutto puntando sull’economia, sul costo della vita in Israele.

La questione palestinese. Quanto conta in queste elezioni?
Poco. Per gli israeliani il problema della Palestina è l’assenza di personalità con cui confrontarsi. L’inconsistenza di Abu Mazen, poco rappresentativo, si è rivelata ancor più con l’infausta mossa all’Onu di chiedere il riconoscimento dello Stato palestinese; così non ha guadagnato la fiducia dei palestinesi e si è screditato come interlocutore.

Il prossimo governo come affronterà i nodi sulla Palestina e sull’Iran?
Sostanzialmente cambierà poco. Dipende dagli Stati Uniti. Con il nuovo esecutivo, Obama tenterà subito un’ultima carta con l’Iran. Un negoziato che probabilmente fallirà. E il nuovo ministro della difesa americano Chuck Hagel, per quanto ne so, è un politico che se non ottiene risposta, non sta certo a temporeggiare.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sapete che il 60% delle V7 III, al momento dell’acquisto, sono richieste con almeno un accessorio montato (con prenza per quelli di ispirazione Scrambler o Dark)? Di più: per la sola V7 esistono a catalogo 200 parti speciali – fra queste ci sono ben 8 selle – mentre, se consideriamo tutti i modelli Moto Guzzi, […]

L'articolo Prova Moto Guzzi V7 III Rough, Milano e Carbon proviene da RED Live.

SCS, ovvero come ti rivoluziono il concetto di frizione. Anche MV Agusta debutta nel segmento delle trasmissioni “evolute” e lo fa con un sistema leggero e versatile. Sarà questo il futuro del cambio?

L'articolo Prova Mv Agusta Turismo Veloce Lusso SCS <br> addio frizione proviene da RED Live.

Il Biscione di Arese trova da sempre il suo habitat naturale tra i boschi del Nürburgring. È dal 1932 che le Alfa Romeo hanno un feeling particolare con i 20,832 chilometri di saliscendi dell’Inferno Verde tedesco, da quando cioè le Gran Premio Tipo B di Caracciola, Nuvolari e Borzacchini monopolizzarono un podio divenuto nel tempo […]

L'articolo Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio NRING proviene da RED Live.

I circa 21 km della Nordschleife percorsi dalla super SUV ceca in poco più di 9 minuti. Con una veterana dell'Inferno Verde al volante: Sabine Schmitz

L'articolo Skoda Kodiaq RS, la SUV a 7 posti più veloce del Nürburgring proviene da RED Live.

ECCO I MIGLIORI CASCHI DA BAMBINO La legge parla chiaro: fino al raggiungimento dei 5 anni di età, i bambini non possono essere trasportati su un mezzo a due ruote. C’è di più: oltre all’età, la piccola creatura deve avere le caratteristiche fisiche necessarie (deve arrivare con i piedi alle pedane) e soprattutto indossare attrezzatura […]

L'articolo I migliori caschi da bambino proviene da RED Live.